Torino, la prima lezione di Storia dell’Omosessualità fa il pienone

L’interesse degli studenti per il corso attivato all’Università di Torino è andato oltre le aspettative.

C’è tanto interesse attorno al corso in Storia dell’Omosessualità che ha debuttato all’Università degli Studi di Torino.

A discapito delle polemiche emerse quando fu annunciato dalla prof. Maya De Leo, il corso in Storia dell’Omosessualità all’ateneo piemontese sembra essere stato accolto dagli studenti con entusiasmo.

Alla sua prima lezione infatti l’insegnamento, inserito tra quelli opzionali della laurea triennale del Dams, ha raccolto oltre trecento iscrizioni, quando l’aula inizialmente prenotata conteneva poco di più 50 posti.

Il percorso proposto dalla docente affronterà l’evoluzione della cultura omosessuale e delle tematiche LGBTI nel corso del tempo, dal Settecento agli anni ’70. È il primo corso di questo genere che viene organizzato nel nostro Paese e durerà fino al 6 giugno per un totale di 16 lezioni.

Ti suggeriamo anche  Chiara Appendino, accordo con l'omofobo Governatore di San Pietroburgo: il disappunto del Torino Pride