TikTok, censurati i contenuti LGBTQ nei Paesi omofobi

I moderatori turchi di TikTok hanno fatto sparire video a tematica LGBT da centinaia di profili.

Negli ultimi mesi TikTok, app da oltre 700 milioni di utenti, è letteralmente esplosa, e non solo tra i giovanissimi. Una comunità di condivisione video che a detta del TheGuardian starebbe censurando i contenuti LGBT nei Paesi più conservatori.

Tra questi la Turchia, dove in realtà l’omosessualità non è illegale. Sui profili turchi TikTok sarebbero scomparsi video pro-lgbt, filmati che raffigurano coppie omosessuali, personaggi famosi dichiaratamente gay, film a tematica e qualsiasi altra cosa possa essere ricondotta al nostro universo.

Il rapporto pubblicato dal TheGuardian sottolinea come la Turchia sia solo uno dei Paesi con determinati “codici morali conservatori” ad utilizzare le rigide linee guida di TikTok, che consentono ad ogni Paese di censurare contenuti in base a nudità e volgarità. TikTok, dal canto suo, rimarca come l’azienda sia “una piattaforma per la creatività”, “impegnata per l’uguaglianza e la diversità”. Detto questo, ha in parte ammesso una censura nei confronti dei contenuti LGBT.

La nostra piattaforma ha registrato una rapida crescita in Turchia così come in altri mercati e, man mano che cresciamo, apprendiamo e perfezioniamo costantemente il nostro approccio alla moderazione. Le linee guida in merito ai contenuti LGBTQ in Turchia non sono più in uso e da allora abbiamo compiuto progressi significativi nella creazione di un approccio localizzato più solido. Tuttavia, riconosciamo la necessità di fare di più e stiamo lavorando attivamente con terze parti locali e consulenti indipendenti per garantire che i nostri processi siano appropriati.

Ti suggeriamo anche  'Siete gay? Niente casa': ennesimo caso di omofobia dalla provincia di Verona