È morto Rush Limbaugh, celebre omofobo conduttore radio che ha diviso l’America

Nel 2013 paragonò il matrimonio egualitario alla pedofilia. Ultra conservatore, è morto a 70 anni per un cancro ai polmoni.

È morto Rush Limbaugh, celebre omofobo conduttore radio che ha diviso l'America - Rush Limbaugh - Gay.it
2 min. di lettura

Si è spento all’età di 70 anni Rush Limbaugh, conduttore radiofonico d’America celebre per le proprie posizioni conservatrici e omotransfobiche. Ad ucciderlo un cancro ai polmoni, come rivelato dalla moglie Kathryn Limbaugh: “Perdere una persona cara è terribilmente difficile, ma lo è ancora di più quando quella persona amata è più grande della vita. Rush sarà per sempre il più grande di tutti i tempi”. Un anno fa, poco prima della diagnosi del cancro terminale, Rush era stato omaggiato da Donald Trump con una chiacchierata medaglia presidenziale della libertà.

D’altronde nel corso di una carriera durata decenni, con contratti milionarie il talk show radiofonico più seguito del Paese, Limbaugh ha sempre scatenato furiose polemiche, attaccando donne, afroamericani, persone LGBT. Negli anni ’80 e ’90 ribattezzò l’AIDS  come “la malattia di Rock Hudson“, con tanto di stacchetto radio in cui elencava i nomi degli omosessuali morti sulle note disco di “I’ll Never Love This Way Again” di Dionne Warwick. Solo dopo, nei primi anni ‘2000, ha chiesto scusa per quanto di ignobile fatto, in quanto “insensibile nei confronti delle persone che stavano morendo“. Peccato che nel 2007 continuò a diffondere disinformazione, sostenendo che l’AIDS non si fosse diffuso tra le persone eterosessuali. Una follia.

Nel 2013, non contento, Limbaugh paragonò il matrimonio egualitario alla pedofilia. Nel 2015 criticò gli “attivisti gay militanti” per aver preso di mira le pasticcerie, quando un pasticciere si rifiutò di realizzare una torta per un matrimoni tra due uomini, mentre nel 2017 sostenne che l’Academy premiò Moonlight con l’Oscar solo e soltanto perché terrorizzati dalla “potenziale violenza” scatenata dalle persone LGBT se non l’avessero fatto.

Nel 2020, con Pete Buttigieg candidato alla presidenza USA alle primarie Democratiche, Limbaugh ha dato di matto quando il neo ministro per i trasporti di Joe Biden ha osato baciare suo marito Chasten nel corso di un evento. In un folle sproloquio, Limbaugh disse che quel bacio di Buttigieg a suo marito avrebbe causato “problemi” ai genitori, attaccando il democratico perché  a suo dire baciava Chasten troppo “frequentemente“.

Puntuali le assurdità anche sul Coronavirus. A detta di Limbaugh la pandemia era stata “armata” negli Usa per abbattere Donald Trump. Polarizzante da decenni, è riuscito a dividere anche con la sua morte. Fox News lo ha descritto come “amato” e “influente“, mentre altri canali d’informazione hanno giustamente adottato un approccio più critico.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 18.2.21 - 10:20

Alla fine della fiera , l'unico assioma è che tutti moriremo! E , come diceva Obama , quando simili individui sono " six feet under" il mondo è un posto migliore.

Trending

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Sethu, è uscito il suo primo album "Tutti i colori del buio"

Sethu e i colori del buio: “Canto per tendere una mano a me stesso e agli altri, dopo Sanremo la depressione” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 17.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
queer palm, festival di cannes, i vincitori

Festival di Cannes. Tutti i film vincitori della Queer Palm dal 2010 ad oggi

Cinema - Gio Arcuri 17.5.24
Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24

Hai già letto
queste storie?

uganda uomo arrestato

Uganda, la Corte Costituzionale conferma la terribile legge omobitransfobica

News - Redazione 4.4.24
san-gregorio-magno-quindicenne-accoltella-il-padre

Ragazzo di 15 anni accoltella il padre che lo “accusa” di essere gay durante una lite domestica

News - Francesca Di Feo 18.12.23
Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L'omofobia trattata come banale lite in un parcheggio - jean pierre moreno - Gay.it

Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L’omofobia trattata come banale lite in un parcheggio

News - Redazione 15.3.24
Russia, il primo caso di "estremismo LGBTQIA+" finirà in tribunale: arrestati manager e direttrice del club queer Pose - VIDEO - russia club pose orenburg - Gay.it

Russia, il primo caso di “estremismo LGBTQIA+” finirà in tribunale: arrestati manager e direttrice del club queer Pose – VIDEO

News - Francesca Di Feo 22.3.24
Roma-Lazio, il vergognoso coro omofobo e antisemita dei romanisti alla vigilia del derby - Roma Lazio il vergognoso coro omofobo e antisemita dei romanisti in vista del derby - Gay.it

Roma-Lazio, il vergognoso coro omofobo e antisemita dei romanisti alla vigilia del derby

News - Redazione 5.4.24
Taylor Fritz, accuse di omofobia social. Cosa è successo e la replica del tennista - Taylor Fritz 1 - Gay.it

Taylor Fritz, accuse di omofobia social. Cosa è successo e la replica del tennista

Corpi - Redazione 21.2.24
Martano, omofobia ai danni della drag queen Tekemaya: "Mi veniva da piangere e mi son sentita male" - Tekemaya - Gay.it

Martano, omofobia ai danni della drag queen Tekemaya: “Mi veniva da piangere e mi son sentita male”

News - Redazione 6.12.23
arezzo-whynot-chiuso

Arezzo, chiusa la serata queer WhyNot per troppi episodi di violenza verbale omobitransfobica

News - Francesca Di Feo 21.3.24