Bollicine sul glande bianche e rosse: caratteristiche e differenze

Cosa sono le bollicine sul glande? Quali sono le cause e come possono essere curate? Scoprilo ora

piccole bollicine sul glande bianche e rosse
pexels
3 min. di lettura

Le bollicine sul glande possono essere tanto innocue quanto sintomo di malattie piuttosto serie. Esse possono essere bianche (le cosiddette papule perlacee peniene) oppure rosse, tendente al rosa che, a seconda del motivo scatenante, possono avere una variabilità nelle caratteristiche piuttosto ampia.

In questo articolo andiamo ad approfondire di più a riguardo di una condizione che colpisce una percentuale molto alta di uomini.

Descriveremo prima le cause, i sintomi e le caratteristiche delle bollicine bianche sul glande e poi di quelle piccole bollicine rosse che si formano nella parte terminale del pene.

Prosegui ora nella lettura.

papule perlacee, bolle sul pene
Pixabay

Piccole bollicine bianche sul glande

Chiamate papule perlacee (o angiomifibromi genitali), le piccole bollicine bianche sul glande sono escrescenze di tipo benigno che si formano in genere alla base della struttura sensitiva apicale del pene.

La loro dimensione può variare da 1 a 3 mm ed il colore, più che bianco, varia tra il rosa ed il perlato.

Queste piccole bollicine sono asintomatiche e non provocano, quindi, alcun dolore, prurito o fastidio. Si tratta semplicemente di inestetismi che, se non trattati, possono rimanere per tutta la vita, provocando del disagio soprattutto psicologico, quando sono evidenti e numerose.

Tra i rimedi più utilizzati per far sì che le papule perlacee vengano rimosse ci sono i seguenti:

  • Intervento con laser alla CO2, attraverso il quale ogni papula viene vaporizzata. Si tratta di un intervento particolarmente costoso;
  • Il curettage, che consente la rimozione chirurgica delle papule attraverso uno strumento raschiatore chiamato “curette”;
  • La crioterapia. L’utilizzo di temperature estreme permette di congelare e, di conseguenza, rimuovere le bollicine bianche sul glande.

Sul Web, tra i rimedi casalinghi, vengono sponsorizzati dei prodotti topici per il trattamento delle papule perlacee. Ti invitiamo a diffidare da queste soluzioni.

Ad ogni modo, per una corretta diagnosi, che garantisca anche l’assenza di malattie sessualmente trasmissibili, è opportuno rivolgersi a specialisti come l’andrologo e il dermatologo.

Piccole bollicine rosse sul glande

Se il colore delle bollicine è tendente al rosso, le cause possono essere differenti.

I puntini rossi sulla parte apicale del pene possono essere il frutto di cattive abitudini e comportamenti errati, come una masturbazione eccessiva, una scarsa igiene o l’utilizzo esagerato di detergenti intimi.

Le bollicine possono, tuttavia, essere anche la conseguenza di reazioni di tipo allergico, infezioni (come l’herpes genitale) e malattie contagiose della pelle (come la scabbia, l’infestazione della pelle causata da un acaro che causa chiazze cutanee rilevate, simili a papule).

La permanenza delle piccole bollicine rosse sul glande in certi casi può essere passeggera, in altri duratura. In quest’ultimo caso, i puntini possono essere il segnale, probabilmente, di una condizione patologica più seria, che necessita di un trattamento immediato e adeguato.

Ad ogni modo, rispetto alle papule perlacee, i puntini rossi possono causare prurito al glande, dolore, secchezza della pelle e, in certi casi, febbre.

Diagnosi e terapia

Nel caso il fenomeno dei puntini rossi sembri dovuto ad un’infezione, è necessario rivolgersi al medico. Attraverso l’osservazione del pene verranno prescritte delle analisi del sangue e verranno effettuati dei test allergici.

La terapia varia in base alle cause. Se ad esempio i puntini rossi sono causati da una masturbazione eccessiva, ti verrà consigliato di lasciare il pene a riposo per qualche giorno. E lo stesso discorso vale per l’utilizzo dei detergenti intimi, che dovranno essere usati in maniera limitata per un certo periodo di tempo.

Nel caso, invece, in cui le bollicine sul glande di color rosso siano causate da infezioni, farmaci antivirali che, seppur non consentano sempre la guarigione definitiva dall’infezione, possono essere molto efficaci nel limitare le conseguenze.

Sottolineiamo l’importanza della diagnosi effettuata da uno specialista. Senza di essa è impossibile che venga stilato un piano terapeutico adeguato.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

David Utrilla - da 37 anni vive con Hiv

A volte dimentico di avere l’Hiv: la nostra serie per raccontare l’importanza dell’equazione U=U

Corpi - Daniele Calzavara 2.3.24
Andrea Bossi con la sua amica Serena - foto dal canale TikTok pubblico di Serena

Andrea Bossi, l’omicidio di un ragazzo queer, ucciso soltanto per un pugno di gioielli?

News - Giuliano Federico 2.3.24
Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale - olly alexander - Gay.it

Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale

Culture - Redazione 1.3.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Roberto Vannacci e Marco Mengoni a Sanremo con un pantalone di Fendi

Vannacci attacca il Pride e irride Marco Mengoni per la gonna che è un pantalone

News - Giuliano Federico 1.3.24

Continua a leggere

THE GENDER SPECTRUM COLLECTION

Regno Unito, transfobia in ospedale: donne trans bandite dai reparti femminili

Corpi - Redazione Milano 4.10.23
vaiolo-delle-scimmie-firenze

Firenze, 11 casi confermati di vaiolo delle scimmie, ma nessun allarmismo: la situazione è sotto controllo

Corpi - Francesca Di Feo 2.2.24
hiv italia dati ISS 2023

Hiv ecco i nuovi dati Italia: nuove diagnosi, troppo tardive, e ancora troppi morti di AIDS

Corpi - Francesca Di Feo 21.11.23
prepcamp viiv healthcare

PrEP oltre gli stereotipi, ecco “come mi ha migliorato la vita”: le storie vere di Claudia, Marcello, Carlotta e Lorenzo – VIDEO

Corpi - Daniele Calzavara 20.11.23
L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali - Sessp 11 - Gay.it

L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali

Corpi - Federico Colombo 28.12.23
padova-congresso-nazionale-arco-stonewall

Dallo Stonewall Inn a Padova: due ospiti d’eccezione per il terzo Congresso Nazionale ARCO

News - Francesca Di Feo 12.12.23
reparto-endocrinologia-messina-persone-trans

Arcigay Messina denuncia: inadeguatezze nel servizio per persone trans al Reparto Endocrinologia del Policlinico

News - Francesca Di Feo 18.9.23
transgender Harli Marten su Unsplash

Pazienti trans e gender diverse: le 10 Raccomandazioni Assisi per un’oncologia più inclusiva

Corpi - Francesca Di Feo 21.10.23