Nicola Sturgeon si dimette da premier di Scozia dopo 8 anni di sostegno ai diritti LGBTQI+

Le associazioni LGBTQI+ britanniche l'hanno definita"un'alleata" nonché un esempio per i leader di tutto il mondo. Ora c'è preoccupazione per chi ne prenderà il posto.

ascolta:
0:00
-
0:00
Nicola Sturgeon si dimette da premier di Scozia dopo 8 anni di sostegno ai diritti LGBTQI+ - Nicola Sturgeon - Gay.it
3 min. di lettura

Dopo otto anni di governo, Nicola Sturgeon, 52enne premier scozzese, ha ieri annunciato le sue dimissioni. Un fulmine a ciel sereno che la stessa Sturgeon ha voluto motivare nel corso di un’affollata conferenza stampa.

“Nella mia testa e nel mio cuore so che è arrivato il momento, che è il momento giusto per me, per il mio partito e per il paese, e annuncio quindi oggi la mia intenzione di dimettermi da Primo ministro e leader del mio partito”.

Esattamente come la dimissionaria premier neozelandese Jacinda Ardern, che poche settimane fa ha annunciato il suo addio alla politica perché “esausta“, anche Sturgeon ha candidamente parlato di necessità private, famigliari, del non poter banalmente prendersi un caffè con suo marito in un qualunque bar. “Sono un essere umano oltre che un politico”, ha precisato Nicola, sottolineando di aver potuto vivere per otto anni “il lavoro più bello del mondo“. Ma evidentemente anche uno dei più stressanti.



Sturgeon ha smentito i rumor circolati poco dopo il suo annuncio, legati ad un’eventuale rottura dopo alcune decisioni politiche prese negli ultimi mesi, parlando di una decisione maturata da tempo. Fino a quando il suo partito non deciderà il suo successore rimarrà premier.

La recente legge sull’autodeterminazione di genere ha sancito una storica rottura con il governo del Regno Unito, che ha per la prima volta impugnato quanto deciso dal governo scozzese, ma Sturgeon, a domanda precisa se fosse stato proprio questo a far traboccare il vaso, ha negato, per poi definirsi “una voce per l’inclusione, l’uguaglianza, i diritti umani e la dignità. Sono stata e sarò sempre una femminista. Combatterò per i diritti delle donne e mi opporrò a chi minaccia i diritti delle donne ogni giorno che avrò fiato in corpo. Ma difenderò anche qualsiasi gruppo stigmatizzato, discriminato, emarginato e vulnerabile nella società”.

E ha insistito: “Chiamatemi ottimista, ma credo che queste cose debbano, in qualsiasi società progressista, liberale e inclusiva, trovare il modo di coesistere. Qualunque sia il ruolo che svolgerà in politica nel prossimo futuro, cercherò sempre di fare tutto il possibile per trasformarlo in realtà”.

Il governo scozzese, che vuole anche vietare le terapie di conversione, ha detto sì all’autodeterminazione transgender a fine dicembre del 2022. Una legge che semplifica il processo per cambiare genere da un punto di vista legale, abbassando l’età in cui le persone possono richiedere un certificato di riconoscimento di genere (GRC) – un documento legale che conferma un cambiamento di genere – da 18 a 16 anni. La legge elimina anche la necessità di una diagnosi medica di disforia di genere, con i richiedenti che dovranno aver vissuto il sesso acquisito per tre mesi anziché due anni – o sei mesi se hanno 16 o 17 anni.

Il governo del Regno Unito ha bloccato la legge scozzese, perché a loro dire in conflitto con la tutela all’uguaglianza in vigore in tutta la Gran Bretagna. È la prima volta che una legge scozzese viene bloccata perché in contrasto con una legge del Regno Unito. Nicola Sturgeon, sconcertata da simile decisione, l’aveva definito un “attacco frontale” al parlamento scozzese, annunciando una dura opposizione. Il dibattito si è poi riaperto a fine gennaio quando una donna trans è stata accusata di aver stuprato un’altra donna in un carcere femminile.

Le associazioni LGBTQI+ britanniche hanno ringraziato Sturgeon per i suoi otto anni di governo, definendola “un’alleata” nonché un esempio per i leader di tutto il mondo. Ora c’è preoccupazione per chi ne prenderà il posto, temendo che chiunque essə sia potrebbe abbandonare la strada dei diritti delle persone transgender, onde evitare lo scontro frontale con il governo del Regno Unito.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard - Xavier Dolan - Gay.it

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard

News - Federico Boni 1.3.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24
Roberto Vannacci e Marco Mengoni a Sanremo con un pantalone di Fendi

Vannacci attacca il Pride e irride Marco Mengoni per la gonna che è un pantalone

News - Giuliano Federico 1.3.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24

Hai già letto
queste storie?

elly schlein partio democratico

Elly Schlein: “Meloni ha giù fallito, l’alternativa è l’eguaglianza”

News - Redazione Milano 11.11.23
Sammy Mahdi, il politico belga di destra che ha vinto lo show drag Non sono una Signora - Sammy Mahdi - Gay.it

Sammy Mahdi, il politico belga di destra che ha vinto lo show drag Non sono una Signora

News - Redazione 28.9.23
Bersani su Vannacci: "Se diamo dell’anormale a un gay, possiamo dare del cogli*ne a un generale?”. Il video è virale - bersani - Gay.it

Bersani su Vannacci: “Se diamo dell’anormale a un gay, possiamo dare del cogli*ne a un generale?”. Il video è virale

News - Redazione 4.9.23
Tim Walberg, bufera sul repubblicano che difende l'omofoba legge dell'Uganda "Kill the Gay" - Tim Walberg - Gay.it

Tim Walberg, bufera sul repubblicano che difende l’omofoba legge dell’Uganda “Kill the Gay”

News - Redazione 29.12.23
THE GENDER SPECTRUM COLLECTION

Regno Unito, transfobia in ospedale: donne trans bandite dai reparti femminili

Corpi - Redazione Milano 4.10.23
L'estate italiana dell'omobitransfobia, Zan: "Il Governo Meloni è corresponsabile, chi lo nega è complice" - alessandro zan - Gay.it

L’estate italiana dell’omobitransfobia, Zan: “Il Governo Meloni è corresponsabile, chi lo nega è complice”

News - Federico Boni 8.9.23
Monza, consiglio comunale - La protesta durante la bocciatura della mozione "Caro Sindaco, trascrivi"

“A Monza il sindaco del PD ha abbandonato le famiglie omogenitoriali, serve un coraggio radicale”

News - Giuliano Federico 15.12.23
Finlandia, gay e unito civilmente Pekka Haavisto vola al ballottaggio presidenziale contro Alex Stubb - Pekka Haavisto - Gay.it

Finlandia, gay e unito civilmente Pekka Haavisto vola al ballottaggio presidenziale contro Alex Stubb

News - Federico Boni 29.1.24