Giovane trans aggredita con un coltello: “Io non faccio nulla di male”

di

La drammatica testimonianza di Aurora: "Se avessi avuto i tacchi, mi avrebbero ammazzata".

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3126 0

Il video parla da solo. A raccontare l’aggressione subita è lei stessa, Aurora Marchetti, giovane trans che vive ad Aprilia e che qualche giorno fa si è vista puntare un coltello contro per avere risposto agli insulti di un gruppo di persone che l’hanno offesa solo perché trans.
La sua testimonianza è drammatica e commovente. “La fortuna è che corro veloce – dice -, ma metti caso che inciampavo o che avevo i tacchi. Mi avrebbero raggiunta e accoltellata, perché il loro intento era di ammazzarmi”. “Noi non facciamo niente di male – dice tra le lacrime Aurora, ancora visibilmente sotto shock -. Noi stiamo solo cercando di essere noi stessi e noi stesse”.
“Dobbiamo fermare la transfobia – conclude – siamo nel 2015 e ancora succedono queste cose”.
Aurora ha sporto denuncia ai carabinieri, dopo essere andata al pronto soccorso per via degli attacchi di panico che ha avuto dopo l’aggressione.

LA SOLIDARIETÀ

Alla ragazza, oltre alla solidarietà di moltissime persone che, anche sui social network, hanno condannato duramente l’accaduto e dichiarato vicinanza ad Aurora, è arrivata anche la solidarietà del Circolo i Cultura Omosessuale Mario Mieli di Roma per cui il caso di Aurora è “soltanto la punta dell’iceberg di una realtà che troppo spesso rimane nel silenzio e non viene neppure denunciata”.

“La condizione delle persone transessuali è particolarmente delicata, esposta e spesso “trascurata”, anche dai media – si legge in una nota del Mieli -. Dobbiamo con forza reagire alle intimidazioni, alle aggressioni verbali e fisiche e lottare per operare un cambiamento della cultura omotransfobica e violenta. Invitiamo ufficialmente Aurora e tutte le persone trans a partecipare al prossimo Roma Pride di sabato 13 Giugno per affermare ancora una volta e a voce alta la nostra esistenza di gay, lesbiche, trans, bisessuali queer e intersessuali e rivendicare la pari dignità di tutte e tutti”.

Leggi   Caravaggio, Forza Nuova e fedeli contro il gruppo di preghiera gay
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...