Brittney Griner, la cestista americana arrestata in Russia: “È un caso d’ostaggio”

La campionessa lesbica del basket USA è stata arrestata lo scorso 17 Marzo a Mosca. Ma sembrerebbe tutto un "capro espiatorio" dei russi.

ascolta:
0:00
-
0:00
Brittney Griner, la cestista americana arrestata in Russia: "È un caso d'ostaggio"
Brittney Griner campionessa di basket americana lesbica arrestata in russia
3 min. di lettura

Cresce la preoccupazione per la cestista Brittney Griner in Russia.
Campionessa del basket americano e dichiaratamente lesbica, Griner è stata fermata all’aeroporto di Mosca lo scorso 17 Marzo e arrestata dalle autorità russe con l’accusa di trasporto di droga su larga scala (nello specifico, delle cartucce per un vaporizzatore con olio di cannabis), con un procedimento penale che potrebbe valerle 10 anni di carcere. Non si sa più nulla di Griner, ma dal dipartimento di Stato Usa il repubblicano Colin Allred ha rilevato che la cestista sarebbe riuscita a parlare con il suo avvocato, riportando le ultime informazioni sul suo stato a famiglia e agente. È recentemente emerso un video della CNN che la ritrae scattare una foto segnaletica, con spalle contro il muro e tenendo in mano un foglio con su scritto il suo nome, ma non è dato sapere luogo, giorno, e orario. Per molti il caso di Griner sarebbe un “capro espiatorio” dei russi per controbattere agli americani dopo le sanzioni che hanno colpito Mosca, in seguito all’invasione ucraina.

Jason Rezaian, giornalista per Washington Post, ritiene che l’arresto di una campionessa americana e lesbica all’alba di una guerra dall’altra parte del mondo è “orribile ma anche farsesco in qualche modo”, considerandolo un “audace caso d’ostaggio” da parte dello Stato. Rezaian – anche lui arrestato tra il 2014 e il 2016 presso il carcere di Evin in Iran – ci tiene a ribadire che Griner è molto probabilmente innocente da qualsiasi crimine fino a prova contraria: “Un simile provvedimento da parte delle autorità russe sarebbe stato preso anche senza pretesti” commenta Rezaian alla CNN: “So per certo dal mio caso che le presunte accuse contro di me non si attenevano per nulla alla realtà, e qualunque reporter che portava avanti questa narrazione continuava a fare lo sporco lavoro di chi mi teneva in ostaggio”. Per Rezaian il caso di Griner non può essere considerato un episodio separato dall’attuale conflitto tra Russia-Ucraina, e che la detenzione di Griner potrebbe durare più del previsto: “Speri sia solo una corsetta, ma potrebbe rivelarsi una maratona”.

Per l’inviato Jonathan Franks – che ha seguito da vicino parecchi casi simili a quello di Griner – l’arresto non ha assolutamente “nulla di equo” e al contrario la  detenzione appare del tutto “illecita e arbitraria”, dove Griner viene fatta sfilare davanti le telecamere come fosse “un boss della droga”. Dichiara Franks alla CNN: “Nessuno in Russia ottiene un giusto processo, è tutto truccato, in questa fase storica più che mai”.

Gli appelli per il rilascio di Griner si fanno sempre più insistenti, dalla moglie Cherelle – ha fatto un appello su Instagram chiedendo di rispettarne la privacy in modo da portare avanti il caso e far tornare a casa Griner in sicurezza – ma anche la deputata democratica Sheila Jackson che ha richiesto un immediato rilascio. Al contempo, l’altro esponente del partito, John Garamendi, ritiene che in questo momento, l’assenza di una relazione diplomatica tra Russia e Stati Uniti, potrebbe rendere più difficile contrattare la libertà della campionessa. Garamendi ha inoltre fatto riferimento all’omosessualità di Griner che non faciliterebbe la situazione in quanto “la Russia ha leggi e restrizioni molto dure per le persone LGBTQIA+“.

Brittney Griner, la cestista americana arrestata in Russia: "È un caso d'ostaggio"
“Le nostre relazioni diplomatiche con la Russia sono inesistenti al momento” ha commentato John Garamendi: “Forse negoziando prima o poi potrebbero arrivare ad un rilascio, potrebbe essere una delle soluzioni. Ma non saprei”

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Eurovision 2024 Eden Golan October Rain

Boicottare Eurovision 2024 e la partecipazione di Israele? “October rain” di Eden Golan va esclusa?

Musica - Redazione Milano 27.2.24
Hiv sentenza Bari su U uguale U Gay.it

U = U, sentenza storica, assolto un uomo accusato di aver trasmesso l’Hiv: se non è rilevabile non si può trasmettere

Corpi - Daniele Calzavara 28.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il percorso di Federico Massaro dopo l’uscita di Vittorio Menozzi

Culture - Luca Diana 27.2.24
FR*CINEMA

A Roma arriva FR*CINEMA, tra film queer e riappropriazione culturale

Cinema - Redazione Milano 28.2.24

Leggere fa bene

Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia - Rizvan Dadayev - Gay.it

Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia

News - Redazione 23.1.24
Russia LGBTQI+ Repressione 2023 - foto di Politico.com (2015)

Russia, irruzione della polizia nei bar e club LGBT di Mosca, arresti

News - Redazione Milano 2.12.23
Giorgio Minisini vince l'oro mondiale nel nuoto sincronizzato e contro gli stereotipi di genere - Giorgio Minisini - Gay.it

Giorgio Minisini vince l’oro mondiale nel nuoto sincronizzato e contro gli stereotipi di genere

Corpi - Redazione 8.2.24
sport-aics-tesseramento-alias

Tesseramento alias nello sport, la svolta di AICS: “Esaltare il valore dello sport come diritto umano”

Corpi - Francesca Di Feo 3.1.24
Russia, emesso mandato d'arresto per lə giornalista trans no-binary Masha Gessen - Masha Gessen - Gay.it

Russia, emesso mandato d’arresto per lə giornalista trans no-binary Masha Gessen

News - Redazione 12.12.23
US Open, per la prima volta 2 tenniste dichiaratamente LGBTQIA+ si sono sfidate in un Grande Slam - US Open per la prima volta 2 giocatrici dichiaratamente LGBTQIA si sono sfidate in un Grande Slam - Gay.it

US Open, per la prima volta 2 tenniste dichiaratamente LGBTQIA+ si sono sfidate in un Grande Slam

Corpi - Redazione 4.9.23
Bingham Cup

A Roma il torneo di rugby aperto alle persone transgender

Lifestyle - Redazione Milano 11.9.23
ShaCarri Richardson

È queer la donna più veloce del mondo, ecco chi è Sha’Carri Richardson

News - Francesca Di Feo 30.8.23