Una scuola laica, pubblica e democratica: una nuova rete parte da Roma

Educare alle differenze: "Ora la ministra apra il confronto con noi. Siamo una realtà"

Una scuola laica, pubblica e democratica: una nuova rete parte da Roma - educare differenze 1 - Gay.it
3 min. di lettura
Una scuola laica, pubblica e democratica: una nuova rete parte da Roma - educare differenze5 - Gay.it

Una scuola “pubblica, laica e democratica”, che elimini gli stereotipi di genere ed educhi alle differenze. E’ questa l’esigenza forte emersa dalla due giorni che si è tenuta a Roma, nei locali della scuola Di Donato, lo scorso week end. Più di 500 persone, 200 associazioni da tutta Italia e 7 tavoli di confronto divisi per fasce di età scolare e per temi: sono i numeri di “Educare alle Differenze”, l’evento nato per iniziativa di Scosse (Roma), Stonewall GLBT (Siracusa) e Progetto Alice (Bologna) e che ha coinvolto un numero di partecipanti oltre le aspettative. Realtà lgbt, associazioni di genitori, gruppi di donne, blogger, psicologi e individualità che operano quotidianamente nella scuola e con i ragazzi si sono confrontati per mettere insieme esperienze e, soprattutto, per fare rete. Una rete che in tutta Italia porti avanti progetti e iniziative comuni, metta in condivisione strumenti e competenze, con lo scopo di far diventare l’educazione alle differenze prassi comune nella scuola italiana.

Una scuola laica, pubblica e democratica: una nuova rete parte da Roma - educare differenze1 - Gay.it

E per farlo, i circoli Arcigay presenti (Palermo, Catania, Milano, Pistoia, Bologna e Siena tra gli altri) e quelli Arcilesbica (tra cui Pisa) insieme ad Amnesty International, Adego, il Circolo Mario Mieli di Roma, GayNet, la Rete dei Genitori Rainbow, Famiglie Arcobaleno, le Case delle Donne, l’Aied, i Centri anti violenza, ma anche l’associazione Maschile Plurale, Rete Lenford e perfino le teologhe della Teologia Gender, da ieri sono rete e chiedono alle istituzioni, Ministero dell’Istruzione in testa, di essere riconosciuti come soggetto con cui confrontarsi e che di fatto svolge già attività che dovrebbero ricevere finanziamenti per i costi sociali che copre. Ma alla ministra Giannini si chiederà anche conto dei soldi spesi finora in progetti contro l’omofobia e le discriminazioni di genere, come gli opuscoli dell’Istituto Beck, misteriosamente scomparsi dal sito del dicastero.

Una scuola laica, pubblica e democratica: una nuova rete parte da Roma - educare differenze2 - Gay.it

“L’educazione alle differenze deve coinvolgere non solo i ragazzi, ma anche la formazione dei docenti che ne facciano metodo didattico” è stato detto durante la plenaria conclusiva da chi ha portato i resoconti dei tavoli di lavoro, che hanno mostrato un sentire comune rispetto al difficile momento che la scuola pubblica attraversa, inclusa la totale assenza non solo di educazione sessuale, ma anche di educazione all’affettività e ai sentimenti. A partire dalla scelta dei libri di testo adottati nelle scuole, che spesso propongono stereotipi di genere, senza tralasciare l’educazione permanente, ovvero quella che avviene fuori dalle mura delle scuole e che incontra anche i ragazzi che, sempre più spesso, abbandonano il percorso d’istruzione, non di rado anche a seguito di fenomeni di bullismo non efficacemente contrastati, se non del tutto ignorati, dalle scuole. E ancora, la necessità di confrontarsi non solo con chi è già sensibile alle questioni legate al genere e all’orientamento sessuale, ma anche con le realtà più difficili dalle quali partire per innescare il cambiamento.

Una scuola laica, pubblica e democratica: una nuova rete parte da Roma - educare differenze3 - Gay.it

Un soggetto unico, dunque, consapevole dei molti ostacoli che quotidianamente dovrà affrontare, dentro e fuori dalla scuola.
E mentre dal Vaticano Papa Francesco predicava ai fedeli riuniti che “discriminare in nome di Dio è inumano”, dalle pagine di Tempi il presidente di Agesc (Associazione Genitori Scuole Cattoliche) Roberto Gontero, commentava l’evento romano paventando il “tentativo di inserire questi corsi (quelli di educazione alle differenze, ndr) nel programma curriculare, costringendo i genitori a ritirare i figli da scuola” e parlando di “attacchi alla scuola” oltre che di “indebolimento della famiglia” e di “visione sovversiva”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Nemo The Code significato e come è nata

Nemo, il magnifico testo non binario di “The Code” è nato così: ecco cosa racconta davvero

Musica - Mandalina Di Biase 13.5.24
parma pride 2024 intervista

Intervista a Parma Pride 2024: “Nutriamo l’amore! Le unioni civili sono un ripiego”

News - Gio Arcuri 14.5.24
Parigi 2024, le drag queen Minima Gesté, Miss Martini e Nicky Doll sfilano con la torcia olimpica - Parigi 2024 le drag Minima Geste Miss Martini e Nicky Doll sfilano con la torcia olimpica - Gay.it

Parigi 2024, le drag queen Minima Gesté, Miss Martini e Nicky Doll sfilano con la torcia olimpica

Corpi - Redazione 16.5.24
Bridgerton, la showrunner Jess Brownell annuncia l'arrivo di una storia d'amore queer - BRIDGERTON 302 Unit 00627R - Gay.it

Bridgerton, la showrunner Jess Brownell annuncia l’arrivo di una storia d’amore queer

Serie Tv - Redazione 16.5.24
Sara Drago

Sara Drago: “La realtà è piena di diversità, sarebbe bellissimo interpretare un uomo” – intervista

Cinema - Luca Diana 11.5.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24

Hai già letto
queste storie?

FR*CINEMA

A Roma arriva FR*CINEMA, tra film queer e riappropriazione culturale

Cinema - Redazione Milano 28.2.24
Transgender triptorelina

Triptorelina, 35 associazioni trans* ed LGBTQIA+ chiedono di partecipare al tavolo tecnico per la revisione dei protocolli

Corpi - Francesca Di Feo 28.3.24
Roberto Vannacci Paola Egonu Matteo Salvini

Vannacci sospeso dall’Esercito Italiano, Egonu lo querela, Salvini lo difende

News - Giuliano Federico 28.2.24
Lodi, "mi hanno messo vicino a un tavolo di gay e a un disabile". La replica della titolare alla recensione disumana - pizzeria recensione choc - Gay.it

Lodi, “mi hanno messo vicino a un tavolo di gay e a un disabile”. La replica della titolare alla recensione disumana

News - Redazione 12.1.24
Pro Vita, un 2023 segnato dall'ossessione gender. Ripercorriamo 12 mesi di attacchi alla comunità LGBTQIA+ - 22I Figli non si comprano22 i manifesti di Pro Vita contro la GPA invadono le citta dItalia - Gay.it

Pro Vita, un 2023 segnato dall’ossessione gender. Ripercorriamo 12 mesi di attacchi alla comunità LGBTQIA+

News - Federico Boni 6.12.23
Massimiliano Di Caprio - titolare della Pizzeria Dal Presidente di Napoli, arrestato in un'inchiesta per camorra condotta dalla Dda sul clan Contini

Pubblicò violente parole contro gay e lesbiche nel 2022, Massimiliano Di Caprio arrestato in un’indagine per camorra

News - Redazione Milano 15.5.24
Accusata di essersi inventata la recensione omofoba di un cliente, è morta la ristoratrice Giovanna Pedretti - Giovanna Pedretti - Gay.it

Accusata di essersi inventata la recensione omofoba di un cliente, è morta la ristoratrice Giovanna Pedretti

News - Redazione 15.1.24
Rocco Casalino, insulti omofobi dal ras degli ambulanti Augusto Proietti: "Fr*cio miserabile" (VIDEO) - Il Portavoce di Rocco Casalino 2 - Gay.it

Rocco Casalino, insulti omofobi dal ras degli ambulanti Augusto Proietti: “Fr*cio miserabile” (VIDEO)

News - Redazione 4.3.24