Luke Evans: “Non ho mai nascosto la mia omosessualità, sono dichiarato dall’età di 16 anni”

Cresciuto come testimone di Geova, Evans è dovuto maturare in fretta, andando a vivere da solo da minorenne. Oggi è un divo di Hollywood, "orgogliosamente gay".

Luke Evans: "Non ho mai nascosto la mia omosessualità, sono dichiarato dall'età di 16 anni" - Luke Evans - Gay.it
2 min. di lettura

Gaston Disney, Dracula cinematografico, cantante da musical e aitante macho in Fast and Furious, Luke Evans ha fatto di tutto in tv e al cinema, senza mai nascondere la propria omosessualità.

Il divo ha voluto giustamente ribadirlo, dopo aver ricevuto l’Attitude Award 2020 come personaggio dell’anno.

La cosa strana è che quando le persone hanno scoperto la mia omosessualità, c’erano molti articoli che dicevano che l’avevo mascosto, ma non era così. Volevo solo andare su Internet, prendere il telefono e dir loro: “Ti rendi conto che ho fatto coming out a 16 anni?”. Sono entrato nel mondo da bambino, perché dovevo. Sono orgoglioso e felic,e ho vissuto una vita molto importante di cui sono super felice. E non mi sono mai vergognato. E ora all’improvviso sono stato trattato in questo modo, ed è stato un momento spaventoso perché mi sono detto, “oh Dio, questo è orribile”. Questo non è vero. Niente di tutto questo è vero.

In questo 2020 Evans ha pubblicato il suo album d’esordio e ha calcato il set interpretando per la prima volta un personaggio gay al fianco di Nicole Kidman e Melissa McCarthy in Nine Perfect Strangers, serie tv tratta da un celebre romanzo. Ma la sua accettazione adolescenziale è stata tutt’altro che semplice, causa omofobia vissuta in prima persona in Galles.

Non è stato fantastico, devo dire. Insomma ero un bambino felice. Sono un essere umano piuttosto positivo e ne ho tratto il meglio. Ma non avevo una facile a scuola. Sono stato vittima di bullismo molto pesante. Ero figlio unico. C’erano molti bulli nella mia scuola e io ero un bersaglio facile. Sapevo solo di essere diverso. Ebbene, sapevo di essere diverso in tanti modi perché sono stato cresciuto come un testimone di Geova. Vengo da una famiglia molto felice, amorevole, serena e non aggressiva. Quindi, ero solo diverso dalla maggior parte delle persone nella mia città e dalla maggior parte delle persone nella mia scuola. Tutto mi spaventava troppo, davvero. Quindi ho finito la scuola, ho lottato e ho continuato ad andare avanti.

A 16 anni appena la decisione di trasferirsi a Cardiff: “Avevo bisogno di trovare la mia identità e di essere indipendente dalla mia famiglia, trovare la mia voce ed essere un’adolescente gay e felice. Un adolescente che vive da solo”. A quel punto, inevitabile, il coming out.

Come per molti genitori, era difficile per loro capirlo. Ma ci è voluto tempo e ci sono voluti rispetto, pazienza, comprensione e accettazione reciproca, cosa che non arriva dall’oggi al domani. È stata una cosa molto spaventosa. A Hollywood spero di aver abbattuto molte barriere, perché sto cercando di rappresentare la mia comunità, ma non posso rappresentare tutti. E di certo non posso accontentare tutti. Devo solo fare a modo mio. Cerco solo di essere autentico, perché questo è quello che sono. Io sono questa persona.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Ivan Codrian per @theshamelessfund

Jonathan Bailey lancia l’associazione di beneficenza LGBTQ+ “The Shameless Fund”

Culture - Luca Diana 21.6.24
Studente delle Filippine sgrida il Papa: "Smetta di usare un linguaggio omofobo. Fa male" (VIDEO) - Papa Francesco e Jack Lorenz Acebedo Rivera - Gay.it

Studente delle Filippine sgrida il Papa: “Smetta di usare un linguaggio omofobo. Fa male” (VIDEO)

News - Redazione 21.6.24
meloni orban

35 ambasciate firmano una dichiarazione che condanna le leggi anti-LGBTQ ungheresi. Assente l’Italia

News - Redazione 21.6.24
Carmine Alfano sospeso dall'Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata - Carmine Alfano 2 - Gay.it

Carmine Alfano sospeso dall’Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata

News - Redazione 21.6.24
Namibia, sentenza storica depenalizza l’omosessualità, ma il governo potrebbe appellarsi alla Corte Suprema

Namibia, sentenza storica depenalizza l’omosessualità, ma il governo potrebbe appellarsi alla Corte Suprema

News - Francesca Di Feo 22.6.24
aggressione-foggia-intervista

Foggia, parla Alessandro, vittima dell’aggressione: “Trasformiamo la violenza in sogno” – intervista

News - Francesca Di Feo 21.6.24

Leggere fa bene

Matt Bomer: "Non mi hanno fatto fare Superman perché sono gay" - Matt Bomer - Gay.it

Matt Bomer: “Non mi hanno fatto fare Superman perché sono gay”

Cinema - Redazione 12.6.24
Andrew Scott spiega perché non bisognerebbe più usare il termine “apertamente gay” (VIDEO) - 056 S 01960 - Gay.it

Andrew Scott spiega perché non bisognerebbe più usare il termine “apertamente gay” (VIDEO)

Cinema - Redazione 9.1.24
DJ Qualls e Ty Olsson di Supernatural si sposano: "Diventeremo vecchi insieme, è pazzesco" - DJ Qualls e Ty Olsson di Supernatural si sposano - Gay.it

DJ Qualls e Ty Olsson di Supernatural si sposano: “Diventeremo vecchi insieme, è pazzesco”

Culture - Redazione 20.5.24
Heartstopper 3, annunciato Jonathan Bailey insieme a Eddie Marsan e Hayley Atwell - Heartstopper 3 - Gay.it

Heartstopper 3, annunciato Jonathan Bailey insieme a Eddie Marsan e Hayley Atwell

Serie Tv - Redazione 26.4.24
Papa Francesco - Vescovi - Cei

Papa Francesco tradito e punito dai vescovi: la ferocia omofobica della Cei, le chat interne e i pochi sacerdoti coraggiosi

News - Marco Grieco 30.5.24
Nicholas Galitzine si sente in colpa in quanto uomo etero che ha interpretato ruoli queer - Nicholas Galitzine - Gay.it

Nicholas Galitzine si sente in colpa in quanto uomo etero che ha interpretato ruoli queer

Culture - Redazione 10.5.24
Filippo Timi: “I miei genitori erano omofobi e razzisti, senza farlo apposta. L’omosessualità resta un tabù” - Filippo Timi 1 - Gay.it

Filippo Timi: “I miei genitori erano omofobi e razzisti, senza farlo apposta. L’omosessualità resta un tabù”

Culture - Redazione 15.1.24
Mid-Century Modern, Matt Bomer e Nathan Lane nella nuova sit-com dei creatori di Will and Grace - Mid Century Modern Matt Bomer e Nathan Lane - Gay.it

Mid-Century Modern, Matt Bomer e Nathan Lane nella nuova sit-com dei creatori di Will and Grace

Serie Tv - Redazione 19.6.24