Vincent Malléa e il suo irresistibile camp retrò

Un artista francese 34enne che realizza collages camp del suo modello feticcio, l'attore porno gay François Sagat, ma anche drag-queen e feticisti leather con una patina nostalgicamente d'antan.

Vincent Malléa e il suo irresistibile camp retrò - VincentMalleaBASE - Gay.it
3 min. di lettura

Ho scoperto questo artista francese per caso. L’anno scorso, passeggiando per Nizza vecchia, mi sono intrufolato nella piccola galleria su due livelli Sainte-Réparate che esponeva Retour sur la French Riviera (avrei poi saputo che aveva esposto per due anni, nel 2005 e nel 2006, in un locale gay che frequentavo abbastanza assiduamente ma non mi era mai capitato di incrociare le sue creazioni).

Vincent Malléa e il suo irresistibile camp retrò - VincentMalleaF1 - Gay.it

I suoi ritratti decolorati, che giocavano con l’idea del cam ma anche con una malizia dichiarata sullo stile delle smaltate provocazioni di Pierre & Gilles, mi colpirono soprattutto per quell’aria retrò che, scoprii poi in seguito, da sempre caratterizza la sua opera.

Nato nel 1974 a Mentone, cittadina della Costa Azzurra che lui definisce «incastrata tra Ventimiglia l’italiana e Monaco l’insensata», ora vive e lavora a Parigi. È però sempre rimasto legato alla sua terra: «Sono cresciuto senza davvero meravigliarmi dei tesori di questa regione che trovavo abbruttente e noiosa. Ma è lì che sono cresciuto, è li che ho sognato l’altrove, che ho incontrato l’uomo della mia vita; è lì che amo tornare frequentemente perché il Mediterraneo mi rimette le idee a posto».

Vincent Malléa e il suo irresistibile camp retrò - VincentMalleaF2 - Gay.it

Alcune sue opere sono diventate celebri perché ritraggono la superstar del porno François Sagat, suo amico personale. In Riviera Frappée si vede proprio l’attore hard che allunga un bicchiere a un ragazzo italiano in costume con tanto di didascalia esplicativa: "François e Francesco spesso condividono piacevolmente il loro cocktail ‘Riviera Frappée’". Già cult il suo nudo integrale posteriore con un grosso granchio sulla schiena in ‘Giorno due – Luna’ della collezione Heptagraphix.

Vincent Malléa e il suo irresistibile camp retrò - VincentMalleaF3 - Gay.it

Nella kitschissima Série Rose non manca un provocatorio cunnilingus tra due donne in un’opera dal titolo che è tutto un programma: Dove inizia la vita mentre in Oh, questo è figo! un ragazzo in anfibi, pantaloni militari e bretelle mostra il suo membro in semierezione. I soggetti dei suoi ritratti, realizzati con sofisticati collages e finti strappi per conferir loro un’allure un po’ retrò, fanno spesso riferimento al mondo gay: ballerini, feticisti leather, drag queen attempatelle. Nel dissacrante Inverno in Russia lui stesso si traveste da Lenin postmoderno e mostra soldati seminudi, "tovaric" occhieggianti e ragazzotti effeminati con campanello trillante in mano (Quando mi prende tra le sue braccia). Come dice Nadine Babani, «nelle mani di Vincent tutto sembra facile, è una vera fabbrica di

Vincent Malléa e il suo irresistibile camp retrò - VincentMalleaF4 - Gay.it

idee. I suoi montaggi fotografici in cui le immagini sono ritoccate, copiate, incollate, incerate, oserei dire all’antica, permettono di mettere realmente in scena i personaggi e le situazioni. A ogni immagine corrisponde una storia, un aneddoto. Bisogna prendersi del tempo per osservarle, leggere i dettagli, perché il proposito si distilla al di là dell’estetica dell’immagine».

Quest’anno ha presentato il suo quadrittico Salmo 91 nella galleria "Artevistas" a Barcellona e ci piacerebbe, non troppo in là nel tempo, poterlo vedere anche nella nostra (e quasi sua) Italia. Nel frattempo, potete ammirare le sue opere sul suo sito ufficiale www.vincentmallea.com.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: "Solo l'amore conta" - Bari il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme - Gay.it

Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: “Solo l’amore conta”

News - Redazione 24.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

Foto di Jamie Mccartney

Il Museo della Vagina include anche le persone trans*

Culture - Redazione Milano 18.1.24
Arrusi Pigneto Luana Rigolli

San Valentino, a Roma spuntano i ritratti degli arrusi, gli omosessuali confinati dal fascismo alle Isole Tremiti

Culture - Redazione Milano 14.2.24
Corita Kent Padiglione Vaticano Biennale 2024

Biennale di Venezia, Papa Francesco omaggerà Corita Kent, la suora queer che fuggì con la sua amante

Culture - Mandalina Di Biase 14.3.24
Andrea Tarella - Gay.it intervista

Le creature fantastiche di Andrea Tarella “Ho galline in giardino, un fagiano, un’iguana, un drago barbuto, e tanti acquari intorno a me”

Culture - Riccardo Conte 20.2.24
Foto: Matteo Gerbaudo

Giada Biaggi non si sente più in colpa: ‘Abbi l’audacia di un maschio bianco’, l’intervista

Culture - Riccardo Conte 18.3.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Max Peiffer Watenphul. Dal Bauhaus all'Italia

Max Peiffer Watenphul e la scena queer mai più dimenticata della scuola Bauhaus

Culture - Redazione Milano 30.11.23
Cate Blanchett insieme a Coco Francini e la Dott.ssa Stacy L. Smith (Good Morning America)

Cate Blanchett a sostegno dellə cineastə donne, trans, e non binary

Cinema - Redazione Milano 19.12.23