#RompiamoIlSilenzio: la risposta di Mika all’omofobia fiorentina

Il cantante ha messo le foto dei manifesti deturpati come immagini dei profili social.

Aveva deciso di non dare seguito alla cosa, Mika, ma quando ha visto che la foto dei suoi manifesti imbrattati, pubblicata da un utente di Facebook e ripresa da Gay.it , si era diffusa e che i suoi fan avevano lanciato sui social network l’hashtag #RompiamoIlSilenzio, ha cambiato idea.

“Avete ragione. #RompiamoIlSilenzio” ha scritto il cantante pubblicando su Instagram e Twitter lo screenshot dell’articolo di Gay.it con la foto dal manifesto deturpato dalla scritto “frocio”.

Avete ragione #RompiamoIlSilenzio

Una foto pubblicata da MIKA (@mikainstagram) in data:

Ma non è bastato. Sempre su Twitter, Mika ha scritto: “Avevo visto la foto della scritta sui miei manifesti e il mio istinto era di lasciar stare…Che l’odio di alcune persone, una cosa che conosco bene, era meglio ignorata. Ma voi avete ragione #rompiamoilsilenzio”. E poi ancora: “non ho paura di chi mi discrimina . Nessuno deve averne. L’amore fa quel che vuole. #rompiamoilsilenzio”.

Infine, ha scelto di mettere proprio quella foto come immagine di copertina e del profilo sulle sue pagine social. Un modo non solo per depotenziare l’insulto, ma per ritorcerlo contro chi l’ha lanciato. Bravo Mika!

mika_twitter

A Mika è arrivata anche la solidarietà di Fedez che ha twittato: “Si scrive omofobia, si legge ottusità. Ti sono vicino amico @mikasounds”.

Ti suggeriamo anche  Nigeria: più di 40 gay arrestati, rischiano fino a 14 anni di carcere