Chiude Exodus, la più antica fautrice delle terapie riparative

L'organizzazione cristiana statunitense, che da più di 30 anni propone il cambiamento di orientamento sessuale e le terapie riparative chiude e chiede scusa: "Scusate per tutto il dolore arrecato".

Chiude Exodus, la più antica fautrice delle terapie riparative - exodus chiudeBASE 1 - Gay.it
2 min. di lettura
Chiude Exodus, la più antica fautrice delle terapie riparative - Gay.it

Exodus, una delle organizzazioni cristiane più impegnate nella promozione delle cosiddette terapie riparatrici, chiede scusa a gay e lesbiche e chiude i battenti. La notizia shock è stata data dallo stesso Alan Chambers, presidente di Exodus.
“E’ strano essere nella condizione di chi ha sofferto sia per il trattamento della chiesa nei confronti delle persone lgbt che in quella di chi deve chiedere scusa per essere stato parte di quel sistema di ignoranza che ha pepetrato quel dolore – scrive Chambers nelle sue scuse -. Oggi è come se mi fossi risvegliato con una maggiore consapevolezza di quanto doloroso sia essere un peccatore nelle mani di una chiesa arrabbiata”.

Chambers dice di non provare più, adesso, vergogna per i suoi sentimenti e le sue pulsioni omosessuali che “ora sono parte della mia vita e lo saranno per sempre”. “Mai al mondo ho voluto intenzionalmente ferire altre persone, ma l’ho fatto omettendo di riconoscere il dolore che molti affiliati ad Exodus provocavano e di condividere l’intera verità sulla mia storia personale – continua -. Le mie buone intenzioni importano poco e non alleviano le sofferenze che altri hanno provato per colpa mia. Le cose buone che abbiamo fatto con Exodus spariscono davanti a questo”.

Chiude Exodus, la più antica fautrice delle terapie riparative - Gay.it

“Sappiate che sono profondamente dispiaciuto – scrive ancora il presidente -. Sono dispiaciuto per il dolore che molti di voi possono aver provato, perché molti di voi hanno trascorso anni vergognandosi e sentendosi in colpa mentre le vostre attrazioni non cambiavano. Mi dispiace che abbiamo promosso il cambiamento dell’orientamento sessuale e terapie riparative che hanno stigmatizzato i genitori. Mi dispiace di non aver condiviso pubblicamente l’idea che le persone gay e lesbiche che conosco molto bene sono in gradi di essere fantastici genitori proprio come le persone etero che conosco. Mi dispiace di aver comunicato a tutti che voi e le vostre famiglie siete inferiori a me e alla mia”.

Nel comunicato che annuncia la chiusura della “più antica e grande organizzazione cristiana che si è occupata di fede e omosessualità per più di 30 anni”, il consigliere Tony Moore dichiara: “non neghiamo i modi in cui Dio ha usato Exodus per influire positivamente su migliaia di persone, ma c’è una nuova generazione di cristiani che vuole un cambiamento”.
La chiusura di Exodus darà vita ad una nuova organizzazione. “E’ una nuova stagione, una nuova generazione – ha spiegato Cjambers -. I nostri obiettivi sono di ridurre la paura e fare in modo che le chiese diventino comunità sicure, accoglienti e in grado di trasformarsi reciprocamente”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Coming out di massa di calciatori in Germania? Bundesliga pronta a scendere in campo contro l’omobitransfobia - Bayer Leverkusen - Gay.it

Coming out di massa di calciatori in Germania? Bundesliga pronta a scendere in campo contro l’omobitransfobia

Corpi - Redazione 11.4.24
Papa Francesco Dignitas Infinita - Chiesa Cattolica - Vaticano

Il documento del Vaticano che mette l’intera comunità LGBTI ai margini: teoria gender, surrogata, bambini e altre mistificazioni reazionarie

Culture - Giuliano Federico 8.4.24
Mahmood è in tour in Europa per presentare l'album "Nei letti degli altri"

Mahmood più libero che mai sul palco, il suo tour strega l’Europa e “Tuta gold” conquista il triplo disco di platino

Musica - Emanuele Corbo 9.4.24
Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un'icona sconfitta dall'amore - BackToBlack2024 - Gay.it

Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un’icona sconfitta dall’amore

Cinema - Federico Boni 11.4.24
Raffaella Carrà - la sua casa a Via Nemea 21 a Roma è in vendita

La casa di Raffaella Carrà a Roma Nord è in vendita, ma nessuna piazza ha il suo nome

Musica - Mandalina Di Biase 11.4.24
Ma Ricky Martin si è eccitato sul palco del Celebration Tour di Madonna? (VIDEO) - Ricky Martin sale sul palco del Celebration Tour di Madonna - Gay.it

Ma Ricky Martin si è eccitato sul palco del Celebration Tour di Madonna? (VIDEO)

Musica - Redazione 9.4.24

Continua a leggere

terapie di conversione terapie riparative

Negli USA oltre 1.300 “terapisti della conversione” torturano ancora le persone LGBT+, nonostante i divieti

News - Federico Boni 15.12.23
100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore - roberto vannacci - Gay.it

100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore

News - Redazione 7.12.23
reintegrato-coordinatore-cittadino-fdi-omofobo

Dentro Fratelli d’Italia se sei omofobo fai carriera: la storia di Alessio Butti

News - Francesca Di Feo 1.12.23
san-gregorio-magno-quindicenne-accoltella-il-padre

Ragazzo di 15 anni accoltella il padre che lo “accusa” di essere gay durante una lite domestica

News - Francesca Di Feo 18.12.23
Kenya, miliardi in fumo se dovesse essere approvata la nuova legge omobitransfobica - Kenya Cov - Gay.it

Kenya, miliardi in fumo se dovesse essere approvata la nuova legge omobitransfobica

News - Federico Boni 9.11.23
nigeria-arrestate-76-persone

Nigeria, arrestate 76 persone perché omosessuali a una festa di compleanno

News - Francesca Di Feo 24.10.23
studenti musulmani LGBTIQ

200 studenti musulmani lasciano la scuola per protesta contro personaggi LGBTQI+ sui libri

News - Francesca Di Feo 17.10.23
Viktor Orban - Giorgia Meloni - Ungheria, la legge anti-LGBTI+ ha un impatto devastante sulla nostra comunità

Ungheria, impatto devastante della legge anti-LGBTI+, il rapporto di Amnesty

News - Francesca Di Feo 28.2.24