Obama alla cerimonia per Mandela: Nessuno va discriminato per chi ama

Durante la cerimonia in memoria di Madiba, il presidente statunitense ha ribadito la sua opposizione contro ogni forma di discriminazione, condannando i leader che non seguono l'esempio di Mandela.

Obama alla cerimonia per Mandela: Nessuno va discriminato per chi ama - obama mandela 1 - Gay.it
2 min. di lettura
Obama alla cerimonia per Mandela: Nessuno va discriminato per chi ama - obama mandela1 - Gay.it

Nel discorso pronunciato oggi alla cerimonia in memoria di Nelson Mandela, il presidente degli Usa Barack Obama ha colto l’occasione per ribadire la sua forte opposizione a tutte le discriminazioni, incluse basate sull’orientamento sessuale e l’identità di genere.
“Per la gente del Sudafrica e per coloro che ha ispirato in tutto il mondo, la morte di Madiba è un momento di lutto e un momento per celebrare la sua eroica vita – ha detto Obama -. Ma penso anche che debba anche stimolare in ognuno di noi la riflessione. Con onestà, a prescindere dalle circostanze personali, dobbiamo chiederci: quanto sono riuscito a applicare la sua lezione nella mia vita? E’ una domanda che mi faccio, come uomo e come presidente”. “Sappiamo che negli Usa come in Sudafrica si sono attraversati secoli di assoggettamento razziale – ha continuato il presidente Usa -. C’è voluto il sacrificio di innumerevoli persone, note e meno note, per vedere l’alba di un nuovo giorno. Michelle e io siamo i beneficiari di questo sacrificio. Ma in America e in Sudafrica e in altri paesi in giro per il mondo, non possiamo permettere che il nostro progresso annebbi il fatto che il nostro lavoro non è completato. (…)”.

Obama alla cerimonia per Mandela: Nessuno va discriminato per chi ama - obama mandela2 - Gay.it

“In giro nel mondo oggi vediamo ancora bambini che soffrono la fame, le malattie e che non hanno prospettive per il futuro – ha proseguito -. In giro per il mondo oggi, uomini e donne sono ancora incarcerati per le loro idee politiche e sono ancora perseguitati per il loro aspetto o per chi pregano o per chi amano. Dobbiamo agire in nome della giustizia, dobbiamo agire nel nome della pace. Ci sono troppi di noi che sposano felicemente l’eredità di Madiba per la riconciliazione razziale, ma resistono appassionatamente anche a modeste riforme che potrebbero sfidare la povertà cronica e la crescente ineguaglianza. Ci sono troppi leader che dichiarano solidarietà alla lotta di Madiba per la libertà, ma non tollerano il dissenso della loro stessa gente. E ci sono troppi di noi che rimangono nelle retrovie, noncuranti e cinici, quando le nostre voci dovrebbero essere ascoltate”.
Di seguito, il video completo dell’intervento di Obama a Johannesburg.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Paolo Camilli

Paolo Camilli: “La mia omosessualità? L’ho negata fino alla morte con me stesso” – intervista

Culture - Luca Diana 23.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
Roberto Vannacci

Roberto Vannacci avrebbe truffato lo Stato secondo l’indagine della procura militare

News - Giuliano Federico 24.2.24
glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

milano-aggressione-baby-gang-in-diciannove

“Sei trans? Sei gay? Vergognati” a Milano minacce armate e insulti da una baby gang di 19 elementi

News - Francesca Di Feo 22.11.23
USA, i crimini d’odio contro le persone trans e di genere non conforme sono aumentati del 33% nel 2022 - La transfobia istituzionale dilaga negli USA - Gay.it

USA, i crimini d’odio contro le persone trans e di genere non conforme sono aumentati del 33% nel 2022

News - Federico Boni 19.10.23
Johannesburg Pride 2023, in migliaia per sostenere la comunità LGBTQIA+ dell’Uganda - Johannesburg Pride 2023 - Gay.it

Johannesburg Pride 2023, in migliaia per sostenere la comunità LGBTQIA+ dell’Uganda

News - Redazione 30.10.23
Morgan: "Devolvo la metà del mio cachet di X Factor a casa di accoglienza LGBTQIA+. Le mie scuse sincere" - Morgan - Gay.it

Morgan: “Devolvo la metà del mio cachet di X Factor a casa di accoglienza LGBTQIA+. Le mie scuse sincere”

News - Redazione 1.9.23
la-normalita-dell-amore

Il mio libro di risposta a Vannacci: “La normalità dell’amore”, così un ragazzo replica alle retoriche d’odio del generale

Culture - Francesca Di Feo 1.2.24
Manuel Aspidi, l’ex cantante di Amici vittima di omofobia social: "Dovete crepare, fate vomitare" - Manuel Aspidi 2 - Gay.it

Manuel Aspidi, l’ex cantante di Amici vittima di omofobia social: “Dovete crepare, fate vomitare”

Musica - Redazione 19.9.23
Buttafuoco presidente della Biennale di Venezia: per lui gli omosessuali rivendicano diritti che hanno già - Progetto senza titolo e1698333924970 - Gay.it

Buttafuoco presidente della Biennale di Venezia: per lui gli omosessuali rivendicano diritti che hanno già

Culture - Redazione Milano 26.10.23
(In copertina Matthew a Roma nel 1993: Shepard amava l'Italia e la cultura italiana. Courtesy of Smithsonian, donazione di Judy e Dennis Shepard)

Matthew Shepard, gli amici lo ricordano 25 anni dopo il brutale omicidio omofobo che sconvolse il mondo

News - Redazione 13.10.23