“L’uomo di latta” di Sarah Winman: il dolore di oggi è la felicità di ieri

Dall'Inghilterra, un romanzo sull'amicizia e sull'amore. Una fiaba moderna in cui il cattivo è la vita e la felicità è una promessa che abita i ricordi.

"L'uomo di latta" di Sarah Winman: il dolore di oggi è la felicità di ieri - luomo di latta - Gay.it
3 min. di lettura

L’uomo di latta (Mondadori, 2021) è il terzo romanzo di Sarah Winman, attrice e scrittrice inglese classe 1964 su cui l’interesse di pubblico e critica si è posato fin dall’uscita del suo primo romanzo, Quando Dio era un coniglio, in Italia pubblicato sempre da Mondadori nel 2013.

Il libro

Ellis, operaio inglese in una fabbrica di vernici, è il protagonista di L’uomo di latta nonché la personificazione stessa di questo personaggio, una chiara citazione dal Mago di Oz. Nel 1996, anno in cui la storia si svolge, Ellis ha quarantacinque anni e tutto ciò che aveva di più caro nella vita lo ha perduto. La moglie, Annie, non c’è più e anche Michael, il suo migliore amico, è solo un’ombra struggente che si allunga dal passato. Un passato che, se da una parte è l’ultima cosa rimasta a dare senso alle giornate di Ellis, dall’altra lo tiranneggia, ricordandogli qual è lo scotto da pagare per aver vissuto degli anni felici. L’immagine di questa felicità perduta è stata immortalata in una fotografia che Ellis tiene in camera da letto ma che non guarda più da anni. La foto lo ritrae insieme ad Annie e Michael, ed è come se stretta in quella piccola cornice ci fosse tutto il cuore di Ellis.

Annie era la compagna che  si era scelto per la vita; le voleva bene, la amava e perderla è stato per lui un dolore insopportabile. Ma Michael c’era stato ancora prima di Annie; si erano conosciuti da piccoli ed erano diventati inseparabili. A dirla tutta, si erano conosciuti molto più a fondo di qualsiasi altra coppia di amici e avevano condiviso ogni cosa al di là di qualunque segreto: l’arte, i quadri di Van Gogh, i sogni e i desideri, gli interessi e le aspirazioni. Tutto, perfino i sentimenti. I loro stessi corpi si erano stretti l’uno all’altro e si erano amati nonostante le mille difficoltà dettate dalla paura e dal pregiudizio. Nemmeno la venuta di Annie aveva scosso lo speciale rapporto che li univa; in un certo senso aveva addirittura contribuito a nutrirlo.

Ogni cosa però è destinata a finire. Per tutti, anche per Ellis, l’uomo di latta. Il quale, se aveva creduto che per lui il destino avesse previsto un’eccezione, si era soltanto ingannato. E di grosso, anche.

"L'uomo di latta" di Sarah Winman: il dolore di oggi è la felicità di ieri - luomo di latta 1 - Gay.it
S. Winman, “L’uomo di latta”, trad. it. M. Rossari, Mondadori, Milano, 2021, pp. 168.

Sentimenti e ricordi

L’uomo di latta è un romanzo con un bell’equilibrio, sostenuto da una scrittura delicata ed espressiva che facilita l’identificazione fra il lettore e il protagonista. In poco più di 150 pagine, Sarah Winman riesce a raccontare una storia che mira a concentrare la quintessenza della vita, dosando narrazione e introspezione. In certe pagine, l’autrice cala il lettore in un’atmosfera quasi fiabesca, un accorgimento stilistico che sembra essere stato appositamente scelto per veicolare ancora meglio il messaggio vitale che vuole inviare. L’abbandono, tema centrale del romanzo che fa quasi da contrappasso dantesco all’amore e all’amicizia, è il nome del peso che la vita ha caricato sulla schiena di Ellis, per il quale l’unico sollievo è quello di andare indietro nella memoria, alla ricerca dei momenti felici. Il cortocircuito è subito evidente, ma Ellis non dispone di mezzi alternativi per andare avanti né ha la forza o la determinazione di cercarne altri.

Il romanzo non si distingue per qualità particolari o per un’originalità straordinaria, ma alla fine la storia raccontata risulta  piacevole e riguardo all’intrattenimento l’autrice riesce a raggiunge il suo scopo. Lo sguardo LGBTQ+ di Winman coglie l’essenza del rapporto fra Ellis e Michael ricreando la genuinità che caratterizza soltanto i sentimenti più puri. Ancora una volta, L’uomo di latta dimostra che è l’adolescenza l’età migliore per indagare i misteri dell’amore e dell’innamoramento, omo- o eterosessuale che sia. In nessun altro momento della vita i sentimenti sono infatti tanto audaci, fluidi e contraddittori, nonché assoluti, potenti e folgoranti. C’è veramente qualcosa di eterno in quello che avviene durante l’adolescenza a livello emotivo, e Sarah Winman ha in qualche modo raccontato tale eternità proprio in L’uomo di latta. Un libro che, esattamente come il suo protagonista, un uomo ammaccato dalla vita perché forse troppo sensibile, si aspetta di essere colto, anzi raccolto, con delicatezza e comprensione.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Parigi 2024, hanno bloccato Grindr nel villaggio Olimpico? - grindr olympic - Gay.it

Parigi 2024, hanno bloccato Grindr nel villaggio Olimpico?

News - Redazione 24.7.24
Perché amiamo Tom Daley - Tom Daley - Gay.it

Perché amiamo Tom Daley

News - Federico Boni 23.7.24
Parigi 2024, ecco gli atleti dichiaratamente LGBTQIA+ che si sono qualificati alle Olimpiadi - olimpiadi parigi atleti queer - Gay.it

Parigi 2024, ecco gli atleti dichiaratamente LGBTQIA+ che si sono qualificati alle Olimpiadi

Corpi - Federico Boni 23.7.24
Tommaso Stanzani, primo bacio social all'amato Oreste Gaudio (VIDEO) - Tommaso Stanzani primo bacio social allamato Oreste Gaudio VIDEO - Gay.it

Tommaso Stanzani, primo bacio social all’amato Oreste Gaudio (VIDEO)

Culture - Redazione 24.7.24
Claudia Pandolfi Giffoni

Claudia Pandolfi in lacrime a Giffoni per “Il ragazzo dai pantaloni rosa”: “Sento la responsabilità di questo film”

Cinema - Emanuele Corbo 23.7.24
Pestaggio Roma Coppia Gay - La difesa dei 4 presunti aggressori smentisce l'omofobia "Non sapevamo fossero gay"

Pestaggio coppia gay a Roma, gli aggressori “Non abbiamo usato insulti omofobi”

News - Redazione 22.7.24

Leggere fa bene

Chi era Goliarda Sapienza? - Matteo B Bianchi9 - Gay.it

Chi era Goliarda Sapienza?

Culture - Federico Colombo 10.7.24
Omosessuale- Oppressione e Liberazione

Perché leggere oggi “Omosessuale: Oppressione e Liberazione”, un classico della Gay Liberation, intervista a Lorenzo Bernini

Culture - Alessio Ponzio 4.4.24
Cuore Nascosto è il nuovo romanzo di Ferzan Ozpetek, data d'uscita e trama - Cuore Nascosto e il nuovo romanzo di Ferzan Ozpetek data duscita e trama - Gay.it

Cuore Nascosto è il nuovo romanzo di Ferzan Ozpetek, data d’uscita e trama

Culture - Redazione 22.3.24
Elezioni Regno Unito Temi LGBTI

Elezioni Regno Unito, ci sarà la svolta a sinistra? Breve guida a come i partiti affrontano i temi LGBTIAQ

News - Redazione Milano 2.7.24
Frenesia, il romanzo queer di Flavio Nuccitelli diventa serie tv - Frenesia di Flavio Nuccitelli - Gay.it

Frenesia, il romanzo queer di Flavio Nuccitelli diventa serie tv

Serie Tv - Federico Boni 3.7.24
Pride e ritorno alle origini LGBTIAQ+: 5 libri per capire chi siamo stati - Pride libri - Gay.it

Pride e ritorno alle origini LGBTIAQ+: 5 libri per capire chi siamo stati

Culture - Federico Colombo 11.6.24
Cambiare la rappresentazione: intervista ad Alice Urciuolo - Sessp 26 - Gay.it

Cambiare la rappresentazione: intervista ad Alice Urciuolo

Culture - Federico Colombo 7.2.24
la-normalita-dell-amore

Il mio libro di risposta a Vannacci: “La normalità dell’amore”, così un ragazzo replica alle retoriche d’odio del generale

Culture - Francesca Di Feo 1.2.24