Vanni Piccolo, da testimonial contro l’AIDS nel 1985 a testimonial per il vaccino contro il Covid-19 nel 2021

Oggi 80enne, Vanni Piccolo si è proposto come testimonial del vaccino contro il Covid, come accaduto nel 1985 quando accettò di prendere parte a un’indagine per monitorare lo stato di diffusione dell’AIDS. Andando in tv, da gay dichiarato.

Vanni Piccolo, da testimonial contro l'AIDS nel 1985 a testimonial per il vaccino contro il Covid-19 nel 2021 - Vanni Piccolo - Gay.it
2 min. di lettura

Tra i soci fondatori del Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli, di cui è stato presidente negli anni ’80, Vanni Piccolo, oggi 80enne, è un pezzo di storia LGBT nazionale. Nei giorni scorsi Vanni ha ricordato sui social quanto accaduto 35 anni or sono, in piena lotta all’AIDS, quando capì quanto fosse importante prendere parte ad una campagna tutta italiana per fare il test contro l’HIV. Vanni ha pubblicato un fotogramma tv di oltre 35 anni fa, quando diventò testimonial di quella campagna, in un momento in cui andare in televisione come gay dichiarato era cosa assai rara.

Il fotogramma fa parte di un servizio andato in onda su Rai2 nel programma Medicina 33 il 19 maggio 1985, con il mio nome e cognome, Presidente del Circolo di cultura omosessuale “Mario Mieli”“, ha ricordato Vanni, in quel preciso fotogramma al cospetto del dottor Giuseppe Ippolito, oggi Direttore Scientifico dell’Istituto Nazionale per le malattie infettive “Lazzaro Spallanzani”, che insieme al dott Gianni Rezza, attualmente Direttore Generale della Prevenzione presso il Ministero della salute, era un giovane ricercatore.

In quel tempo Beppe Ippolito e Gianni Rezza erano due giovani ricercatori dello Spallanzani che per conto dell’ISS e in collaborazione con l’Osservatorio epidemiologico regionale, diretto dal dott Carlo Perucci , chiesero, tramite il Circolo Mario Mieli, alla comunità omosessuale romana, di collaborare ad un’indagine per monitorare lo stato di diffusione dell’AIDS. Per un attimo ci sentimmo cavie, ma il senso civico di responsabilità prevalse e scegliemmo consapevolmente di collaborare con la Scienza, scrivendo un importante capitolo di storia.

Oggi 80enne, Vanni ha ricordato quella campagna in funzione del vaccino al Covid-19, appena arrivato anche in Italia. Dicendosi pronto ad una vaccinazione pubblica, nel caso in cui dovesse servire, per fare sensibilizzazione.

Sono soggetto a rischio per aver subito nell’ultimo anno due operazioni a cuore aperto e affrontato un tumore. A cui si aggiunge già da febbraio un lungo periodo di isolamento e da maggio vivo in totale solitudine. E certamente non è stato, e non lo è ancora, facile. Lo stato di solitudine per una persona anziana è una situazione alienante. E questa situazione viene raccontata poco. Tutti parlano di anziani, ma gli anziani sono soli. Oggi c’è un vaccino che molti di noi stanno aspettando con ansia religiosa. E proprio per la mia storia, essendo già stato testimonial contro un virus, voglio esserlo ancora. Voglio essere testimone di un impegno civile . Per questo mi propongo come testimonial del vaccino contro il coronavirus, dichiarandomi pronto a farmi vaccinare in pubblico. Soprattutto per fugare i dubbi delle persone che come me, a causa dell’età, hanno bisogno di un risultato felice.

Parole che Valerio Colomasi Battaglia, Presidente del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli, ha così voluto celebrare.

La storia di Vanni è un pezzo della storia del movimento LGBT+ italiano. Un movimento che negli anni ’80 ha scelto di mettersi al servizio della collettività per combattere un male sconosciuto e terribile: l’AIDS. Il dolore di quest’anno ha ricordato a tant* di noi quegli anni difficili. Tutto è diverso eppure anche questa volta la via di uscita da questo momento difficile passa dall’impegno e dal sacrificio di tante persone che si mettono al servizio della collettività.
Per questo il messaggio di Vanni è straordinariamente bello e vogliamo farlo nostro, sostenendo il suo desiderio di dare, ancora una volta, il proprio contributo al benessere collettivo. Grazie Vanni e grazie a tutte quelle persone favolose che hanno scritto la nostra storia.

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

parma pride 2024 intervista

Intervista a Parma Pride 2024: “Nutriamo l’amore! Le unioni civili sono un ripiego”

News - Gio Arcuri 14.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Bridgerton, la showrunner Jess Brownell annuncia l'arrivo di una storia d'amore queer - BRIDGERTON 302 Unit 00627R - Gay.it

Bridgerton, la showrunner Jess Brownell annuncia l’arrivo di una storia d’amore queer

Serie Tv - Redazione 16.5.24
Francesco Cicconetti, l'Università di Urbino gli riconosce l'identità di genere anche sul diploma - Francesco Cicconetti - Gay.it

Francesco Cicconetti, l’Università di Urbino gli riconosce l’identità di genere anche sul diploma

News - Redazione 17.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24

Continua a leggere

alan turing biografia gay

Alan Turing, finalmente una statua celebrativa al Kings College di Cambridge ma è polemica sul risultato finale

Culture - Redazione 31.1.24
Stephen Laybutt, l'ex calciatore australiano è stato trovato morto. A fine carriera il coming out - Stephen Laybutt header Attitude - Gay.it

Stephen Laybutt, l’ex calciatore australiano è stato trovato morto. A fine carriera il coming out

Corpi - Redazione 18.1.24
I prigionieri che indossano triangoli rosa sulle loro uniformi vengono fatti marciare all'aperto dalle guardie naziste a Sachsenhausen.

Il Giorno della Memoria: un’occasione per rompere il silenzio

Culture - Alessio Ponzio 24.1.24
Re Giacomo I d'Inghilterra era davvero gay? La storia vera dietro la serie Mary & George - Mary and George - Gay.it

Re Giacomo I d’Inghilterra era davvero gay? La storia vera dietro la serie Mary & George

Serie Tv - Federico Boni 21.3.24
Gianna Ciao GIornata Visibilita Lesbica

Gianna Ciao, le lesbiche durante il fascismo e la Giornata Mondiale della Visibilità Lesbica

Culture - Francesca Di Feo 26.4.24
Omosessuale- Oppressione e Liberazione

Perché leggere oggi “Omosessuale: Oppressione e Liberazione”, un classico della Gay Liberation, intervista a Lorenzo Bernini

Culture - Alessio Ponzio 4.4.24
10 compositori queer che hanno fatto la storia della musica

Da Chopin e Schubert a Tchaikovski fino a Bernstein. 10 compositori queer che sono dei giganti della musica classica

Musica - Redazione 18.3.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24