DDL Zan, Italia Viva tende la mano a Salvini e chiede voto in Senato prima delle ferie

Ma una legge ulteriormente svuotata, che vada ad escludere le persone transgender da qualsivoglia tutela, è la stessa comunità LGBT a NON volerla.

DDL Zan, Italia Viva tende la mano a Salvini e chiede voto in Senato prima delle ferie - Faraone - Gay.it
2 min. di lettura

Con il ddl Zan “vogliono insegnare ai bimbi di 6 e 7 anni teorie strane per cui non esistono maschietti e femminucce, ma siamo tutti fluidi“. Matteo Salvini ha sparato l’ennesima fake news nei confronti dell’attuale legge contro l’omotransfobia, misoginia e abilismo direttamente da Cortona, nel corso di un incontro pubblico per promuovere i referendum sulla giustizia. Non contento, ha annunciato di volerlo lasciare “agli altri, noi ci occupiamo di lavoro e famiglie. D’altronde Salvini e la Lega hanno detto tutto e il contrario di tutto, nel corso dell’ultimo anno. Prima gridavano al benaltrismo, perché in Italia non esiste l’omotransfobia, una legge simile è inutile e gli italiani vogliono altro. Poi, letti i sondaggi, hanno cambiato strada, chiedendo una legge diversa dal DDL Zan. Nel dubbio, hanno continuato ininterrottamente a diffondere fake news, h24. Eppure da Italia Viva, che ha teso la mano alla Lega nell’ultimo mese e mezzo, nessun passo indietro. Anzi.

Il partito di Matteo Renzi tira dritto nella sua guerra elettorale al Pd, tutta giocata sulla pelle della comunità LGBT, chiedendo modifiche e accordi al ribasso. Con voto immediato. “Registriamo che purtroppo immotivatamente si è allentata la tensione per l’approvazione del ddl Zan in Senato“, ha tuonato Davide Faraone, capogrupppo IV al Senato. “Abbiamo proposto la trattazione già dalla prossima settimana per approvare il provvedimento prima dell’estate. Speriamo tutti i gruppi accolgano positivamente la nostra richiesta”. Chiara la provocazione politica, a voler lasciare il famigerato cerino in mano ad Enrico Letta & Co., scaricando le responsabilità di un eventuale affossamento del DDL su altri.

Salvini getta la maschera e dice quel che noi sappiamo da tempo: il ddl Zan, molto semplicemente, non gli interessa“, ha risposto la senatrice Monica Cirinnà. “Questo vuol dire che smetterà di occuparsene, mettendo fine all’ostruzionismo mascherato da ricerca di surreali mediazioni con Italia Viva? Me lo auguro. Lasci il ddl Zan a chi vuole davvero approvarlo; a chi ha a davvero cuore la dignità delle persone, la sicurezza di tanti giovani che subiscono discriminazioni e violenze e la serenità delle loro famiglie. Cosa dirà, Salvini, a queste famiglie?“.

Ma Elena Bonetti, ministra per le pari opportunità nonché deputata di Italia Viva, rivela pubblicamente di ‘fidarsi’ di Matteo Salvini, “perché è al governo e perché risponderà davanti al Paese di un eventuale cambio di faccia”. Quello stesso “cambio di faccia” che il suo partito ha esplicitato nell’ultimo mese e mezzo, chiedendo modifiche ad un DDL co-scritto e già votato alla Camera.

Dinanzi ai senatori della Repubblica con le valigie pronte per andare in vacanza, checché ne dica Faraone il DDL Zan tornerà a palazzo Madama a fine estate, con quei mille e passa emendamenti (4 dei quali firmati IV) pronti ad affossare la legge al cospetto dei voti segreti. Ma una legge ulteriormente svuotata, che vada ad escludere le persone transgender da qualsivoglia tutela, è la stessa comunità LGBT a NON volerla.

DDL Zan, Italia Viva tende la mano a Salvini e chiede voto in Senato prima delle ferie - Schermata 2021 07 28 alle 09.56.06 - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24
Beatrice Quinta, da X Factor al primo EP

Beatrice Quinta: “Parlo sempre di sesso perché ho scoperto che posso godere” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

Peter Spooner, Rishi Sunak

“Chiedete scusa alle vittime di transfobia!” il padre di Brianna Ghey al primo ministro Sunak

News - Redazione Milano 8.2.24
Transgender triptorelina

Triptorelina, 35 associazioni trans* ed LGBTQIA+ chiedono di partecipare al tavolo tecnico per la revisione dei protocolli

Corpi - Francesca Di Feo 28.3.24
L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali - Sessp 11 - Gay.it

L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali

Corpi - Federico Colombo 28.12.23
Musk ospite di Giorgia Meloni ad Atreju, Crocini: “Lui padre con la GPA ospite di un partito che vuole abolirla” - Giorgia Meloni a Montecitorio con Elon Musk - Gay.it

Musk ospite di Giorgia Meloni ad Atreju, Crocini: “Lui padre con la GPA ospite di un partito che vuole abolirla”

News - Federico Boni 13.12.23
Venerdì 5 aprile ore 12 a Roma flashmob contro il DDL Varchi "GPA reato universale" del governo Meloni - famiglie arcobaleno parlamento - Gay.it

Venerdì 5 aprile ore 12 a Roma flashmob contro il DDL Varchi “GPA reato universale” del governo Meloni

News - Redazione 4.4.24
Careggi Transgender Triptorelina affermazione di genere Gasparri

Triptorelina, la malafede ideologica del governo italiano che fa propaganda sulla vita delle persone: anticipati i risultati dell’ispezione al Careggi di Firenze, ma qualcosa non quadra

Corpi - Francesca Di Feo 8.4.24
La Cassazione rigetta il ricorso di Pillon. Definitiva la condanna per diffamazione ai danni di un'associazione LGBTQIA+ - Simone Pillon - Gay.it

La Cassazione rigetta il ricorso di Pillon. Definitiva la condanna per diffamazione ai danni di un’associazione LGBTQIA+

News - Redazione 23.11.23
deumanizzat-bambin-trans-ideologia

Deumanizzatǝ: quando la vita di unǝ bambinǝ trans vale meno della propaganda di potere

Corpi - Francesca Di Feo 10.4.24