Cathy La Torre: “Ho ridotto il seno perché le mie forme non corrispondevano alla mia identità non binaria”

"Da 30 anni non mi riconoscevo nel mio seno", ha rivelato l'attivista LGBT. "Ho superato la paura, la vergogna, l’imbarazzo, per afferrare quel pezzo di noi che restava sempre fuori, sempre estraneo".

Cathy La Torre: "Ho ridotto il seno perché le mie forme non corrispondevano alla mia identità non binaria" - Cathy La Torre - Gay.it
2 min. di lettura

Avvocato e attivista LGBT, Cathy La Torre è finita sotto i ferri per ridurre il proprio seno, ma non per scopi medici, bensì perché “le mie forme molto femminili non corrispondevano alla mia identità non binaria“. A parlarne apertamente dal letto d’ospedale la stessa Cathy, con LaRepubblica. 41 anni, Cathy La Torre ha precisato di non sentirsi a proprio agio “né con la definizione di maschile né con quella di femminile. Il mio corpo, il mio grande seno, mi facevano stare male, così ho preso questa decisione“.

La decisione di intervenire chirurgicamente ha preso forma a inizio settembre, quando La Torre è comparsa sul tappeto rosso della Mostra del Cinema di Venezia. All’epoca Cathy indossò un abito elegantissimo, scollato, sul red carpet di Madres Paralelas, film di Pedro Almodovar. “Mi sono sentita a disagio e questa sensazione mi ha ricordato un problema che mi portavo dietro da vent’anni. La mia difficoltà nel sentirmi rappresentata da un corpo prosperoso e femminile. Non ho tolto del tutto il seno, l’ho ridotto alle dimensioni “androgine” che mi si attagliano. Non è un intervento medico ma quello che serve per farti stare bene è un contributo al benessere della persona“.

Ed è qui che Cathy ha capito l’importanza della visibilità, a quanto possa servire mostrarsi e raccontarsi senza costrizioni di alcun tipo. “Perché mi sono resa conto che la mia esperienza può avere un valore per tanti ragazzi che oggi si definiscono non binari e che infatti mi hanno contattato a migliaia sui social. Le persone non binarie sono quelle che rifiutano di corrispondere agli stereotipi di genere, maschile e femminile. Questo non significa assolutamente che tutti debbano sottoporsi a interventi chirurgici, ma devono sapere di non essere soli“. Persone non binarie da non confondere con persone transgender, con La Torre che ha sottolineato come non si sottoporrà ad alcun cambio di sesso. “Quando arrivai a Bologna, quasi vent’anni fa, mi rivolsi al Mit (Movimento identità transessuale) perché pensavo che il passo giusto fosse quello, ma non era così. La mia transizione venne bocciata all’epoca perché io non mi sento un uomo, non sono pronta a cambiare voce o a farmi crescere la barba. Io ho bisogno di una cosa diversa, il mio corpo deve assomigliarmi di più, perché non mi sento di un genere diverso rispetto a quello femminile. Sento di non appartenere ai generi codificati“.

Dopo 20 anni di paure, Cathy ha trovato il coraggio per affrontare la chirurgia, da non demonizzare come troppo spesso accade, perché “non va stigmatizzato il tentativo di sentirsi meglio, se questo significa correggere la forma del proprio naso, aumentare o diminuire la dimensione del seno o non convivere con cicatrici terribili“. Al suo fianco non solo i genitori ma anche la sua compagna, dinanzi ad un’operazione a lungo agognata. “Ero arrivata al punto di non voler più uscire di casa per non idossare il reggiseno e non mostrarmi“. Ora, finalmente Cathy potrà farlo con assoluta serenità.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Angelina Mango Marco Mengoni

Angelina Mango ha in serbo una nuova canzone con Marco Mengoni e annuncia l’album “poké melodrama” (Anteprima Gay.it)

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
Jakub Jankto coming out

Jakub Jankto: “Agli altri calciatori gay dico di fare coming out. Non abbiate paura, non succede nulla”

Corpi - Redazione 17.4.24
Sandokan, c'è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi - Sandokan - Gay.it

Sandokan, c’è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi

Serie Tv - Redazione 18.4.24
Estranei di Andrew Haigh arriva su Disney+ - 003 001 S 02013 - Gay.it

Estranei di Andrew Haigh arriva su Disney+

Culture - Redazione 18.4.24
Amadeus, Sanremo Giovani 2023

Sanremo verso Mediaset, Amadeus in onda sul NOVE già a fine agosto con tre programmi

Culture - Mandalina Di Biase 18.4.24
Charli XCX e Troye Sivan partono in tour insieme

Charli XCX e Troye Sivan annunciano un tour insieme: “È l’evento gay della stagione”

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24

Hai già letto
queste storie?

Tango Queer Roma: il ballo fluido e liberato dagli stereotipi - maxresdefault - Gay.it

Tango Queer Roma: il ballo fluido e liberato dagli stereotipi

Culture - Emanuele Cellini 3.11.23
Gianna Nannini: "Sono natə senza genere, non ho categorie” - Gianna Nannini - Gay.it

Gianna Nannini: “Sono natə senza genere, non ho categorie”

Musica - Redazione 22.3.24
Intervista a Paul B Preciado - My Biographie Politique

Lə infinitə Orlando che ci donano il caos non binario, utopico e liberatorio: intervista a Paul B. Preciado

Cinema - Giuliano Federico 27.3.24
arcigay

Chi sono io? Un kit per andare a scuola senza paura

Guide - Redazione Milano 7.11.23
Chi è Eliot Sumner, figliə non-binary di Sting che interpreta Freddie Miles in Ripley - eliot sumner freddie ripley - Gay.it

Chi è Eliot Sumner, figliə non-binary di Sting che interpreta Freddie Miles in Ripley

Serie Tv - Redazione 8.4.24
lady oscar genere non binario

Se oggi un millennial riguarda Lady Oscar, che fine fa quel buon padre che voleva un maschietto?

Culture - Emanuele Bero 28.11.23
cena ozpetek

Come sopravvivere al pranzo con i parenti?

Lifestyle - Riccardo Conte 12.12.23
Galles, il 33% della popolazione si definisce queer - Galles - Gay.it

Galles, il 33% della popolazione si definisce queer

News - Redazione 21.12.23