Jordan Henderson, il capitano del Liverpool paladino dei diritti LGBTQIA+ va a giocare in Arabia. È polemica

700.000 sterline a settimana, 35 milioni l'anno. Da sempre in prima linea contro l'omobitransfobia, il calciatore inglese giocherà in uno dei Paesi più omobitransfobici al mondo.

ascolta:
0:00
-
0:00
Jordan Henderson, il capitano del Liverpool paladino dei diritti LGBTQIA+ va a giocare in Arabia. È polemica - Jordan Henderson 2 - Gay.it
3 min. di lettura

Nel mondo del calcio l’estate 2023 verrà ricordata a lungo come la stagione in cui l’Arabia Saudita entrò a gamba tesa sulla ricchissima industria del pallone, acquistando e strapagando calciatori da qualunque campionato. In principio fu Cristiano Ronaldo, un anno fa, per poi spalancare le porte a decine di colleghi ingolositi dai petroldollari sauditi, elargiti senza alcun limite di decenza. L’Arabia punta infatti ai mondiali di calcio del 2034, con un fondo sovrano da oltre 2 miliardi di dollari appositamente stanziato per provare a plasmare una Lega araba che possa competere con i tradizionali campionati europei. Primo step, portare i campionissimi, anziani o giovani che siano, proponendo loro contratti altrove semplicemente inimmaginabili.

A far rumore nelle ultime ore, soprattutto in Inghilterra, è stato Jordan Henderson, 33enne calciatore britannico, centrocampista nonché bandiera del Liverpool, di cui è capitano, e della nazionale inglese, con cui è stato vicecampione d’Europa nel 2021.

Jordan Henderson, il capitano del Liverpool paladino dei diritti LGBTQIA+ va a giocare in Arabia. È polemica - Jordan Henderson - Gay.it

Henderson avrebbe accettato la spaventosa corte dell’Al-Ettifaq, squadra allenata dall’ex compagno di squadra Steven Gerrard che gli ha offerto la bellezza di 700.000 sterline a settimana, ovvero 35 milioni di sterline l’anno. Buon per lui, se non fosse che Jordan sia da sempre paladino dei diritti LGBTQIA+, tra i pochi calciatori della Premier ad essersi sempre esposto contro l’omobitransfobia.

Nel 2019 il centrocampista del Liverpool fu uno dei volti della campagna dei lacci arcobaleno in Premier League, indossando anche più e più volte la fascia rainbow. “Sono un genitore, un marito, un figlio e un fratello, e l’idea che chiunque ami e a cui tengo non si senta al sicuro o a suo agio venendo a vedermi giocare se facesse parte della comunità LGBT mi fa chiedere in che mondo viviamo”, disse un tempo.

Passati 4 anni Henderson ha accettato di andare a giocare in un Paese in cui l’omosessualità è ancora oggi illegale, dove si rischiano carcere e pena di morte, solo e soltanto se sei gay. Le polemiche in patria non sono mancate. Oliver Brown, editorialista sportivo del Telegraph, ha rimarcato quella che lui chiama  sfacciata”ipocrisia”.

“I giocatori della statura di Henderson sono circondati da così tanti adulatori che è facile diventare ciechi alla scomoda verità che molti si schierano con cause nobili perché aiuta ad aumentare il loro profilo, non perché ci tengano sinceramente. Trasferirsi in Arabia Saudita? Tutta quella dolce pubblicità è sopraffatta dal puzzo putrido dell’ipocrisia. Perché Henderson non ha usato solo la sua difesa dei diritti dei gay come un puntello occasionale. È diventato un componente centrale della sua immagine, assicurandogli persino una menzione d’onore nella lista del Pride Power”. “Henderson considera di aiutare a glorificare un regime la cui posizione draconiana sull’omosessualità costringe i gay all’esilio“.

Jordan Henderson, il capitano del Liverpool paladino dei diritti LGBTQIA+ va a giocare in Arabia. È polemica - Jordan Henderson gay - Gay.it

“Giornata perfetta ad Anfield. Il calcio è per tutti”, scriveva sui social nel novembre del 2021 Jordan, con indosso quella fascia rainbow contro l’omofobia nel calcio più e più volte portata con orgoglio nel corso degli anni.

Dal 2011 al Liverpool, Jordan ha vinto tutto con la maglia dei Reds, ovvero due Football League Cup, una UEFA Champions League, una Supercoppa UEFA, una Coppa del mondo per club FIFA, una Premier League ed una FA Cup. Complessivamente, 492 presenze, 33 reti e 61 assist, vincendo 8 trofei.

Adesso, con l’ufficialità che dovrebbe diventare realtà nelle prossime 24/48 ore, avrebbe accettato la multi-milionaria corte dell’Al-Ettifaq e il trasferimento in uno dei Paesi più omobitransfobici al mondo.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Dino Fetscher, vacanze d'amore a Roma con Chris Wilson. Le foto social - Dino Fetscher - Gay.it

Dino Fetscher, vacanze d’amore a Roma con Chris Wilson. Le foto social

Culture - Redazione 15.4.24
Giovanni Donzelli foto instagram @giovadonze

Giovanni Donzelli di Fratelli d’Italia, outing di sua moglie che spiega “È un marito etero”

Culture - Mandalina Di Biase 9.4.24
Amadeus

Amadeus lascia la Rai e raggiunge Fazio sulla NOVE di Discovery

Culture - Mandalina Di Biase 10.4.24
BigMama Concertone Primo Maggio 2024

BigMama inarrestabile diventa conduttrice per il Concertone del Primo Maggio

Musica - Emanuele Corbo 15.4.24
Victoria De Angelis dei Maneskin, vacanza romantica e baci social con l'amata Luna Passos (FOTO) - Victoria De Angelis dei Maneskin vacanza romantica e baci social con lamata Luna Passos FOTO - Gay.it

Victoria De Angelis dei Maneskin, vacanza romantica e baci social con l’amata Luna Passos (FOTO)

News - Redazione 9.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24

Continua a leggere

Tom Daley torna in acqua dopo due anni e vince subito un oro. È pronto per le Olimpiadi di Parigi - Tom Daley oro - Gay.it

Tom Daley torna in acqua dopo due anni e vince subito un oro. È pronto per le Olimpiadi di Parigi

Corpi - Redazione 20.12.23
Viktor Orban - Giorgia Meloni - Ungheria, la legge anti-LGBTI+ ha un impatto devastante sulla nostra comunità

Ungheria, impatto devastante della legge anti-LGBTI+, il rapporto di Amnesty

News - Francesca Di Feo 28.2.24
Russia, il primo caso di "estremismo LGBTQIA+" finirà in tribunale: arrestati manager e direttrice del club queer Pose - VIDEO - russia club pose orenburg - Gay.it

Russia, il primo caso di “estremismo LGBTQIA+” finirà in tribunale: arrestati manager e direttrice del club queer Pose – VIDEO

News - Francesca Di Feo 22.3.24
Olimpiadi Parigi 2024, 300.000 preservativi per tutti gli atleti in gara - Olimpiadi profilattici - Gay.it

Olimpiadi Parigi 2024, 300.000 preservativi per tutti gli atleti in gara

Corpi - Redazione 20.3.24
Roma-Lazio, il vergognoso coro omofobo e antisemita dei romanisti alla vigilia del derby - Roma Lazio il vergognoso coro omofobo e antisemita dei romanisti in vista del derby - Gay.it

Roma-Lazio, il vergognoso coro omofobo e antisemita dei romanisti alla vigilia del derby

News - Redazione 5.4.24
Jennifer Lopez, 5 milioni di dollari per cantare nell'omofoba Dubai. Pioggia di critiche - Jennifer Lopez - Gay.it

Jennifer Lopez, 5 milioni di dollari per cantare nell’omofoba Dubai. Pioggia di critiche

Musica - Redazione 13.2.24
I repubblicani d'America presentano legge per bandire le atlete trans dalla squadra olimpica - Laurel Hubbard 1 - Gay.it

I repubblicani d’America presentano legge per bandire le atlete trans dalla squadra olimpica

News - Federico Boni 7.2.24
Sean Gunn, il nuotatore olimpico fa coming out. "Mai stato così felice" - Sean Gunn - Gay.it

Sean Gunn, il nuotatore olimpico fa coming out. “Mai stato così felice”

Corpi - Redazione 20.3.24