DDL Zan, Ostellari: “Arriviamo ad un nuovo testo condiviso”. Durissimo Zan: “Ci prende in giro”

Ma il presidente Ostellari finge di non sapere che un nuovo "testo condiviso" vorrebbe dire affossare definitivamente il ddl Zan.

ostellari
Andrea Ostellari, presidente commissione giustizia.
3 min. di lettura

Intervistato dal Corriere della Sera, il presidente della Commissione Giustizia in Senato Andrea Ostellari è tornato a parlare del ddl Zan, bloccato da 170 audizioni presentate dal centrodestra e da lui ammesse. Secondo il leghista autoproclamatosi relatore del testo, le audizioni non sono un problema, poiché “le ho già ridotte dalle 225 che erano alle attuali 170. Ma si potranno eventualmente ridurre nel corso della trattativa a cui ho invitato i capigruppo“.

Nonostante lo stralcio di 55 audizioni, per ascoltare tutte quelle approvate la commissione impiegherebbe quasi 5 mesi.

Ostellari si arrampica sugli specchi

Marco Cremonesi, autore dell’intervista, insiste sul fatto che la discussione sul ddl Zan sia già stata fatta alla Camera dei Deputati, con un testo identico a quello arrivato poi negli uffici di Palazzo Madama. Allora perché fare una nuova discussione?

Il testo approvato dalla Camera è diverso dai testi che erano sul tavolo della Commissione Giustizia a Montecitorio e sui quali si sono svolte le precedenti audizioni.

Sul testo attuale le divisioni sono molte, anche all’interno del centrosinistra. Le criticità del testo attuale sono ben note e non soltanto per quanto riguarda la Lega o il centrodestra: giuristi, la Conferenza episcopale, ma anche una parte della sinistra e la stessa Arcilesbica. Direi che il punto è stato detto bene dal vicepresidente Cei Giuseppe Baturi: “Tutelare la persona ma anche la libertà d’espressione”.

E sui partiti che ieri hanno inviato una lettera alla presidente del Senato, Ostellari parla di presunte aperture a modifiche anche nel Pd:

Io ho sentito delle aperture anche nel Pd. E ora voglio capire se c’è la volontà di arrivare a un nuovo testo condiviso. Se c’è, allora non credo che ci sarà una difficoltà delle parti a rinunciare a molte delle audizioni. Chiaro che se si dice “O Zan o nulla”, condividere diventa complicato.

L’apertura delle modifiche da parte di alcuni membri del Pd è quella arrivata da Andrea Marcucci, ex renziano.

Ma i rappresentati di Pd, Leu, M5s e Autonomie hanno già raccolto le firme e sono pronti a dichiarare  l’urgenza nell’approvazione, andando così a votare in Senato, senza relatore.

Una modifica ai punti critici del ddl Zan

Ma Ostellari si dice fiducioso, si troverà un accordo per modificare i punti più spinosi:

L’articolo 1, con l’identità di genere. L’articolo 4, dove si parla della libertà di espressione. E l’articolo 7, con la giornata contro l’omotransfobia che dovrebbe entrare nelle scuole di ogni ordine e grado.

Sulla giornata contro l’omotransfobia, Ostellari mostra poi di non conoscere nemmeno il testo di cui è relatore. Infatti, l’articolo 7 è stato modificato alla Camera, e la data del 17 maggio sarà celebrata solo dalle scuole che lo vorranno.

Il leghista parla di dialogo con tutte le parti. Proprio lui, che per mesi ha tenuto in ostaggio il testo. E per cercare di giustificare la sua resistenza, ecco che arriva la “tenuta del governo”:

Non lo so, ci potrebbero essere voti segreti… E se non si arrivasse a una maggioranza? Quale sarebbe il risultato per tutti? Che figura ci farebbero questo Parlamento e questa politica?

Zan: nuovo testo significa nuovo iter da zero

A seguito dell’intervista, Alessandro Zan, relatore del testo, è intervenuto su Twitter:

Sul Corriere, ennesima presa in giro di Ostellari sul ddl Zan. Un nuovo testo dovrebbe ricominciare iter, Senato e Camera. Vorrebbe dire far morire la legge contro i crimini d’odio, che è sempre stato ed è ancora il suo obiettivo. La destra non vuole questo provvedimento.

Infatti, Ostellari non sa o finge di non sapere che modificare il testo al Senato, comporta un ritorno alla Camera, facendo affondare definitivamente il ddl, ricominciando l’iter da zero. 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Papa Francesco non vuole più seminaristi gay e avrebbe usato parole offensive verso le persone omosessuali - papa francesco wow - Gay.it

Papa Francesco non vuole più seminaristi gay e avrebbe usato parole offensive verso le persone omosessuali

News - Redazione 27.5.24
Roland Garros 2024 al via, ecco le tenniste dichiaratamente queer in corsa per l'Open di Francia - Roland Garros 2024 al via ecco le tenniste dichiaratamente queer in corsa per lOpen di Francia - Gay.it

Roland Garros 2024 al via, ecco le tenniste dichiaratamente queer in corsa per l’Open di Francia

Corpi - Redazione 27.5.24
Marco Mengoni e Angelina Mango, arriva il duetto

Marco Mengoni duetta con Angelina Mango nell’album “poké melodrama”: svelati tutti gli ospiti

Musica - Emanuele Corbo 27.5.24
Marco Mengoni e Angelina Mango, arriva il duetto

Marco Mengoni duetta con Angelina Mango nell’album “poké melodrama”: svelati tutti gli ospiti

Musica - Emanuele Corbo 27.5.24
Simona Fatima Cira Aiello

Chi è Simona Aiello donna trans candidata con Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia alle comunali

News - Mandalina Di Biase 28.5.24
triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24

Continua a leggere

Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque - Famiglie Arcobaleno Sentenza Cassazione - Gay.it

Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque

News - Redazione 14.12.23
elon-musk-gina-carano

Licenziata da Disney per le sue battute omobitransfobiche, Elon Musk pagherà la battaglia legale di Gina Carano

News - Francesca Di Feo 15.2.24
legge-omobitransfobia-repubblica-ceca

Repubblica Ceca, modificata la legge sulle unioni civili. Riconosciuta l’esistenza delle famiglie arcobaleno

News - Redazione 30.4.24
papa-francesco-persone-trans

Papa Francesco come Giorgia Meloni: “Teorie gender pericolosissime, GPA da proibire a livello universale”

News - Redazione 8.1.24
Grecia, l'accorato discorso del premier conservatore Mitsotakis prima del voto sul matrimonio egualitario (VIDEO) - Kyriakos Mitsotakis - Gay.it

Grecia, l’accorato discorso del premier conservatore Mitsotakis prima del voto sul matrimonio egualitario (VIDEO)

News - Federico Boni 16.2.24
burocrazia unioni civili, guida alle top location per unioni civili in puglia

Il Liechtenstein ha legalizzato il matrimonio egualitario

News - Redazione 17.5.24
Steven Miles, il pornodivo bisessuale, Proud Boy e trumpiano, condannato a 24 mesi di carcere per l'assalto a Capitol Hill - Steven Miles - Gay.it

Steven Miles, il pornodivo bisessuale, Proud Boy e trumpiano, condannato a 24 mesi di carcere per l’assalto a Capitol Hill

News - Redazione 20.2.24
elezioni-indonesia-2024

Indonesia, estrema destra anti-LGBTI+ verso la vittoria, chi è Prabowo Subianto leader di Gerindra

News - Francesca Di Feo 16.2.24