Gay aggredito a Pordenone: diffusi i nomi degli aggressori

Due ventenni e un quarantenne sono stati identificati dalla polizia come i responsabili del pestaggio di un giovane omosessuale disabile. Le associazioni: "Il governo intervenga ora contro l'omofobia"

Gay aggredito a Pordenone: diffusi i nomi degli aggressori - pestaggio disabileBASE - Gay.it
2 min. di lettura

La polizia li ha identificati e adesso sono oggetto delle indagini che riguardano il pestaggio del giovane gay disabile di Pordenone avvenuto a fine gennaio scorso e reso noto solo qualche giorno fa. Sono Nicola Tuan, 22 anni di Pordenone, Federico Scabbio, 21 anni di Porcia, e Stefano Ostaria, 43 anni di Pordenone anch’egli.
I tre balordi avrebbero anche ammesso, durante una dichiarazione resa alla polizia, che non avendo niente di meglio da fare, avevano deciso di "dare una lezione ai froci del Bronx" come viene chiamato il quartiere nei pressi della stazione dove si possono fare incontri gay. Poi l’alibi che hanno cercato inutilmente di crearsi, secondo il quale avevano sentito dire che in quella zona c’era un pedofilo.

Purtroppo, non era certo la prima volta che la vittima di questa agressione omofoba, si ritrovava a subire una tale violenza fisica. Già nel 2002 venne picchiato dall’ex compagno che lo ridusse in fin di vita procurandogli le lesioni che hanno provocato la disabilità di cui adesso il giovane soffre, nonostante glianni di cure e terapie. E probabilmente perché l’aggressione di gennaio ha risvegliato in lui l’incubo di quella terribile esperienza, il ragazzo non ha voluto farsi curare al ronto soccorso né sporgere denuncia. Molti, a quanto pare, i testimoni del fatto, tra cui anche il padre del ragazzo che sarebbe dovuto andarlo a prendere venti minuti prima rispetto a quando è arrivato. "Sono arrivato intorno alle 21.30 sotto il teatro Verdi. Dovevo arrivare venti minuti prima – dice l’uomo -, ma ho avuto un contrattempo famigliare. Quando stavo arrivando ho visto un uomo che lo aggrediva e sono riuscito a vederlo in faccia, ma non a prenderlo. Dopo poco è arrivata la volante della polizia".
Uno dei tre aggressori, Taun, è anche indagato per alcune scritte razziste che avrebbe fatto, ma nega di avere picchiato il giovane omosessuale. Tramite il suo avvocato, il 22enne ha fatto sapere di essere stato sì presente al pestaggio, ma di essersi limitato a guardare senza prendervi parte direttamente e di non avere mai ammesso alla polizia di averlo fatto.

"Il Parlamento e il Governo – dice Imma Battaglia, presidente di Di’Gay Project –  estendano la legge Mancino del 1993 che punisce con aggravanti da sei mesi a quattro anni chi commette o incita a commettere atti discriminatori anche verso omosessuali e transessuali. Serve una legge anti omofobia che contrasti i reati d’odio contro gay e trans. Il caso di Pordenone è da questo punto di vista esemplare. Parlamento e Governo agiscano in fretta".
"Il nuovo terribile episodio di violenza omofoba ai danni di un ragazzo gay disabile a Pordenone non può lasciarci fermi di fronte all’immobilità delle Istituzioni. Continuiamo a richiedere con forza al Governo di intervenire urgentemente per la tutela fisica e morale di migliaia di persone che rischiano di essere vittime dell’odio e dei pregiudizi nel nostro Paese – dice in una nota Aurelio Mancuso, presidente nazionale diArcigay -. Il Parlamento deve far rendere legge le norme contro l’omofobia, di cui è relatrice l’onorevole Concia, bloccate nella discussione alla Camera. Altrimenti ci saranno troppe altre vittime innocenti che saranno colpite nel silenzio". 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24
Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24
Billie Eilish, è uscito il nuovo album "Hit Me Hard and Soft"

Billie Eilish ritrova se stessa e plasma di nuovo il pop alla sua (gigante) maniera

Musica - Emanuele Corbo 21.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

uganda uomo arrestato

Uganda, la Corte Costituzionale conferma la terribile legge omobitransfobica

News - Redazione 4.4.24
reintegrato-coordinatore-cittadino-fdi-omofobo

Dentro Fratelli d’Italia se sei omofobo fai carriera: la storia di Alessio Butti

News - Francesca Di Feo 1.12.23
albania-diritti-lgbtqia

Albania, tutte le promesse non mantenute dal governo in ambito di diritti LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 5.1.24
Cesena, Forza Nuova affisse manifesti funebri per le unioni civili. Mirco Ottaviani assolto dalla Corte d'Appello - Cesena Forza Nuova 1 - Gay.it

Cesena, Forza Nuova affisse manifesti funebri per le unioni civili. Mirco Ottaviani assolto dalla Corte d’Appello

News - Redazione 21.3.24
Sospesa Messico-USA per cori omofobi. E Chilavert attacca Vinicius in lacrime: "Il calcio non è da fr*ci" - Matt Turner e Vinicius - Gay.it

Sospesa Messico-USA per cori omofobi. E Chilavert attacca Vinicius in lacrime: “Il calcio non è da fr*ci”

News - Redazione 27.3.24
Marius Madalin Musat e Jonathan Bazzi

Jonathan Bazzi “Cos’ha Milano di inclusivo e anticlassista?”, aggredito in Porta Venezia con il suo compagno Marius Madalin Musat

News - Redazione Milano 4.1.24
Massimiliano Di Caprio - titolare della Pizzeria Dal Presidente di Napoli, arrestato in un'inchiesta per camorra condotta dalla Dda sul clan Contini

Pubblicò violente parole contro gay e lesbiche nel 2022, Massimiliano Di Caprio arrestato in un’indagine per camorra

News - Redazione Milano 15.5.24
Josh Cavallo replica agli omofobi che continuano a minacciarlo di morte - Josh Cavallo - Gay.it

Josh Cavallo replica agli omofobi che continuano a minacciarlo di morte

Corpi - Redazione 20.12.23