Crystal meth: nuovo boom di utilizzo negli Stati Uniti

Il Crystal meth aiuta a superare la depressione nella comunità LGBTI. E il consumo è maggiore in individui sieropositivi

Crystal meth: nuovo boom di utilizzo negli Stati Uniti - crystal meth - Gay.it
3 min. di lettura

Sembrano lontani i tempi in cui Ted Schmidt, uno dei protagonisti di “Queer as Folk” (la serie cult a tematica gay di Showtime), combatteva contro la dipendenza dal meth, la metanfetamina in cristalli utilizzata nelle discoteche e molto diffusa nella comunità omosessuale: la sostanza crea un falso senso di felicità e benessere, un impeto di iperattività e energia chiamato “rush”(scarica di adrenalina). La droga è caduta in disuso a partire dagli anni duemila, ma uno studio rivela che un nuovo boom di utilizzi si sta verificando in America.

ted_schmidt_queer_as_folk

Nel Centro LGBTI di New York ogni settimana si incontrano i membri della comunità che soffrono della dipendenza da questa sostanza: tra questi c’è Tommy, un ragazzo che sta combattendo per eliminare il meth dalla propria vita. Tommy è un ragazzo alto, bello, scuro: ha 29 anni ed è sieropositivo da quando ne aveva 20. Ha iniziato ad assumere la droga quando gli è stato diagnosticato l’HIV, e dopo 9 anni di utilizzo ha deciso di provare a uscirne: ora sono più di 3 mesi che non assume la sostanza. Nel primo periodo di disintossicazione si è buttato sul cibo: infatti la droga stimola il rilascio della dopamina, un ormone che influisce positivamente sull’umore ed è essenziale nella vita di tutti i giorni. Quando mangiamo il nostro corpo rilascia circa 150 unità di dopamina; quando fumiamo 250; quando assumiamo una dose di meth più di 1100, più del quadruplo di una normale sigaretta. Il problema è che questa droga provoca delle rischiosissime alterazioni nel cervello: inizialmente si verificano solo problemi di concentrazione, ma poi possono peggiorare e diventare disturbi ossessivo-compulsivi. La più grave conseguenza della dipendenza è l’insorgere del dismorfismo corporeo, uno stato depressivo grave dove si perde la coscienza del proprio corpo, fino al totale rigetto di quest’ultimo e a un progressivo esaurimento nervoso.

anthony_romano_hiv_meth

Negli anni recenti questa droga ha avuto un vero e proprio comeback nella comunità LGBTI: questa offre un economico e veloce aiuto al rilascio di dopamina, fondamentale per raggiungere uno stato di “felicità”. Secondo l‘American Psychological Association, la popolazione omosessuale americana è quella con il più alto tasso di depressione e ansia di tutta la nazione, ed è quindi più soggetta all’utilizzo di droghe di questo tipo. Peter Staley, un attivista dell’organizzazione umanitaria a sostegno dei malati di AIDS “Act Up”, afferma che secondo uno studio dell’associazione il consumo di meth è sceso drasticamente tra il 2004 e il 2011, ma è più che raddoppiato tra il 2011 e il 2014.  La maggior parte delle persone che utilizzano questa sostanza sono sieropositive. “Lo stato di New York non risolve nulla festeggiando la fine dell’epidemia dell’AIDS, se questa non è accompagnata da una campagna di prevenzione e sensibilizzazione sugli effetti devastanti del crystal meth“, afferma Staley.

La star Daniel Pintauro, popolare per la serie tv “Who’s the Boss?” (in italia “Casalingo Superpiù“), ha rivelato l’estate scorsa da Oprah Winfrey la sua battaglia con la dipendenza dal meth, dopo aver scoperto di essere sieropositivo. “L’utilizzo della droga mi ha portato ad esplorare la mia sessualità in un modo perverso: dalla sottomissione al bondage, fino a pratiche masochistiche“. La stessa cosa afferma Tommy, il ragazzo del Centro LGBT di New York: “Avevo un blog pornografico dove praticavo atti sessuali perversi e mi facevo di meth di fronte alla telecamera. La metanfetamina mi portava a sentirmi esibizionista e mi rendeva disinibito, e le pratiche più estreme mi attraevano in un modo oscuro quando mi facevo”. Ovviamente non si può generalizzare, ma spesso l’utilizzo di questo tipo di droghe pesanti è accompagnato dall’iniziazione a pratiche sessuali sadomasochistiche, volte all’annullamento del sé.

La relazione perversa tra HIV e utilizzo di meth rimane molto stretta, e sta subendo un incremento, dovuto forse anche alla stigmatizzazione della comunità omosessuale e in particolare dei suoi membri sieropositivi, colpiti da discriminazione e odio. La soluzione all’odio di se stessi e alla depressione viene trovata nella droga, che provoca solo un aumento dei problemi. Per questo bisogna sensibilizzare alla radice la comunità, affinché sia consapevole dei rischi che si corrono a lasciarsi andare in questo modo.

Per aiutare l’associazione “Act Up”, qui il link al loro sito, dove si possono anche fare donazioni.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Pierangelo Bucci 22.4.16 - 12:09

Basito di un articolo del genere che nemmeno Cronaca Vera...un coacervo di pregiudizi biechi e assurdi.

Trending

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24
Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: "Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa" - Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni - Gay.it

Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: “Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa”

Culture - Redazione 22.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

10 persone famose che convivono con l'HIV - 10 persone famose che convivono con lHIV - Gay.it

10 persone famose che convivono con l’HIV

Guide - Federico Boni 29.11.23
Giocattoli gender neutral

Finalmente arriva la sezione per giocattoli gender neutral

News - Redazione Milano 4.1.24
Madonna in lacrime ricorda a tuttə noi perché sia ancora importante combattere l'hiv/aids. L'emozionante discorso - VIDEO - Madonna aids hiv - Gay.it

Madonna in lacrime ricorda a tuttə noi perché sia ancora importante combattere l’hiv/aids. L’emozionante discorso – VIDEO

Musica - Redazione 5.12.23
Nex Benedict Gay.it

Nex Benedict uccisə dalla transfobia, spunta il video delle sue ultime parole alla polizia in ospedale

News - Redazione Milano 27.2.24
Ho l’HIV. Come prendermi cura di me stessə? - cover - Gay.it

Ho l’HIV. Come prendermi cura di me stessə?

Corpi - Gay.it 6.5.24
Deputata ugandese chiede la castrazione per i gay, gli USA le negano il visto per recarsi all'ONU - Sarah Achieng Opendi - Gay.it

Deputata ugandese chiede la castrazione per i gay, gli USA le negano il visto per recarsi all’ONU

News - Redazione 7.3.24
I film LGBTQIA+ della settimana 27 novembre/3 dicembre tra tv generalista e streaming - film hiv aids - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 27 novembre/3 dicembre tra tv generalista e streaming

Cinema - Federico Boni 27.11.23
Tim Walberg, bufera sul repubblicano che difende l'omofoba legge dell'Uganda "Kill the Gay" - Tim Walberg - Gay.it

Tim Walberg, bufera sul repubblicano che difende l’omofoba legge dell’Uganda “Kill the Gay”

News - Redazione 29.12.23