Barbie 2? Margot Robbie frena i rumor: “Non riesco ad immaginare un sequel”

Dopo Greta Gerwig anche la protagonista nonché co-produttrice Robbie ha spento sul nascere qualunque ipotesi di sequel per Barbie. Che intanto punta all'exploit Oscar 2024.

ascolta:
0:00
-
0:00
Barbie 2? Margot Robbie frena i rumor: “Non riesco ad immaginare un sequel” - Ken di Barbie e gay 2 - Gay.it
2 min. di lettura

Il più clamoroso, inatteso, rumoroso e straordinario successo cinematografico del 2023 è stato senza ombra di dubbio Barbie di Greta Gerwig, maggior incasso worldwide dell’anno con 1,441,769,400 dollari, 636,169,400 dei quali raccolti in patria. Nessuno avrebbe mai potuto immaginare simili risultati per la pellicola prodotta da Margot Robbie, che punta all’exploit Oscar con doppia candidatura come miglior attrice e per il miglior film. In casa Warner/Mattel, neanche a dirlo, stanno premendo per dar presto forma ad un sequel della pellicola, bandita in alcuni Paesi a maggioranza islamica perché “promuoverebbe l’omosessualità”, se non fosse che la stessa Robbie abbia spento sul nascere qualsiasi entusiasmo.

“Penso che abbiamo messo tutto in questo primo film. Non l’abbiamo costruito pensando alla possibilità di realizzare una trilogia o qualcosa di simile. Greta Gerwig ha messo tutto in questo film, quindi non riesco a immaginare cosa potrebbe esserci dopo”, ha candidamente confessato Margot all’Associated Press, sul red carpet del recente evento Variety Power of Women 2023. Nei mesi scorsi la stessa Gerwig, via New York Times, aveva frenato sull’ipotesi sequel:

“In questo momento è tutto quello che ho. Mi sembra di avvertire una cosa come questa alla fine della lavorazione di ogni film, come se non avessi mai più un’altra idea e avessi realizzato tutto ciò che ho sempre desiderato fare. Non vorrei rovinare il sogno di qualcuno, ma, in questo momento, mi sento completamente a zero”.

In casa Warner si augurano che possa replicarsi quanto accaduto con Joker. Incassato oltre un miliardo di dollari in tutto il mondo, vinto il Leone d’Oro a Venezia e travolti gli Oscar con un fiume di candidature, anche Todd Phillips nel 2019 stroncò sul nascere qualsiasi ipotesi di sequel, per poi cambiare idea nel 2022 con Joker: Folie à Deux, in uscita tra 11 mesi con Lady Gaga mattatrice al fianco di Joaquin Phoenix, vincitore di una statuetta Academy grazie proprio al suo memorabile villain.

Nel dubbio Robbie, che grazie a Barbie si sarebbe intascata quasi 100 milioni di dollari, ha rimarcato l’importanza del suo clamoroso successo:

La lezione più importante è che i film originali possono ancora essere dei grandi successi al box office. Non è necessario che sia un sequel, un prequel o un remake. Può essere totalmente originale. Solo perché c’è una protagonista femminile non vuol dire che non avrà successo, che è un’idea sbagliata che molte persone hanno ancora. Quindi è realmente importante che Barbie abbia avuto dei risultati tanto buoni”.

Nei giorni scorsi Matt Bomer, splendido protagonista di Compagni di Viaggio, ha rivelato a Variety di aver fatto un provino per interpretare uno dei tanti Ken di Barbie: “L’ho registrato da solo, ho interpretato un sacco di Ken diversi e mi sono vestito in modo diverso per ognuno di loro”. “Ho registrato le battute del dialogo dell’altra persona sul mio registratore e poi mi sono dato lo spazio per rispondere”. Bomer ha poi rinunciato a questa opportunità perché non voleva trascorrere un periodo prolungato lontano dagli amatissimi figli. Per sua fortuna è poi arrivata la strepitosa opportunità di Fellow Travellers, in cui Matt per la prima volta in carriera interpreta il “cattivo ragazzo”.

Greta Gerwig sta al momento lavorando al rilancio della saga Le Cronache di Narnia di C.S. Lewis, per Netflix. La regista di Piccole Donne e Lady Bird dovrebbe dirigerne almeno due capitoli del franchise. Per un’eventuale secondo capitolo di Barbie, in conclusione, ci vorrà non poco tempo.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Lewsi Hamilton rainbow

F1, il Bahrain vuole vietare la bandiera LGBTI+, cosa farà Hamilton in Ferrari?

Lifestyle - Redazione Milano 26.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24

Continua a leggere

Alvise Rigo attore in Nuovo Olimpo di Ferzan Ozpetek: “È stato un viaggio, è stata una vita, è stato bellissimo!” - alvise rigo - Gay.it

Alvise Rigo attore in Nuovo Olimpo di Ferzan Ozpetek: “È stato un viaggio, è stata una vita, è stato bellissimo!”

Cinema - Federico Boni 3.10.23
xXPonyBoyDerekXx, il nuovo film/docureality prodotto da John Cameron Mitchell va in onda su OnlyFans - xXPonyBoyDerekXx - Gay.it

xXPonyBoyDerekXx, il nuovo film/docureality prodotto da John Cameron Mitchell va in onda su OnlyFans

Cinema - Federico Boni 3.10.23
All of Us Strangers, Andrew Haigh spiega perché abbia voluto un attore apertamente gay - All of Us Strangers 1a immagine dalla spettrale storia damore gay di Andrew Haigh con Paul Mescal e Andrew Scott - Gay.it

All of Us Strangers, Andrew Haigh spiega perché abbia voluto un attore apertamente gay

Cinema - Redazione 4.10.23
Il Colore Viola (2024)

“Il Colore Viola”, tutto quello che sappiamo sulla nuova versione (anche) queer

Cinema - Redazione Milano 10.1.24
The Room Next Door, Pedro Almodóvar gira a New York il suo primo film in lingua inglese - Pedro Almodovar © El Deseo foto di Iglesias Mas - Gay.it

The Room Next Door, Pedro Almodóvar gira a New York il suo primo film in lingua inglese

Cinema - Redazione 6.10.23
I film LGBTQIA+ della settimana 23/29 ottobre tra tv generalista e streaming - film 22 ottobre 2023 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 23/29 ottobre tra tv generalista e streaming

Cinema - Federico Boni 23.10.23
Jacob Elordi candela Saltburn Barry Kehogan

Saltburn, arriva la candela con l’odore di Jacob Elordi ed è un fetish puntuale

Cinema - Redazione Milano 4.1.24
Settembre 2023, un mese di uscite LGBTQIA+ tra cinema, teatro, serie tv e album - settembre queer - Gay.it

Settembre 2023, un mese di uscite LGBTQIA+ tra cinema, teatro, serie tv e album

Culture - Federico Boni 6.9.23