Teramo, omofobia elettorale: “Qui ci abita un fr**io che vota D’Alberto”

Il sindaco D'Alberto, nuovamente candidato, aveva tenuto un vibrante discorso all'Abruzzo Pride del Giugno '22.

ascolta:
0:00
-
0:00
teramo cartello omofobia d'alberto luca boschi
teramo cartello omofobia d'alberto luca boschi
2 min. di lettura

Omofobia elettorale a Teramo, a pochi giorni dalla giornata mondiale contro l’odio omobitransfobico del 17 Maggio.

“Qui ci abita un fr*cio che vota D’Alberto”, questa la scritta apparsa sotto la cassetta postale di Luca Boschi, cittadino teramano, tabaccaio e fotografo, sostenitore di Gianguido D’Alberto, sindaco di Teramo.

Nella città abruzzese domenica 14 e lunedì 15 Maggio si voterà per le elezioni comunali e il sindaco di centro sinistra D’Alberto è nuovamente in corsa, dopo la brillante elezione a sorpresa del 2018. Candidati sindaci, insieme a lui, l’avvocato Carlo Antonetti per il centrodestra e Maria Cristina Marroni per Italia Viva.

Il messaggio “QUI CI ABITA UN FR*CIO CHE VOTA D’ALBERTO” è apparso stampato in maiuscolo su un A4, scritta bianca su fondo nero. A darne notizia in una nota congiunta esponenti del PD Abruzzo, tra cui il senatore Michele Fina, che hanno paragonato il cartello omofobico ai cartelli appesi davanti alle case degli ebrei dopo le leggi razziali emanate dall’Italia fascista nel 1938.

Luca Boschi, questo il nome della vittima del messaggio omofobico, è stato già in passato vittima di aggressioni omofobiche via social network. L’uomo ha ricevuto solidarietà da tutti e tre i candidati sindaci e dal deputato PD (delega diritti) Alessandro Zan. “Questi sono i risultati di una certa politica che  anche dalle istituzioni continua a discriminare cittadini per la loro condizione personale, semplicemente perché esistono” ha comunicato Zan, primo firmatario del Ddl Zan bocciato tra gli applausi del Senato nell’Ottobre 21.

Il sindaco – e nuovamente candidato – D’Alberto, bersaglio politico del cartello omobitransfobico, ha rigettato le minacce insinuate nel messaggio. “Se qualcuno ha pensato di spaventare, intimorire o peggio isolare Luca – ha comunicato il sindaco – dovrà invece fare i conti con la maturità della nostra comunità.”

Nel Giugno ’22, D’Alberto era stato sul palco dell’Abruzzo Pride che si era svolto proprio a Teramo, in un clima da “laboratorio Meloni” (qui il resoconto di quel Pride). D’Alberto aveva portato un vibrante messaggio al popolo queer abruzzese (qui sotto il video).

Quest’anno l’Abruzzo Pride sarà a Chieti il 24 Giugno.

Tutte le date di tutti i Pride in Italia.

“Avete riempito le nostre strade di colori, sorrisi e di quel messaggio straordinario che è la tutela dei diritti sempre e ovunque, lo avete fatto con la gioia che ci ha consentito di abbracciare tutta la città. La presenza delle istituzioni è importante, quello che è successo con il Ddl Zan in Parlamento, quei sorrisi e quello scherno sono un insulto al parlamento. (…) Dobbiamo tornare a rivendicare il senso meraviglioso della tutela dei diritti, del principio di uguaglianza e di libertà sancito dalla Costituzione. (…). La repubblica rimuove gli ostacoli che impediscono il pieno svolgimento della persona umana, essere sé stessi, essere ciò per cui si è nati, avere diritto di essere ciò per cui si è al mondo e non essere ciò che altri vogliono che siamo. (…) Nessuno può dire che iniziative come queste strumentalizzino in nostri giovani” ha concluso il sindaco D’Alberto, rispondendo alle pressioni di Fratelli d’Italia.
Gianguido D’Alberto – Sindaco di Teramo – Abruzzo Pride 2022

 

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24
Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: "Ipocriti, scrivevano quanto fossi grassa" - Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni - Gay.it

Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: “Ipocriti, scrivevano quanto fossi grassa”

Culture - Redazione 22.5.24
iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24

Hai già letto
queste storie?

17 maggio Giornata Internazionale contro Omofobia Bifobia Transfobia

Il 17 Maggio sii orgogliosə di ciò che sei e, come ogni giorno, gridalo al mondo più che puoi

News - Gay.it 10.5.24
uganda-carceri-torture-detenut-lgbtqia

Uganda, torture aberranti verso lǝ detenutǝ LGBTQIA+: sanzioni dagli USA

News - Francesca Di Feo 11.12.23
Grindr

Teramo, in tre ingannavano uomini gay via Grindr: estorsione sotto minaccia, andranno a processo

News - Francesca Di Feo 20.3.24
Napoli, il sindaco Manfredi incontra le due donne trans vittime del branco. Il comune si costituirà parte civile nell’eventuale processo - Sindaco di Napoli incontra le due turiste trans vittime di violenza - Gay.it

Napoli, il sindaco Manfredi incontra le due donne trans vittime del branco. Il comune si costituirà parte civile nell’eventuale processo

News - Redazione 17.1.24
Roma-Lazio, il vergognoso coro omofobo e antisemita dei romanisti alla vigilia del derby - Roma Lazio il vergognoso coro omofobo e antisemita dei romanisti in vista del derby - Gay.it

Roma-Lazio, il vergognoso coro omofobo e antisemita dei romanisti alla vigilia del derby

News - Redazione 5.4.24
Lingua e comunità LGBTQIA+

Lingua e comunità LGBTQIA+: non chiamatelo omofobo, è un misomosessuale, perché non è fobia, è odio

Guide - Emanuele Bero 5.12.23
india-pranshu-influencer-morto-suicida

Addio Pranshu, a 16 anni si è tolto la vita, ucciso dal cyberbullismo omobitransfobico

News - Francesca Di Feo 27.11.23
Perù, le persone trans, non binarie e intersessuali saranno ora classificate come “malate di mente” - Azul Rojas Marin - Gay.it

Perù, le persone trans, non binarie e intersessuali saranno ora classificate come “malate di mente”

News - Redazione 16.5.24