L’editing genetico per eliminare l’HIV dall’organismo. Al via le sperimentazioni negli Stati Uniti

Un team americano ed italiano punta all'applicazione della tecnologia CRISPR/Cas9 per l'eradicazione totale del virus HIV. "Potremmo avere la cura entro 3-4 anni", sostiene il prof. Ferrante.

hiv gene sieropositive contagi cancro dei gay
HIV Nuova vaccino in arrivo
2 min. di lettura

Estirpare l’HIV grazie all’editing genetico? È stata appena approvata per l’inizio della sperimentazione sull’uomo dalla Federal Drug Administration, l’ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti farmaceutici e delle terapie mediche, la cura genica volta ad eradicare del tutto il virus dell’immunodeficienza umana dagli individui contagiati. Il farmaco EBT-101, sviluppato anche con il contributo del team del prof. Pasquale Ferrante dell’Università Statale di Milano, ha dato prova di efficacia negli esperimenti effettuati sui topi, mentre sulle cellule umane nello studio in vitro. Dietro allo sviluppo della terapia campeggia la tecnologia CRISPR/Cas9, che ha permesso alle due scienziate Emmanuelle Charpentier e Jennifer A. Doudna di ottenere il Premio Nobel per la Chimica nel 2020.

Le pratiche di modifica genetica, avanguardia della biotecnologia, potrebbero quindi rappresentare la strada per l’eliminazione definitiva del virus dall’organismo dei pazienti infetti, che oggi combattono l’HIV con numerosi farmaci, che tuttavia si limitano a bloccare il processo di replicazione, non ad eradicarlo. Come illustrato dal prof. Ferrante in un’intervista a la Repubblica, la difficoltà nella rimozione del virus è legato al fatto che quando l’HIV entra in contatto con un organismo, “integra il suo genoma all’interno di quello della cellula”:

Quindi una cellula infettata conserva nel suo genoma l’informazione genetica per produrre il virus. Questo significa che finché c’è una cellula infettata (che può essere un linfocita, un linfonodo o un altro tipo di cellula) il soggetto rimarrà infetto. 

In principio, il sistema messo a punto da Charpentier e Doudna è stato applicato al caso dell’HIV dal prof. Kamel Khalili della Temple University, con lo scopo di superare lo scoglio maggiore dell’eradicazione completa del virus. Infatti, la tecnologia CRISPR prevede l’intervento dell’enzima Cas9 in collaborazione con alcuni segmenti di Rna con un ruolo di conduttore, che permettono l’individuazione delle sequenze dell’HIV nell’intero genoma umana. Una ricerca dettagliata, approfondita e mirata, che si scontra con la capacità del virus di trascrivere il proprio genoma in zone diverse del corpo.

La sperimentazione clinica inizierà negli Stati Uniti nella rete di ospedali che collaborano con la Temple University, che ha sede a Filadelfia, nello stato della Pennsylvania. “Se tutto va bene, si potrebbe avere disponibilità di questa cura entro 3-4 anni“, ha sottolineato fiducioso il prof. Ferrante, che ha evidenziato come questa potrebbe rappresentare la più grande applicazione della tecnologia CRISPR a livello mondiale, priva di quelle controversie di carattere etico che trascina con sé ogni forma di modifica genetica:

Quello che andremmo a togliere dal genoma umano, infatti, è qualcosa che non ne faceva parte già da prima. Toglieremmo solo dei geni virali che sono arrivati dall’esterno e che quindi sappiamo non avere alcuna possibile funzione essenziale o comunque benefica per il nostro organismo. Andiamo a rimuovere, insomma, un agente esterno che entra in un soggetto che ne farebbe volentieri a meno

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
L'artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché "a scuola diventerebbe gay" (VIDEO) - Bryce Mitchell - Gay.it

L’artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché “a scuola diventerebbe gay” (VIDEO)

Corpi - Redazione 24.5.24
Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: "Solo l'amore conta" - Bari il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme - Gay.it

Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: “Solo l’amore conta”

News - Redazione 24.5.24
BigMama date estive

BigMama parte per il “Pride Tour”: tutte le date per un’estate nel segno dell’orgoglio

Musica - Emanuele Corbo 24.5.24

Hai già letto
queste storie?

Chi ha paura di un pene eretto? Polemiche UK per la serie Un Uomo Vero: "Porno di basso livello" - tom pelphrey b31035 - Gay.it

Chi ha paura di un pene eretto? Polemiche UK per la serie Un Uomo Vero: “Porno di basso livello”

News - Redazione 15.5.24
Vivere con hiv - la testimonianza di Enrico

Vivere con il virus: “L’Hiv è stato una grande occasione per prendermi cura di me stesso”

Corpi - Daniele Calzavara 22.3.24
eyes wide shut

Durante le feste si fa più sesso?

Lifestyle - Riccardo Conte 18.12.23
Le relazioni e il sesso come territorio ambiguo: "Di me non sai", intervista a Raffaele Cataldo - Sessp 41 - Gay.it

Le relazioni e il sesso come territorio ambiguo: “Di me non sai”, intervista a Raffaele Cataldo

Culture - Federico Colombo 19.3.24
Vivere con Hiv testimonianza Enrico

Vivere con l’Hiv, la testimonianza di Enrico: “Quando l’ho detto al mio compagno questa è stata la sua risposta”

Corpi - Daniele Calzavara 14.3.24
"Hiv, ne parliamo?", al via la campagna ispirata a storie vere - HIV. Ne Parliamo - Gay.it

“Hiv, ne parliamo?”, al via la campagna ispirata a storie vere

Corpi - Daniele Calzavara 28.11.23
Olimpiadi Parigi 2024, 300.000 preservativi per tutti gli atleti in gara - Olimpiadi profilattici - Gay.it

Olimpiadi Parigi 2024, 300.000 preservativi per tutti gli atleti in gara

Corpi - Redazione 20.3.24
"How to have sex", l’esordio di Molly Manning Walker: il mondo ci vuole espertə come adulti e inconsapevoli come bambini - Matteo B Bianchi 1 - Gay.it

“How to have sex”, l’esordio di Molly Manning Walker: il mondo ci vuole espertə come adulti e inconsapevoli come bambini

Cinema - Federico Colombo 17.4.24