100 anni di Disney, Pro Vita protesta a Disneyland Paris chiedendo il boicottaggio per propaganda LGBTQIA+

L'ossessione di Jacopo Coghe nei confronti della major prosegue. Ma le sue accuse sono fasulle.

ascolta:
0:00
-
0:00
100 anni di Disney, Pro Vita protesta a Disneyland Paris chiedendo il boicottaggio per propaganda LGBTQIA+ - 100 anni di Disney Pro Vita e Famiglia protesta a Disneyland Paris chiedendo il boicottaggio per propaganda LGBTQIA - Gay.it
3 min. di lettura

100 anni di Disney, Pro Vita protesta a Disneyland Paris chiedendo il boicottaggio per propaganda LGBTQIA+ - 100 disney - Gay.it

Esattamente 100 anno fa, era il 15 ottobre del 1923, Walt e Roy Disney fondavano l’azienda che sarebbe poi diventata The Walt Disney Company, ovvero una delle aziende che hanno fatto la storia del cinema, dell’entertainment e del merchandising, creando sogni e fondando un impero.

Per l’occasione Pro Vita & Famiglia onlus è tornata all’attacco della Disney odierna, a loro dire colpevole di essersi piegata ad una fantomatica propaganda LGBTQIA+.

La Disney ha ammesso di usare i suoi cartoni animati per promuovere una agenda gay verso il suo pubblico. Karey Burke, presidente della Disney’s General Entertainment Content, ha dichiarato di voler arrivare in poco tempo ad almeno il 50% dei personaggi LGBT. Inoltre lo scorso maggio è stata Main Sponsor del Roma Pride. La Walt Disney Company, nel ruolo importante che svolge presso il suo pubblico, soprattutto molto giovane, e incidendo sulla comunicazione, educazione e intrattenimento dei bambini, dovrebbe rimanere almeno neutrale di fronte a temi eticamente sensibili e divisivi, evitando di sostenere eventi e manifestazioni fondati su valori contrari a quelli di grande parte delle famiglie europee“, ha tuonato Jacopo Coghe, portavoce di Pro Vita & Famiglia onlus che ha recentemente attaccato anche Tiziano Ferro, mentendo. Questo perché la Disney non ha mai dichiarato di “voler arrivare in poco tempo ad almeno il 50% dei personaggi LGBT“.

Nel marzo del 2022 Karey Burke, presidente della Disney General Entertainment, alla guida di piattaforme streaming The Walt Disney Company come Disney+, Hulu e Star, nonché le sue reti via cavo e di trasmissione tra cui ABC, The Disney Channel e FX, aveva promesso che l’obiettivo dell’azienda era quello di arrivate ad un 50% dei personaggi televisivi legato a “gruppi minoritari“. Non unicamente LGBTQIA+, con tutte le differenze del caso che Coghe finge di non capire.

Nel dubbio Pro Vita & Famiglia onlus ha lanciato una nuova protesta “contro l’agenda ideologica della Disney“, presentandosi alle porte di Disneyland Paris con un camion, su cui si vede Topolino accecato dall’arcobaleno tappare la bocca a due bambini terrorizzati, con sopra scritto “Basta propaganda LGBT nei cartoni“. Hashtag, #BoicottaDisney.

Dura e puntuale la replica di Rosario Coco, Presidente di Gaynet.

 

“A prescindere da numeri e percentuali, va ribadito per l’ennesima volta che vedere personaggi omosessuali o transgender nei cartoni animati non modifica l’identità di bambine e bambine, ma li rende solo migliori e più inclusivi di alcuni genitori, tra cui proprio quelli di Pro Vita, che oggi si trovano a Disneyland a protestare per la presunta “propaganda LGBT”. Intanto questi continui appelli alla cautela su temi per loro “divisivi e sensibili” non fanno altro che alimentare odio e diffidenza verso migliaia di ragazzi e ragazze nelle nostre scuole. Se ProVita vuole difendere le generazioni più giovani da minacce reali come bullismo, cyberbullismo, abusi e violenza di genere, la smetta di urlare alla propaganda gender e di opporsi alle linee guida OMS sull’educazione sessuale e affettiva nelle scuole: non abbiamo bisogno dei terrapiattisti che se la prendono con Topolino”.

In passato ProVita ha raccolto firme contro i paperi gay in Ducktales, contro il Pride di Disneyland e contro Lightyear causa presenza di due mamme. Ora ha deciso di andare a ‘sfidare’ una delle più grandi, ricche e potenti aziende al mondo con un camion.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

"C'è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+", intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno - Torino Pride 2023 - Gay.it

“C’è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+”, intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno

News - Francesca Di Feo 13.6.24
Fabio Tuiach assolto in appello dopo l'iniziale condanna a due anni. La sua non era diffamazione omofoba - Fabio Tuiach a processo - Gay.it

Fabio Tuiach assolto in appello dopo l’iniziale condanna a due anni. La sua non era diffamazione omofoba

News - Redazione 13.6.24
Alex Wyse in concerto

Alex Wyse contro i pregiudizi: “Siate liberi di essere ciò che siete. Nessuno può porci confini”

Musica - Emanuele Corbo 13.6.24
Tiziano Ferro ospite di Voci Parallele

Giuni Russo “Voci Parallele”: Tiziano Ferro, Irene Grandi e tutti gli ospiti del concerto in ricordo di un’artista immensa

Musica - Emanuele Corbo 12.6.24
The Room Next Door di Pedro Almodovar, 1a immagine e sinossi del film con Tilda Swinton e Julianne Moore - The Room Next Door di Pedro Almodovar - Gay.it

The Room Next Door di Pedro Almodovar, 1a immagine e sinossi del film con Tilda Swinton e Julianne Moore

Cinema - Redazione 13.6.24
Prisma 2 Andrea Daniele scena sesso Lorenzo Zurzolo Mattia Carrano 01

Prisma 2, spoiler: la scena di sesso tra Andrea e Daniele non è gay, Bessegato: “Non sono una coppia gay”

Serie Tv - Mandalina Di Biase 11.6.24

Continua a leggere

Roberto Vannacci Paola Egonu Matteo Salvini

Vannacci sospeso dall’Esercito Italiano, Egonu lo querela, Salvini lo difende

News - Giuliano Federico 28.2.24
russia-insegnante-propaganda-lgbtqia

Russia, insegnante si veste da Biancaneve e viene accusato di propaganda LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 28.12.23
Islam LGBTIAQ musulmani Politecnico Milano

Seminari e incontri islamici anti-LGBTQIA+: bufera sul Politecnico di Milano, ecco cosa è successo

Culture - Francesca Di Feo 11.4.24
Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L'omofobia trattata come banale lite in un parcheggio - jean pierre moreno - Gay.it

Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L’omofobia trattata come banale lite in un parcheggio

News - Redazione 15.3.24
grecia-chiesa-ortodossa-scomunica-matrimonio-egualitario

Grecia, la Chiesa Ortodossa minaccia di scomunicare i parlamentari che hanno votato per il matrimonio egualitario

News - Francesca Di Feo 8.3.24
Monsignor Cozzoli e il vicepresidente Cei in difesa di Papa Francesco: "Non è omofobo, si riferiva a preti gay con compartimenti scorretti" (VIDEO) - Monsignor Cozzoli - Gay.it

Monsignor Cozzoli e il vicepresidente Cei in difesa di Papa Francesco: “Non è omofobo, si riferiva a preti gay con compartimenti scorretti” (VIDEO)

News - Redazione 29.5.24
Pavel Lobkov

Mosca, giornalista mostra segni di aggressione “Così picchiano un fr**io”

News - Redazione Milano 2.1.24
elon-musk-gina-carano

Licenziata da Disney per le sue battute omobitransfobiche, Elon Musk pagherà la battaglia legale di Gina Carano

News - Francesca Di Feo 15.2.24