Il calciatore trans* Kumi Yokoyama dopo il coming out: “Giappone in ritardo rispetto al mondo”

L’atleta aveva fatto coming out a inizio 2021, ricevendo il plauso di Joe Biden.

Kumi Yokoyama coming out Gay.it
2 min. di lettura

Conoscere e vivere in due culture diametralmente opposte può far capire quanto effettivamente alcuni Paesi del mondo siano ancora indietro per quanto riguarda determinate tematiche. È quello che ha capito Kumi Yokoyama, atleta e calciatore di alto livello che a inizio anno ha fatto coming out come uomo transgender. Titolare nella Nazionale giapponese durante la Coppa del Mondo femminile nel 2019 e ora giocatore dei Washington Spirit negli Stati Uniti, la notizia del suo coming out ha ricevuto reazioni diverse nella terra a stelle e strisce e in patria.

Il Giappone ha una posizione controversa quando si tratta di tematiche e diritti LGBTQ+. La comunità queer giapponese è virtualmente invisibile, ogni tentativo di raggiungere l’uguaglianza richiede molto tempo per essere discusso pubblicamente e, sempre nel 2021, la Nazione non è riuscita a far passare la legge anti-discriminazione prima che si accendessero le fiaccole delle Olimpiadi di Tokyo. In Giappone anche il matrimonio tra le persone dello stesso sesso non è ancora legale e le leggi sono dure a cambiare, figlie di retaggi antichi che ancora guidano la vita e i pregiudizi delle persone – il che rende il Paese l’unico del G7 a non garantire il matrimonio egualitario. Non per questo, però, la situazione è del tutto invivibile. Più di 130 governi locali, infatti, offrono una sorta di unione civile, che permette comunque alle coppie queer di avere qualche diritto legale in più. Dal prossimo anno, le unioni civili verranno riconosciute anche a Tokyo.

Cosa c’entra tutto questo con il coming out di Kumi Yokoyama? Beh, è semplice. Se, dopo l’annuncio ufficiale, il presidente Joe Biden ha riservato parole di ammirazione per il giocatore – e per la star dei Las Vegas Raiders Carl Nassib – per il loro coraggio, il primo ministro giapponese Yoshihide Suga non ha avuto la stessa sensibilità. Yokoyama ricorda come le parole di Biden gli siano sembrate una sorta di miracolo, mentre non è rimasto più di tanto stupito dal silenzio di Suga. «È normale che non abbia detto niente», ha commentato, aggiungendo poi come il Giappone sia indietro rispetto al resto del mondo sui diritti LGBTQ+.

«Penso che molti giapponesi siano diventati più consapevoli dei problemi LGBTQ+ grazie a ciò che Biden ha twittato. Mi ha fatto sentire come se il Giappone fosse in ritardo rispetto al resto del mondo… ma sono felice di vedere la società giapponese fare progressi, in qualunque modo accada»

Kumi Yokoyama coming out Gay.it
Kumi Yokoyama e la proposta di matrimonio in campo

Le leggi arcaiche del Giappone riguardano anche le persone transessuali che, attualmente, devono sottoporsi agli interventi chirurgici di transizione ed essere sterilizzati prima di poter legalmente cambiare il loro sesso. Diversi attivisti lottano da anni per cambiare queste regole che, come le notizie dal resto del mondo ci fanno capire, sono ormai superate. Nonostante tutto, Yokoyama si dice però fiducioso verso il futuro, sostenendo come anche avere un «dibattito è un segno di progresso». Nel frattempo, il coming out ha dato anche al giocatore la forza e il coraggio di inginocchiarsi di fronte alla sua ragazza, Nami. I due si sono sposati in Virginia dopo la fine della stagione del NWSL.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
Parigi 2024, le drag queen Minima Gesté, Miss Martini e Nicky Doll sfilano con la torcia olimpica - Parigi 2024 le drag Minima Geste Miss Martini e Nicky Doll sfilano con la torcia olimpica - Gay.it

Parigi 2024, le drag queen Minima Gesté, Miss Martini e Nicky Doll sfilano con la torcia olimpica

Corpi - Redazione 16.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24
Sara Drago

Sara Drago: “La realtà è piena di diversità, sarebbe bellissimo interpretare un uomo” – intervista

Cinema - Luca Diana 11.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

Palermo aggressione omobitransfobica

Palermo, aggressione omobitransfobica, anche da parte di minorenni: “Se denunciate vi ammazziamo”

News - Francesca Di Feo 22.1.24
Sophia Bush di One Tree Hill fa coming out: "Sono queer, posso tornare a respirare. Amo Ashlyn Harris" - Sophia Bush di One Tree Hill fa coming out - Gay.it

Sophia Bush di One Tree Hill fa coming out: “Sono queer, posso tornare a respirare. Amo Ashlyn Harris”

Culture - Redazione 26.4.24
afghanistan-persone-transgender

L’Afghanistan a 3 anni dall’ascesa dei talebani: stupri, torture e violenze all’ordine del giorno per le persone transgender

News - Francesca Di Feo 2.4.24
Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L'omofobia trattata come banale lite in un parcheggio - jean pierre moreno - Gay.it

Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L’omofobia trattata come banale lite in un parcheggio

News - Redazione 15.3.24
Taylor Fritz, accuse di omofobia social. Cosa è successo e la replica del tennista - Taylor Fritz 1 - Gay.it

Taylor Fritz, accuse di omofobia social. Cosa è successo e la replica del tennista

Corpi - Redazione 21.2.24
Will & Harper, il doc on the road con Will Ferrell che racconta la transizione della sua amica Harper Steele - Will ill e Harper - Gay.it

Will & Harper, il doc on the road con Will Ferrell che racconta la transizione della sua amica Harper Steele

Cinema - Redazione 22.1.24
san-gregorio-magno-quindicenne-accoltella-il-padre

Ragazzo di 15 anni accoltella il padre che lo “accusa” di essere gay durante una lite domestica

News - Francesca Di Feo 18.12.23
Accusata di essersi inventata la recensione omofoba di un cliente, è morta la ristoratrice Giovanna Pedretti - Giovanna Pedretti - Gay.it

Accusata di essersi inventata la recensione omofoba di un cliente, è morta la ristoratrice Giovanna Pedretti

News - Redazione 15.1.24