Nudi e senza censure

Più di 260 pagine, artisti di tutto il mondo, immagini, disegni e opere d'arte omoerotica di ogni genere. E' "Stripped Uncensured", il secondo volume dell'antologia edita da Bruno Gmunder

Nudi e senza censure - stripped unBASE - Gay.it
4 min. di lettura

Nudi e senza censure - stripped unF1 - Gay.it

Quando si parla di arte omoerotica spesso si sollevano pareri contrastanti: si va da chi la reputa entusiasmante (ed essenziale per esprimere compiutamente l’identità gay) a chi la trova volgare e fine a sé stessa. Poi ci sono i puristi, per cui l’arte è comunque arte e non ha senso definirla in base ai suoi contenuti. Siccome questo non è un sito che si occupa di discutere l’essenza dell’arte, non ha senso dibattere in questa sede cosa sia o non sia l’arte, tuttavia è innegabile che i soggetti omoerotici hanno rappresentato una vera e propria corrente artistica a partire dagli anni ’60. Certo i contenuti omoerotici nelle opere d’arte sono una costante perlomeno dai tempi dell’antica Grecia, però è stato solo a seguito dell’emancipazione della comunità omosessuale che hanno potuto esprimersi in maniera esplicita e senza ambiguità.

Nudi e senza censure - stripped unF2 - Gay.it

Il tentativo di sintetizzare la sensualità e la sessualità gay attraverso opere grafiche di vario tipo è diventata una sfida che sempre più artisti hanno deciso di raccogliere, anche e soprattutto per esprimere la propria identità e il proprio rapporto con la sessualità. Con l’arrivo di internet, poi, la situazione ha subito un’ulteriore evoluzione, offrendo stimoli e visibilità in maniera esponenziale, ma anche permettendo all’arte omoerotica di avere una popolarità impensabile fino a un paio di decenni fa, soprattutto in quelle nazioni in cui non si era mai creato un vero circuito per valorizzare questo tipo di contenuti. Non bisogna poi dimenticare il ruolo che hanno avuto quegli editori che, specializzandosi in questo settore, hanno saputo sfruttare internet per raggiungere una platea pressoché globale.

Nudi e senza censure - stripped unF3 - Gay.it

Questo spiega perché l’editore Gmunder, che fino agli anni ’90 si era dedicato prevalentemente alla fotografia e alle guide turistiche gay, da diverso tempo ha deciso di dedicare un numero crescente di antologie e monografie all’illustrazione e all’arte omoerotica contemporanea, diventando un nome di riferimento nel settore. Ed è per questo che, a soli due anni di distanza, dal primo volume di “Stripped”, la Gmunder ha deciso di proporre una nuova antologia dedicata agli artisti che meglio riflettono l’immaginario omoerotico di oggi con le loro opere grafiche. “Stripped Uncensored” riprende il discorso laddove il primo volume si era interrotto, offrendo duecentosessanta pagine di omoerotismo di qualità. Siccome stiamo parlando di un’antologia che raccoglie quasi sessanta artisti non abbiamo lo spazio per analizzarla in dettaglio, ma è comunque possibile inquadrarne i tratti generali.

Nudi e senza censure - stripped unF4 - Gay.it

La prima cosa che balza all’occhio è che, rispetto alla prima antologia, l’età media degli autori coinvolti è decisamente più alta (molti sono nati fra gli anni ’50 e ’60, ma ce n’è anche qualcuno nato negli anni ’30 e ’40), segno evidente che la popolarità crescente dell’arte omoerotica sta portando molti artisti ad uscire dal guscio e dal mondo del collezionismo. La seconda cosa è che i soggetti e gli stili sono sempre estremamente variegati, rendendo molto lontani i tempi in cui – anche per via della mancanza di stimoli e confronti – gli artisti omoerotici tendevano a copiare lo stile dei soliti noti (come “Tom of Finland”). La terza cosa notevole è che anche in questa antologia c’è spazio per una rappresentanza italiana, nella persona di Andrea Madalena, che sa tenere ben alta la nostra bandiera.

Nudi e senza censure - stripped unF5 - Gay.it

Giusto per stare in tema di Italia e di arte omoerotica segnaliamo anche un’opera del pittore australiano Ross Watson per cui ha posato il gay performer Alex Baresi durante un suo recente viaggio nella terra dei canguri. Forse varrebbe la pena riflettere sul fatto che Alex Baresi, che – nonostante la fama internazionale dei suoi video hard – risiede ancora a Genova, abbia dovuto trovarsi agli antipodi perché un pittore lo richiedesse come modello. Per il resto si tratta di un’antologia che conferma la bravura crescente degli artisti che si cimentano con l’omoerotismo, usando tecniche che vanno dalla tavolozza classica alla computer graphic, passando per il fumetto, il surrealismo, il ritratto e molto altro ancora.

Nudi e senza censure - stripped unF6 - Gay.it

Se siete appassionati di arte, illustrazione o grafica, omoerotica o non, questa antologia rappresenta un acquisto davvero imprescindibile. Se poi siete artisti omoerotici, o aspiranti tali, troverete un’enorme quantità di spunti interessanti. In ogni caso “Stripped Uncensored”(di cui auspichiamo ulteriori volumi), rappresenta un buon esempio di come si è evoluto l’immaginario omoerotico negli ultimi anni e di come l’arte rimanga un canale privilegiato per rappresentare l’identità gay. "Stripped Uncensored” è reperibile nelle migliori librerie internazionali, in molte librerie online e nelle librerie gay.

di Valeriano Elfodiluce

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella: "Ci sbatte in faccia il privilegio ottenuto senza alcun talento specifico" - Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella - Gay.it

Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella: “Ci sbatte in faccia il privilegio ottenuto senza alcun talento specifico”

Culture - Redazione 18.7.24
B&B rifiuta coppia omosessuale a Busca in provincia di Cuneo

B&B di Busca che rifiuta omosessuali scovato da Gay.it: Booking.com non elimina l’annuncio, la titolare fornisce nuove versioni omofobe ai quotidiani

News - Giuliano Federico 16.7.24
Vladimir Luxuria Isola dei Famosi 2024

Palinsesti Mediaset 2024/2025. Vladimir Luxuria non condurrà più l’Isola dei Famosi. Verissimo incontra Amici

Culture - Redazione 17.7.24
La convention repubblicana di Milwaukee è diventata il "Super Bowl di Grindr" (VIDEO) - grindr repubblicani - Gay.it

La convention repubblicana di Milwaukee è diventata il “Super Bowl di Grindr” (VIDEO)

News - Federico Boni 19.7.24
Maria De Filippi e Amadeus, Festival di Sanremo

“Festival di Sanremo” cercasi: su Canale 5 arriva “Amici-Verissimo”, sul Nove “Suzuki Music Party”

Culture - Luca Diana 18.7.24
Il Poiesis Quartet si esibiranno al XXIV Emilia Romagna Festival il 21, 23, e 26 Agosto

Poiesis Quartet, il primo quartetto queer nella storia della musica classica – Intervista

Musica - Riccardo Conte 20.7.24

Leggere fa bene

Foto: Matteo Gerbaudo

Giada Biaggi non si sente più in colpa: ‘Abbi l’audacia di un maschio bianco’, l’intervista

Culture - Riccardo Conte 18.3.24
Giorgio Ramondetta nudo

Giorgio Ramondetta nudo per il nuovo calendario di Yummy Magazine: guarda la cover

Corpi - Luca Diana 4.7.24
Credit:Pooneh Ghana

La curiosità psichedelica di Cassandra Jenkins, intervista

Musica - Riccardo Conte 9.7.24
Candy Darling, 1971. © Jack Mitchell.

Chi era Candy Darling, l’icona trans* degli anni ’70

Culture - Riccardo Conte 27.4.24
Biennale Arte Venezia 2024 - Foreign Everywhere by Adriano Pedrosa

Siamo ovunque: cosa aspettarci dalla Biennale queer e decolonizzata di Adriano Pedrosa

Culture - Redazione Milano 2.2.24
Andrea Tarella - Gay.it intervista

Le creature fantastiche di Andrea Tarella “Ho galline in giardino, un fagiano, un’iguana, un drago barbuto, e tanti acquari intorno a me”

Culture - Riccardo Conte 20.2.24
Michele Bravi ritratto da Mauro Balletti per 'Tu cosa vedi quando chiudi gli occhi?'

L’atlante di Michele Bravi, tra poesie e pornostar – l’intervista

Musica - Riccardo Conte 9.4.24
Safffo, a Roma la 3a edizione del Festival che promuove l’espressione artistica LGBTQIA+ indipendente - SAFFFO 2024 - Gay.it

Safffo, a Roma la 3a edizione del Festival che promuove l’espressione artistica LGBTQIA+ indipendente

Culture - Redazione 15.5.24