Chi è Ornella Infante, l’attivista transgender candidata come parlamentare in Argentina

Ha perso le elezioni ma ha trionfato nei cuori di chiunque.

ascolta:
0:00
-
0:00
@orneinfante
@orneinfante
2 min. di lettura

Ornella Infante non ha vinto le elezioni provinciali dello scorso 16 Aprile a Rìo Nigro, ma ha trionfato nei cuori di chiunque.

L’attivista LGBTQIA+ candidata per la lista Circuito Alto Valle Oeste e direttrice delle politiche antidiscriminatorie presso l’Istituto Nazionale contro Discriminazione, Xenofobia, e Razismo (INADI), sarebbe potuta essere la prima parlamentare transgender nella storia dell’Argentina, affiancata da Silvia Horne (che si candida come governatrice per la lista Vamos con Todos).

Voglio ringraziare tutti voi e tutte coloro che ci hanno votato” scrive Infante su Instagram, sottolineando che non ha la minima intenzione di restare in panchina: “Continueremo a lavorare intensamente per gli ultimi della fila. Il peronismo arriverà al governo e sarà pulito. La storia si prenderà cura di voi”.

Una candidatura, quella di Infante, non individuale ma parte di un’iniziativa collettiva all’interno dell’organizzazione politica Movimento Evita, di cui fa parte insieme a Horne da oltre dieci anni.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ornella Infante (@orneinfante)

L’unico modo per combattere l’odio che si diffonde dalla politica è con più politica” ha spiegato Infante al portale Agencias Presente, ribadendo l’importanza di passare potere decisionale alle persone che non trovano rappresentazione nella classe politica: dalla comunità LGBTQIA+ al movimento contadino indigeno ai lavoratori.

Motivata dagli scritti della politica e filantropa Evita Perón, per Infante è essenziale contrastare disinformazione e discorsi manipolatori, accesi da quell’estrema destra che vuole solo  “spostare il fulcro della discussione” dalle cause davvero importanti (appiattendo ulteriormente tutto ciò che ruota intorno i gruppi marginalizzati).

L’attivista non si limita a fare da ‘bandiera’ per la comunità transgender, ma mantiene un occhio attento alle urgenze di tutta la popolazione. Il suo primo obiettivo sarebbe stato quello di fornire acqua a quei quartieri che sono rimasti senza, ribadendo che l’accesso all’acqua potabile è un ‘diritto universale’ che deve coinvolgere chiunque.

Dichiara: “La via per non regredire nei diritti è raggiungere e sostenere governi nazionali e popolari, garantendo il pieno esercizio dei diritti sanciti, la loro promozione, e che i poteri operino di conseguenza”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
Sergio Mattarella 17 maggio giornata internazionale contro omofobia transfobia bifobia

17 maggio, Mattarella contro l’omobitransfobia: “Non è possibile accettare di rassegnarsi alla brutalità”

News - Redazione 17.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
queer palm, festival di cannes, i vincitori

Festival di Cannes. Tutti i film vincitori della Queer Palm dal 2010 ad oggi

Cinema - Gio Arcuri 17.5.24
Sethu, è uscito il suo primo album "Tutti i colori del buio"

Sethu e i colori del buio: “Canto per tendere una mano a me stesso e agli altri, dopo Sanremo la depressione” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 17.5.24

Leggere fa bene

Lucy Clark nella Storia come prima allenatrice trans del calcio femminile inglese - Lucy Clark - Gay.it

Lucy Clark nella Storia come prima allenatrice trans del calcio femminile inglese

Corpi - Redazione 2.2.24
San Lazzaro di Savena, la sindaca Conti registra il figlio di PierFilippo e Nino: "Non potevo restare indifferente" - San Lazzaro di Savena la sindaca Conti registra il figlio di PierFilippo e Nino - Gay.it

San Lazzaro di Savena, la sindaca Conti registra il figlio di PierFilippo e Nino: “Non potevo restare indifferente”

News - Federico Boni 14.12.23
Aleksander Miszalski al cracovia pride

Polonia, il nuovo sindaco di Cracovia si unirà al Pride e isserà la bandiera rainbow sul Municipio

News - Francesca Di Feo 10.5.24
Europee 2024, intervista a Monica Romano: “Femminismo, diritti e lavoro al centro, perplessa su Tarquinio candidato PD". E a Vannacci dice che... - Monica J. Romano - Gay.it

Europee 2024, intervista a Monica Romano: “Femminismo, diritti e lavoro al centro, perplessa su Tarquinio candidato PD”. E a Vannacci dice che…

News - Federico Boni 8.5.24
meloni orban

Italia al 25° posto su 27 in Europa sui diritti. Peggio di noi solo Ungheria e Polonia. Il report sui singoli voti all’Europarlamento

News - Federico Boni 15.4.24
tdor ungheria transgender

Ungheria, 60 persone transgender presentano ricorso al Tribunale Europeo dei Diritti dell’Uomo contro le leggi anti-trans

News - Francesca Di Feo 20.11.23
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Veganuary - Di Pazza e la cucina vegetale

Di Pazza: cos’è il Veganuary e l’insostenibile leggerezza del vegetale

Culture - Emanuele Cellini 11.1.24