E’ l’omofobia ad essere una malattia: lo dice una ricerca italiana

La tesi arriva da una autorevole studio pubblicato sul prestigioso The Journal of Medicine

E' l'omofobia ad essere una malattia: lo dice una ricerca italiana - violenza napoli 1 - Gay.it
3 min. di lettura
E' l'omofobia ad essere una malattia: lo dice una ricerca italiana - jannini - Gay.it

Da tanto molti attivisti lgbt lo sostenevano ma ora c’è una ricerca scientifica ad avvalorare la tesi che l’omofobia spesso si accompagna a “comportamenti psicotici, meccanismi di difesa immaturi e modalità di attaccamento piene di paura”. A sostenerlo è uno studio italiano dell’Università Tor Vergata di Roma e dell’Università degli Studi dell’Aquila, pubblicato giorni fa sulla prestigiosa rivista “The Journal of Sexual Medicine” e condotto con test psicometrici su 560 studenti universitari. Del team fa parte il professor Emmanuele A. Jannini (in foto), co-autore dello studio, docente di sessuologia medica a Tor Vergata e presidente della Società Italiana di Andrologia e Medicina Sessuale: “Dopo aver discusso per secoli se l’omosessualità è da considerarsi una malattia, per la prima volta abbiamo dimostrato che la vera malattia da curare è l’omofobia, che si associa a psicopatologie potenzialmente gravi“, ha dichiarato lo studioso.

E' l'omofobia ad essere una malattia: lo dice una ricerca italiana - omofobiascuolaSF1 - Gay.it

Per dimostrare la loro tesi, Jannini e gli altri autori dello studio hanno reclutato 560 studenti universitari tra i 18 ed i 30 anni, in gran parte (97%) eterosessuali, e sottoposto loro test psicometrici. Agli studenti sono stati sottoposti quattro questionari: uno sull’omofobia – elaborato da tre ricercatori statunitensi, Wright, Adams e Bernat che con 25 domande misurano il livello di omofobia -, uno sui meccanismi di difesa, uno sulle modalità di attaccamento ed infine uno sullo psicoticismo (una dimensione della personalità che porta con sé comportamenti comportamenti aggressivi, impulsivi e scarsamente empatici). Ed i risultati, per certi versi già conosciuti ma mai oggetto di approfondite ricerche scientifiche, non si sono fatti attendere.

“La discriminazione verso gli omosessuali – si legge nelle premesse – deve essere condannata e questo studio ha indagato alcuni aspetti psicologici che predispongono i soggetti eterosessuali ad avere atteggiamenti negativi verso le persone omosessuali. L’omofobia è un fenomeno ampiamente descritto da vari punti di vista socioculturali, ma le caratteristiche intrapsichiche o patologiche delle personalità non sono state esaurientemente esplorate.”

“Abbiamo scoperto – continua l’interessantissimo studio – che lo “psicoticismo” ha rappresentato un importante fattore di rischio per l’omofobia, a dimostrazione che i tratti patologici della personalità sono coinvolti in atteggiamenti omofobici. Non può pertanto escludere che, in alcuni individui, l’omofobia è legata ad aspetti psicopatologici dello spettro psicotico, come nei casi di psicosi infraclinica o latente. In altre parole, il legame tra i livelli di omofobia e di psicoticismo riguarda ed attraversa eventuali disturbi relazionali e di pensiero”. “Se supponiamo che i soggetti con un elevato livello di psicoticismo percepiscono la realtà esterna come una minaccia e proiettano la loro rabbia, per esempio, contro le persone omosessuali – continua lo studio -, le persone con tratti depressivi potrebbero indirizzare la rabbia soprattutto contro se stessi. Pertanto, i soggetti con depressione hanno un rischio minore di sviluppare comportamenti omofobici“.

E' l'omofobia ad essere una malattia: lo dice una ricerca italiana - miur omofobia scuola4 - Gay.it

“I nostri dati – si legge ancora – hanno rivelato che meccanismi di difesa immaturi prevedono l’omofobia, sottolineando che un atteggiamento negativo verso gli omosessuali è influenzato ancora una volta da aspetti disfunzionali della personalità. I meccanismi di difesa immaturi sono, infatti, attivati ​​durante gli stati di angoscia e di ansia ed è possibile che l’omosessualità generi reazioni primitive di difesa in soggetti con elevati livelli di omofobia”.

“Abbiamo scoperto – conclude lo studio – che le persone con modalità di attaccamento al prossimo piene di paura ed insicure sono caratterizzate da elevati livelli di omofobia e questo potrebbe essere spiegato con la paura del prossimo e, nello specifico, delle persone omosessuali. Le modalità di attaccamento piene di paura sono caratterizzate da un modello negativo di sé e anche da un modello negativo degli altri e, soprattutto, elevati livelli di ansia ed evasione caratterizzano questi tipi di attaccamento insicuri”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

GLORIA! (2024)

Le ragazze ribelli di Gloria! Tutto sul primo sovversivo film di Margherita Vicario

Cinema - Redazione Milano 22.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24
glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24
Roberto Vannacci

Roberto Vannacci avrebbe truffato lo Stato secondo l’indagine della procura militare

News - Giuliano Federico 24.2.24
adolescente-non-binari-aggressione-oklaoma (1)

USA, Nex Benedict, sedicenne non binariǝ, muore dopo un’aggressione transfobica a scuola

News - Francesca Di Feo 21.2.24

Leggere fa bene

uomini-transgender-gravidanza

Uomini transgender e gravidanza, perché parlare di rischi? Parola al dottor Converti, presidente di Amigay

News - Francesca Di Feo 24.1.24
testing-week-europea-2023-novembre

Torna la Testing Week Europea 2023 per HIV, IST ed Epatiti: ecco date, orari e sedi per partecipare

Corpi - Francesca Di Feo 17.11.23
Palermo aggressione omobitransfobica

Palermo, aggressione omobitransfobica, anche da parte di minorenni: “Se denunciate vi ammazziamo”

News - Francesca Di Feo 22.1.24
torino i genitori non accettano l'omosessualità lui tenta il suicidio

Nichelino, coppia gay perseguitata dopo l’unione civile

News - Redazione 22.11.23
transgender Harli Marten su Unsplash

Pazienti trans e gender diverse: le 10 Raccomandazioni Assisi per un’oncologia più inclusiva

Corpi - Francesca Di Feo 21.10.23
angelo duro omosessuale

Il monologo di Angelo Duro intriso di omofobia: gay che dovrebbero picchiare omofobi, r*cch*oni eccetera – VIDEO

Culture - Redazione Milano 31.10.23
ViiV Gay.it PrEP Camp Roma Novembre 2023

PrEP Camp, è tempo di attivismo in Italia

Corpi - Daniele Calzavara 9.11.23
(In copertina Matthew a Roma nel 1993: Shepard amava l'Italia e la cultura italiana. Courtesy of Smithsonian, donazione di Judy e Dennis Shepard)

Matthew Shepard, gli amici lo ricordano 25 anni dopo il brutale omicidio omofobo che sconvolse il mondo

News - Redazione 13.10.23