Foto

Chi è Drew Starkey, che Guadagnino ha voluto nel suo “Queer” tratto da Burroughs – GALLERY

Chi è il giovane pupillo di Hollywood che all'età di 28 anni sta facendo battere il cuore al web?

ascolta:
0:00
-
0:00
drew starkey queer luca guadagnino daniel craig
drew starkey queer luca guadagnino daniel craig
2 min. di lettura

Avete letto Queer di William Burroughs?

Se no, affrettatevi perché le riprese del riadattamento cinematografico diretto da Luca Guadagnino sono alle porte.

Ad interpretare i panni di Allerton, militare della marina americana e oggetto del desiderio del protagonista Lee (interpretato dall’ex 007 Daniel Craig), sarà Drew Starkey.

Ma chi è il giovane pupillo di Hollywood che all’età di 28 anni sta facendo battere il cuore al web?

Classe 1993, alto 1.88, e sotto il segno del Gemelli, Starkey esordisce nel 2014 in The Radical Notion of Gene Mutation, piccolo corto che lo introduce nel circuito del cinema indipendente e art-house americano.

È solo il primo step prima di mettere piede nel mondo mainstream e familiarizzare sempre di più col grande pubblico: dopo qualche comparsata in serie come Ozark, Good Behavior, The Resident, Queen Sugar, e Starkey decolla nel cast di Outer Banks, serie Netflix su un gruppo di teenager alla ricerca di tesori nascosti e papà andati via.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Wonderland (@wonderland)

Si unisce anche al mondo del cinema in film come Il coraggio della verità – The Hate U Give, Mine 9, Il diritto di opporsi, Sotto attacco e Le strade del male, affianco Tom Holland e Robert Pattinson. Nel 2022 si unisce anche al cast di Hellraiser, reboot del classico horror (e queer) del 1987, affianco star LGBTQIA+ come Jamie Clayton e Brandon Flynn.

Nel frattempo, sui social guadagna un seguito non indifferente con oltre 3.1 milioni di followers su Instagram (@drewstarkey) e 55k su Twitter.

Super blindato riguardo la sua vita privata, ma secondo chiacchiere da corridoio nel 2016 Starkey avrebbe avuto una liasion con l’attrice Claire Van Der Linden, co-star nel corto Love is the Longest Con.

Seppur Queer è un capostipide della letteratura LGBTQIA+, sia Starkey che Craig sono entrambi due attori che si identificano pubblicamente come eterosessuali.

 

drew starkey queer luca guadagnino daniel craig
Drew Starkey con un amico

 

Informazione di cui a molti frega poco, incluso lo stesso Guadagnino: il regista di Bones and All è stato recentemente criticato dal web per far interpretare ruoli queer ad attori non parte della comunità LGBTQIA+ (come nel caso di Armie Hammer e Timothée Chalamet in Call Me By Your Name) ma per il regista il problema non sussiste.

Se dovessi prendere nel cast quello che le persone reputano più realistico per il ruolo, non sarei in grado di fare casting” spiegava Guadagnino un anno fa in un’intervista per The Independent “Non posso scegliere un uomo gay per interpretare Oliver. Devo scegliere Oliver per interpretare Oliver perché le identità degli uomini gay sono molteplici come i fiori nel regno della terra. Quindi, non esiste un’identità gay. Una persona gay è completamente diversa da un’altra con lo stesso orientamento sessuale”.

Che siate d’accordo o meno, non ci resta che aspettar per vedere Starkey all’opera e scoprire cos’ha in serbo per noi.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Film:

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24
triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24
L'artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché "a scuola diventerebbe gay" (VIDEO) - Bryce Mitchell - Gay.it

L’artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché “a scuola diventerebbe gay” (VIDEO)

Corpi - Redazione 24.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24

Leggere fa bene

Taylor Swift Queer o Lesbica oppure no (a destra in Gucci ai Golden Globe 2024)

Taylor Swift è lesbica o queer o forse no: ma è giusto chiederselo?

Musica - Mandalina Di Biase 9.1.24
Andrew Scott per Wonderland Magazine (2023)

Andrew Scott è stato snobbato agli Oscar perché gay?

Culture - Redazione Milano 27.2.24
Il Colore Viola (2024)

“Il Colore Viola”, tutto quello che sappiamo sulla nuova versione (anche) queer

Cinema - Redazione Milano 10.1.24
FEMME (UTOPIA)

Femme è il thriller queer in drag di cui abbiamo bisogno, il trailer – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 16.2.24
ROCKY HORROR SHOW

Perché Rocky Horror Picture Show è ancora uno spettacolo senza tempo

Culture - Riccardo Conte 27.11.23
Anne Hathaway in Eileen (2023)

Eileen, il film con Anne Hathaway: tra ossessione e donne ‘disgustose’

Cinema - Riccardo Conte 1.12.23
Maestro (Netflix, 2023)

Maestro: la vera storia di Leonard Bernstein e Felicia Montealegre

Culture - Riccardo Conte 4.12.23
Max Peiffer Watenphul. Dal Bauhaus all'Italia

Max Peiffer Watenphul e la scena queer mai più dimenticata della scuola Bauhaus

Culture - Redazione Milano 30.11.23