Ucraina, non solo transfobia, ma anche razzismo al confine: “Prima i bianchi, poi i neri”

Profughi respinti alla frontiera ucraino-polacca perché neri. Ecco le dichiarazioni degli studenti.

ascolta:
0:00
-
0:00
Non solo transfobia, ma anche razzismo al confine ucraino: "Prima i bianchi, poi i neri".
profuga alla frontiera di medyka
2 min. di lettura

Oltre alle donne trans respinte al confine ucraino perché il passaporto le identifica come “maschio”, anche le persone nere si ritrovano a combattere più di una guerra. Tra le ultime dichiarazioni, a numerosi profughi è stato impedito salire sui treni in partenza dall’Ucraina perché “i bianchi passano prima“.

L’ultima testimonianza arriva da Palermo, da Suor Anna Alonzo, che ha temporaneamente accolto presso la fondazione di Casteldaccia, Casa Regina della Pace, Michael e Mishack, due studenti ventenni in fuga dall’Ucraina: “La precedente proprietaria mi ha detto che non voleva ospitare due africani” dichiara Suor Anna. “Speriamo che qualcuno li aiuti. È lo spettro del razzismo. Che differenza c’è tra un ragazzo ucraino e un ragazzo nigeriano che vive in Ucraina? Sono entrambi esseri umani in fuga dalla stessa guerra”.

Non solo transfobia, ma anche razzismo al confine ucraino: "Prima i bianchi, poi i neri".
Foto di Wojtek Radwanski/ Getty Images

Un’altra dichiarazione arriva da Moustapha Bagui Sylla, studente originario della Guinea, che si è ritrovato a scappare dalla residenza universitaria di Kharkiv. “Non fanno passare gli Africani” gli hanno risposto alla frontiera di Medyka. “I neri non erano ammessi, ma abbiamo potuto vedere i bianchi che passavano” ha dichiarato Sylla a France24. Alexander Somto Orah, 25 enne in fuga insieme ad altri suoi amici, è stato costretto a tuffarsi sul treno in movimento, aggrappandosi al vagone e urlando al macchinista: “O apri la porta o moriamo per strada“. Orah racconta a Nbc News che alla stazione i controllori urlavano “solo ucraini” dando la precedenza esclusivamente alle persone bianche, senza nemmeno verificare il passaporto. Un’altra studentessa, testimonia di essere stata respinta dopo non aver dormito o mangiato per tre giorni e camminato per più di 20km: “Perché la nazionalità decide chi può riposarsi?” scrive su Twitter.

Una denuncia che va avanti da Marzo, ed è arrivata fino a Macky Sall, presidente dell’Unione Africana, e Moussa Faki Mahamat, presidente della Commissione, che hanno denunciato pubblicamente i ripetuti atti di razzismo verso i profughi neri lo scorso Marzo, seguiti da Clayson Monyela, portavoce del ministero degli Esteri sudafricano: “Gli studenti sudafricani sono state trattate in modo disastroso al confine polacco” ha scritto su Twitter, aggiungendo che Amb J Mngomezulu, ambasciatore sudafricano, è arrivato personalmente sul posto, con 5 ore di viaggio, per occuparsi della questione. Anche la pagina Twitter @UcraineLeaving sta monitorando la situazione, cercando di inviare rinforzi dalla Croce Rossa e Medici senza Frontiere.

Leggi anche: Ucraina, la (doppia) guerra delle persone trans

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Bledar Dedja sarebbe stato ucciso dopo aver incontrato un 17enne via Grindr

Perché il 17enne ha ucciso il 39enne Bledar Dedja adescato su Grindr e qual è il movente?

News - Redazione Milano 29.2.24
Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale - olly alexander - Gay.it

Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale

Culture - Redazione 1.3.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24

Hai già letto
queste storie?

angelica ross Emma roberts

Angelica Ross di Pose accusa Emma Roberts per commenti transfobici

News - Redazione Milano 20.9.23
sassuolo-violenza-polizia-coppia-gay-scalfarotto

Violenza e profilazione razziale su coppia gay, la procura archivia, ma arriva l’interrogazione parlamentare

News - Francesca Di Feo 1.3.24
ucraina unioni civili

Ucraina, ecco come si allontana la legge sulle unioni civili

News - Giuliano Federico 20.9.23
russia-repressione

Russia, nuova ondata repressiva verso comunità LGBTQIA+ e dissidenti politici

News - Francesca Di Feo 21.11.23
Russia, emesso mandato d'arresto per lə giornalista trans no-binary Masha Gessen - Masha Gessen - Gay.it

Russia, emesso mandato d’arresto per lə giornalista trans no-binary Masha Gessen

News - Redazione 12.12.23
Difesa Carriera Alias Guido Crosetto

Carriera alias al ministero della Difesa? Crosetto non ne sapeva nulla

News - Redazione Milano 12.1.24
Il Colore Viola (2024)

“Il Colore Viola”, tutto quello che sappiamo sulla nuova versione (anche) queer

Cinema - Redazione Milano 10.1.24
Roberto Vannacci accusato di istigazione all'odio e difeso dalla Lega di Salvini

“Vannacci ha istigato all’odio razziale” l’accusa, la Lega di Salvini lo difende

News - Redazione Milano 26.2.24