Polonia: un collettivo di artisti LGBTQ+ usa la poesia contro le politiche omofobe

Così gli artisti polacchi della Generazione Z si oppongono al Governo di Andrzej Duda.

Polonia: un collettivo di artisti LGBTQ+ usa la poesia contro le politiche omofobe
Così gli artisti polacchi della Generazione Z si oppongono al Governo di Andrzej Duda.
3 min. di lettura

Sacche di resistenza sopravvivono in Polonia, il paese più omofobo d’Europa; quando la battaglia per i diritti LGBTQIA+ sembra persa, ecco che dal basso nasce un collettivo di artisti che usa la poesia come arma per combattere le politiche omofobe e misogine di Andrzej Duda e il suo governo – è proprio di ieri il voto della Camera polacca a favore della legge anti-LGBTQIA+ nelle scuole.

 

Polonia: un collettivo di artisti LGBTQ+ usa la poesia contro le politiche omofobe - Archive 1 - Gay.it

Da queste strette verso la loro comunità, l’artista queer e studente di fotografia Bartosz Jakubowski con i colleghi Gabriela Sułkowska, Maja Gomulska e Rafał Domagała, ha fondato il laboratorio artistico indipendente X-Philes. All’interno si lavora sulla ricerca e diffusione di contenuti artistici, prevalentemente orbitanti attorno al mondo della poesia, per “riappropriarsi della propria sessualità” e autodeterminarsi in un Paese che non considera le loro vite.

Per gli artisti coinvolti, la poesia ha la capacità di “dare un nome alle proprie emozioni“, così da dare spazio a una “comunicazione multidisciplinare del mondo queer nella società che ci circonda”.

“Crediamo che l’atto di scrivere e leggere poesie dell’antologia queer sia il modo non-normativo che abbiamo trovato per acquisire un linguaggio nuovo, atto ad aiutarci a riconnetterci con la vera realtà delle cose e costruire una comunità più consapevole”.

Polonia: un collettivo di artisti LGBTQ+ usa la poesia contro le politiche omofobe - xoxoxo cover - Gay.it

Una delle poesie provenienti dal collettivo, scritta da Mikołaj Borys Brzozowski, recita:

L’amore per te è politico,
è un argomento nel dibattito presidenziale
perché attraverso di esso il paese è in rovina.

L’amore per te comunica solo dai media ufficiali
e dice: il tempo dell’unificazione arriverà presto,
ma tutto ciò può essere usato contro di lei,
quindi rimane in silenzio”.

Durante la realizzazione di queste poesie dissidenti e queer, i giovani artisti si sono imbattuti in magazine raccolti dall’organizzazione LGBTQ+ Lambda: “Attraverso alcune mie conoscenze, sono riuscito prima ad ascoltare le storie delle persone queer senior dell’associazione, e poi a convincerli ad accedere al loro archivio”. dichiara il fondatore del collettivo. All’interno di Lambda ha trovato “una rubrica poetica di antologia gay e testi scritti sia da donne che da uomini omosessuali di enorme portata”.

“L’archivio consisteva principalmente in riviste pubblicate negli anni ’90 e nel primo decennio del 2000, come ‘Man’ e ‘Inaczej’, ma anche di più vecchia data, come ‘Filo’, fondata nel 1986.”

Nel laboratorio artistico di X-Philes, gli artisti creano per ciascuna poesia una grafica pensata ad hoc su dei supporti di carta da lucido, seguendo proprio la tradizione delle “zine” – riviste dissidenti, storicamente realizzate a mano o stampate in casa – e l’iconografia dei reperti trovati all’interno dell’archivio Lambda.

Questa ricerca artistica ha portato a realizzare dei veri e propri contenuti che rispecchiano “la “rivolta artistica” che tutte queste persone chiedevano ad alta voce “nella loro doppia identificazione reale e social”.

Polonia: un collettivo di artisti LGBTQ+ usa la poesia contro le politiche omofobe

Ora X-Philes si appresta a realizzare i prossimi numeri delle loro zine, inoltre

“Tratteremo di temi legati alla nostra situazione politica e le questioni sociali, così come quello dell’identità di genere nel futuro”, e “lavoriamo per creare più spazi, dove le persone possono scambiare la loro poesia con altri, leggerla e pubblicarla, non solo in Polonia, ma a livello globale”.

Le dichiarazioni del collettivo X-Philes sono apparse sul portale “The Submarine”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

GLORIA! (2024)

Le ragazze ribelli di Gloria! Tutto sul primo sovversivo film di Margherita Vicario

Cinema - Redazione Milano 22.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24
Berlino 2024, tutti i film queer in corsa per il Teddy Award 2024 - Teddy Award 2024 film - Gay.it

Berlino 2024, tutti i film queer in corsa per il Teddy Award 2024

Cinema - Federico Boni 22.2.24
transgender allattamento seno

Le mamme transgender e i genitori AMAB possono allattare: lo dice la scienza

Corpi - Francesca Di Feo 22.2.24

Hai già letto
queste storie?

Morgan: "Devolvo la metà del mio cachet di X Factor a casa di accoglienza LGBTQIA+. Le mie scuse sincere" - Morgan - Gay.it

Morgan: “Devolvo la metà del mio cachet di X Factor a casa di accoglienza LGBTQIA+. Le mie scuse sincere”

News - Redazione 1.9.23
caserta rai arcigay raffaele giovine

Caserta, centro anti discriminazioni LGBT finanziato da UNAR a rischio chiusura: lettera a Elly Schlein

News - Giuliano Federico 4.9.23
famiglie arcobaleno vicenza

Figli orfani per decreto, famiglie omogenitoriali e sindaci sfidano la ferocia del Governo Meloni

News - Giuliano Federico 4.9.23
PSG-Marsiglia, bufera in Francia per cori omofobi allo stadio. Interviene la ministra, il club furioso - VIDEO - Paris Saint Germain Marsiglia - Gay.it

PSG-Marsiglia, bufera in Francia per cori omofobi allo stadio. Interviene la ministra, il club furioso – VIDEO

News - Redazione 26.9.23
polonia lgbtiq

Elezioni Polonia, addio destra omobitransfobica, vince l’alleanza pro Unione Europea

News - Giuliano Federico 16.10.23
diego passoni la battaglia del bosco senza nome

“È l’incontro che ci permette di essere ciò che siamo”: bambini, amicizia, socialità, natura, Diego Passoni ci racconta il suo libro per ragazzi

Culture - Federico Colombo 17.10.23
La Corte Suprema di Hong Kong ha ordinato al governo di riconoscere le unioni tra persone dello stesso sesso - hong kong lgbt - Gay.it

La Corte Suprema di Hong Kong ha ordinato al governo di riconoscere le unioni tra persone dello stesso sesso

News - Federico Boni 5.9.23
india-pranshu-influencer-morto-suicida

Addio Pranshu, a 16 anni si è tolto la vita, ucciso dal cyberbullismo omobitransfobico

News - Francesca Di Feo 27.11.23