“Noi Siamo Infinito”, grazia e sensibilità contro l’omofobia

Sorprende per intelligenza e pudore la commedia adolescenziale dello scrittore/regista Stephen Chbosky su tre amici tra cui uno gay interpretato da Ezra Miller. Splendida colonna sonora vintage.

"Noi Siamo Infinito", grazia e sensibilità contro l'omofobia - noisiamoinfinitoBASE 1 - Gay.it
3 min. di lettura

Il Disagio, con la “d” maiuscola. Quello che “prende la mente come suo quartier generale”, come diceva il grande David Foster Wallace che oggi avrebbe compiuti cinquantun’anni se un’altra “d” maiuscola, la Depressione, cinque anni fa, non ce l’avesse portato via per sempre. È ciò che prova il sedicenne Charlie (Logan Lerman), nerd introverso e affetto da disturbi schizoidi, protagonista della commedia drammatica rivelazione Noi siamo infinito, riuscita trasposizione cinematografica del romanzo epistolare cult Ragazzo da parete (The Perks of Being a Wallflower, letteralmente “I benefici di fare tappezzeria”), diventato un film tredici anni dopo la sua pubblicazione – in Italia è edito da Sperling & Kupfer, ora disponibile anche in e-book col nuovo titolo – per la regia dello stesso autore, Stephen Chbosky, già sceneggiatore del musical gay Rent.

"Noi Siamo Infinito", grazia e sensibilità contro l'omofobia - noisiamoinfinitoF1 - Gay.it

Una bella sorpresa perché, all’apparenza, può sembrare il classico e ritrito teen-movie di derivazione televisiva su adolescenti impacciati e fintamente problematici mentre si rivela piuttosto aggraziato e colmo di sensibilità, in grado di affrontare molti argomenti delicati (malattia mentale, droga, abusi, bullismo, omofobia) con attenzione e profondo pudore. Ma andiamo con ordine. Siamo nel 1991, e le canzoni si ascoltano ancora tramite i nastri delle musicassette che si collezionano gelosamente. Il timido Charlie soffre di dissociazione percettiva, cioè ogni tanto ha allucinazioni che lo estraniano dalla realtà, dovute principalmente a due traumi, la morte per suicidio di un amico e quella per incidente automobilistico di una zia. Ciò peggiora le sue difficoltà nell’ambientarsi al college finché non incontra l’altrettanto problematica Sam da cui è attratto (Emma Watson, distante anni luce dalla supponente Hermione di Harry Potter) e il gay irriverente Patrick (l’emergente Ezra Miller di …E ora parliamo di Kevin, dichiaratosi con slancio molto contemporaneo “queer e non gay” su The Advocate), fidanzato segretamente col quarterback della scuola che si finge etero coi compagni di squadra e di scuola. Fra Charlie, Sam e Patrick si instaura una solida amicizia che li aiuterà ad affrontare quel difficile passaggio all’età adulta che coincide con le prime delusioni sentimentali e l’ingresso nel mondo dei grandi attraverso il lasciapassare dell’Università.

"Noi Siamo Infinito", grazia e sensibilità contro l'omofobia - noisiamoinfinitoF2 - Gay.it

Rispetto a molte commedie americane di formazione, i cosiddetti “coming-of-age movies”, intrise di stereotipi spesso moralisti sui “pericoli” delle tentazioni adolescenziali, la forza di Noi siamo infinito sta nell’osservare i protagonisti dal loro punto di vista, senza giudicare o ricorrere a facili sensazionalismi, ma mantenendo una certa levità pur non smussando necessariamente i toni (esemplare la sequenza in cui Charlie immagina di ricevere l’Eucarestia mentre si fa un acido). L’omosessualità dell’intelligente Patrick che fa suo quello spirito indocile e sarcastico, il cosiddetto “wit”, che consegnò Oscar Wilde all’immortalità – memorabile il suo Frank’n’Furter nella rappresentazione di una partecipata versione teatrale del Rocky Horror Show – è introdotta con naturalezza e non scandalizza nessuno ma particolarmente interessante è il modo in cui viene affrontato il tema dell’omofobia (il padre del quarterback picchia il figlio quando lo scopre insieme a Patrick) poiché, piuttosto che criminalizzare il genitore, si evidenzia soprattutto la paura del gay nel dichiararsi, e quindi la sua omofobia interiorizzata . E per una volta – scena da dibattito – l’omosessuale senza infingimenti non subisce passivamente la violenza ma dimostra le sue ragioni anteponendo ai suoi sentimenti la sua dignità di gay. Magica l’alchimia del trio di protagonisti molto ‘bertolucciani’ quando si dedicano a riti d’iniziazione quali le sfide al vento nel cassone del pick-up – li si immagina amicissimi anche nella vita reale – e straordinaria la colonna sonora vintage: The Smith, David Bowie, New Order, Sonic Youth, Cocteau Twins e via musicando.

Da vedere.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
free willy, locali gay amsterdam

“Free Willy”, il nuovo locale queer ad Amsterdam dedicato agli amanti del nudismo

News - Redazione 19.4.24
Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido "fr*cio di merd*" - Federico Fashion Style - Gay.it

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido “fr*cio di merd*”

News - Redazione 19.4.24
Angelina Mango Marco Mengoni

Angelina Mango ha in serbo una nuova canzone con Marco Mengoni e annuncia l’album “poké melodrama” (Anteprima Gay.it)

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Omosessualità Animali Gay

Animali gay, smettiamola di citare l’omosessualità in natura come sostegno alle nostre battaglie

Culture - Emanuele Bero 18.4.24

Hai già letto
queste storie?

BAFTA 2024, le nomination. Boom per All Of Us Strangers, ci sono Colman Domingo, Elordi, Keoghan e Mescal - Bafta 2024 - Gay.it

BAFTA 2024, le nomination. Boom per All Of Us Strangers, ci sono Colman Domingo, Elordi, Keoghan e Mescal

Cinema - Federico Boni 18.1.24
After The Hunt, Julia Roberts in un altro nuovo film di Luca Guadagnino - Julia Roberts - Gay.it

After The Hunt, Julia Roberts in un altro nuovo film di Luca Guadagnino

Cinema - Redazione 27.3.24
Andrea Di Luigi

Chi è Andrea Di Luigi? Età, carriera e vita privata dell’attore del film “Nuovo Olimpo”

Cinema - Luca Diana 3.11.23
Cate Blanchett insieme a Coco Francini e la Dott.ssa Stacy L. Smith (Good Morning America)

Cate Blanchett a sostegno dellə cineastə donne, trans, e non binary

Cinema - Redazione Milano 19.12.23
Povere Creature di Lanthimos, capolavoro di libertà sessuale e autodeterminazione femminista. Recensione - 030 PT Atsushi Nishijima 20211110 00201 1 - Gay.it

Povere Creature di Lanthimos, capolavoro di libertà sessuale e autodeterminazione femminista. Recensione

Cinema - Federico Boni 18.1.24
saltburn elordi sperma keoghan

Saltburn, Jacob Elordi e la scena cult dello sperma: “Orgoglioso che Barry Keoghan …”

Cinema - Redazione 21.11.23
The People's Joker (2024)

Joker transgender è reale! Guarda il trailer della rivoluzionaria parodia di Vera Drew, VIDEO

Cinema - Redazione Milano 7.3.24
I film LGBTQIA+ della settimana 12/18 febbraio tra tv generalista e streaming - Film febbraio 2024 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 12/18 febbraio tra tv generalista e streaming

Cinema - Federico Boni 12.2.24