Il CIO cancella le restrizioni sugli atleti transgender: “Basta affidarsi al testosterone”

Saranno le federazioni dei vari sport a decidere. Si parte dopo le Olimpiadi invernali del 2022.

Il CIO cancella le restrizioni sugli atleti transgender: "Basta affidarsi al testosterone" - Laurel Hubbard 1 - Gay.it
Laurel Hubbard, storica prima atleta transgender alle Olimpiadi
2 min. di lettura

Dopo due anni d’attesa e a pochi giorni dal Transgender Day of Remembrance, il Comitato Olimpico Internazionale ha eliminato ufficialmente quelle restrizioni ancora oggi attive sugli atleti transgender, affidando agli sport individuali la possibilità di stabilire le proprie regole sull’inclusione degli atleti transgender. Tutto ciò a partire da marzo 2022. Il CIO ha passato due anni a consultare più di 250 tra atleti ed esperti, stabilendo una volta per tutte che è sbagliato presumere che le donne trans possano avere un vantaggio automatico rispetto alle donne cisgender.

Nuove indicazioni assai più inclusive rispetto a quelle precedentemente decise nel lontano 2015. Il CIO ha infatti cancellato l’invasiva pratica di analizzare i livelli di testosterone, per decidere se un’atleta debba gareggiare tra le donne o gli uomini. Dopo approfondite ricerche, il livello di testosterone presente non è più considerato il fattore decisivo nel determinare se le donne trans debbano essere autorizzate a competere.

Non dobbiamo più considerare solo il testosterone“, ha detto a OutSports il direttore medico e scientifico del CIO Richard Budgett. “Ora è perfettamente chiaro che le prestazioni non sono proporzionali al tuo testosterone endogeno e insito. Ciò che ci interessa davvero è il risultato”.

Le attuali linee guida del CIO consentono alle donne transgender di competere nella categoria femminile se mantengono il loro livello totale di testosterone al di sotto di 10 nanomoli per litro per 12 mesi. Questa regola ha costretto le velociste namibiane Christine Mboma e Beatrice Masilingi, entrambe donne cisgender, a non poter competere a Tokyo 2020 a causa dei loro livelli naturalmente alti di testosterone. Ora le singole federazioni sportive saranno incoraggiate a concentrarsi sulle prove, sui risultati all’interno di tutte le competizioni, per definire le proprie politiche. Tuttavia, il quadro del CIO non è vincolante e resta ancora da vedere come risponderanno i singoli sport.  Ogni federazione dovrà decidere regole fondate su “una scienza robusta e sottoposta a revisione paritaria, che dimostri un vantaggio competitivo coerente, ingiusto e sproporzionato e/o un rischio per la sicurezza degli atleti“.

Le nuove linee guida del CIO sono pionieristiche perché riflettono qualcosa che sappiamo da tempo: che gli atleti e le atlete come me partecipano alle competizioni sportive senza alcun vantaggio competitivo, e che la nostra umanità merita di essere rispettata“, ha commentato Quinn, calciatrice del Canada. Joanna Harper, atleta transgender, si è invece detta contraria alle nuove indicazioni CIO, perché a suo dire “le donne transgender sono in media più alte, grosse e forti delle donne cisgender, e in molti sport queste caratteristiche rappresentano dei vantaggi“.

A Tokyo 2020 abbiamo visto la prima storica atleta transgender in gara, Laurel Hubbard, ritiratasi immediatamente dopo la propria gara nel sollevamento pesi.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24
Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24
BigMama date estive

BigMama parte per il “Pride Tour”: tutte le date per un’estate nel segno dell’orgoglio

Musica - Emanuele Corbo 24.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24

Leggere fa bene

Libri LGBT, cinque novità in libreria nella primavera 2024 - Libri LGBT primavera 2024 - Gay.it

Libri LGBT, cinque novità in libreria nella primavera 2024

Culture - Federico Colombo 8.5.24
I SAW THE TV GLOW (2024)

I Saw The TV Glow è il film horror trans* che aspettavamo?

Cinema - Riccardo Conte 25.1.24
trans-visibility-night-star-t-2024

Torino ospita la quarta edizione di Star.T: una notte dedicata alla visibilità trans per celebrare storie, talenti e memoria

Culture - Francesca Di Feo 15.3.24
Lombardia, si discute mozione Lega contro la Triptorelina per affermazione di genere di minori: ma è un atto precluso alle regioni - Transgender triptorelina - Gay.it

Lombardia, si discute mozione Lega contro la Triptorelina per affermazione di genere di minori: ma è un atto precluso alle regioni

News - Redazione 7.5.24
Gus Kenworthy ha ritrovato l'amore con Tyler Green. Le dolci foto social - Gus Kenworthy e Tyler Green cover - Gay.it

Gus Kenworthy ha ritrovato l’amore con Tyler Green. Le dolci foto social

Corpi - Redazione 15.3.24
Tom Daley, il figlio lo accoglie al ritorno dai mondiali vinti. L'emozionante abbraccio (VIDEO) - Tom Daley - Gay.it

Tom Daley, il figlio lo accoglie al ritorno dai mondiali vinti. L’emozionante abbraccio (VIDEO)

Corpi - Redazione 12.2.24
Jonathan Bailey a difesa delle persone trans* (Foto: ES Magazine)

Jonathan Bailey a difesa dellə adolescenti trans*: “Oggi più urgente che mai”

Cinema - Redazione Milano 18.12.23
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24