Investigatore ucciso in Abruzzo, un fermo

di

Era forse gay l'uomo trovato ucciso ieri nella provincia di Chieti: avrebbe confessato l'uomo che è stato fermato dopo le indagini dei Carabinieri.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1347 0

LANCIANO (CHIETI) – Un uomo e’ stato fermato dai carabinieri nell’ ambito dell’ omicidio dell’ investigatore privato Mario Vitelli, 33 anni, trovato ucciso ieri, intorno alle 20, nella zona industriale di Lanciano.

L’uomo avrebbe confessato. Le indagini erano state indirizzate nella notte anche per seguire la pista dell’ omosessualita’.

Vitelli conosceva l’assassino, che lo ha ucciso sparandogli due colpi di fucile cal. 22: il primo all’ addome e il secondo, quello di grazia, dietro all’orecchio sinistro.

Leggi   Vittorio Feltri, 'Milano è un vivaio di finocchi, chi minaccerebbe i loro diritti?'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...