Reggio Calabria: mozione su “Famiglia tradizionale” approvata dal Pd

Un solo astenuto, tutti a favore, compreso il sindaco Pd. Zan: "Omofobia istituzionale".

Reggio Calabria: mozione su "Famiglia tradizionale" approvata dal Pd - falcomata mozione omofoba 1 - Gay.it
2 min. di lettura
Giuseppe Falcomatà (Pd), sindaco di Reggio Calabria

Giuseppe Falcomatà (Pd), sindaco di Reggio Calabria

La “Famiglia naturale” di nuovo al centro del provvedimento di un consiglio comunale. Questa volta parliamo di Reggio Calabria, comune guidato dal sindaco del Pd Giuseppe Falcomatà, dove il consiglio comunale a maggioranza di centrosinistra, ha approvato con la sola astensione del presidente del consiglio Demetrio Delfino (Pd), una mozione che chiede alla Giunta di istituire la “Festa della famiglia naturale fondata sull’unione tra un uomo e una donna” e di assicurarsi che non si verifichi alcun tentativo di “comprimere i diritti dei genitori all’educazione dei propri figli”. Infine, nella mozione, si “dichiara la propria opposizione a qualunque tentativo di introdurre nell’ordinamento giuridico disposizioni normative tali da alterare la stessa struttura della famiglia“. Primo firmatario della mozione, il consigliere comunale di Forza Italia Massimo Ripepi, ma a votarla è stato tutto il consiglio comunale, gruppi di centrosinistra e sindaco inclusi.

“Ringrazio – ha dichiarato il consigliere Ripepi – il sindaco Giuseppe Falcomatà, tutti i colleghi consiglieri ed i gruppi consiliari che hanno sostenuto la mia mozione che ricalca quella già approvata dal Consiglio Regionale della Lombardia, e scaturita dall’amara constatazione di come si vada diffondendo sempre più nel mondo occidentale la ‘teoria dei gender’, un’idea che sostiene la non esistenza di una differenza biologica tra uomini e donne determinata da fattori fisici”.
Ricordando le parole di Papa Francesco, secondo il quale “la famiglia non è né merce, nè un’ideologia”, Ripepi ha aggiunto: “Ritengo giusto, ovviamente non discriminare i gay ed ogni altra minoranza, ma questo non può assolutamente determinare l’imposizione di un modello di società che prevede l’eliminazione ‘culturale’ delle naturali differenze tra i sessi. Ecco perché ritengo che il voto unanime e trasversale espresso dal Consiglio oggi assuma una valenza straordinaria che si proietta ben oltre le logiche di appartenenza partitica”.
“Non lo nascondo: speravo in una nuova stagione politica inaugurata dal sindaco Giuseppe Falcomatà – commenta Alessandro Zan, deputato del Pd -, che potesse mettere al centro i diritti di tutte le famiglie; e invece siamo alle solite posizioni illiberali e discriminatorie”. “Un fatto grave – conclude Zan – che ancora una volta rafforza un’omofobia istituzionale tesa ad aumentare la diseguaglianza sociale tra cittadini e un’odio viscerale contro le diversità”.

Non è la prima volta, però, che un’amministrazione locale a guida Pd finisce nella bufera per le posizioni omofobe dei dirigenti locali del partito di Renzi. Basti ricordare i più recenti casi di Faenza e Pordenone .
Si dice stupito Aurelio Mancuso, presidente di Equality Italia e dirigente del Pd. “Mi chiedo come il gruppo dirigente democratico reggino e regionale – dichiara Mancuso – possano ritenere culturalmente e politicamente sostenibile un voto che offende le persone e le coppie omosessuali calabresi, che attacca a testa bassa i valori fondanti del Pd, che propugna una visione sociale discriminatoria e ideologica, che inventa una inesistente contrapposizione tra famiglie tradizionali e nuove famiglie”.
“Il Sindaco e la maggioranza di centro sinistra – conclude -, se non ripareranno all’offesa prodotta, si risparmino l’ipocrita impegno di voler approvare l’istituzione del Registro sulle unioni civili: è bene non produrre nuovi atti che trasformino l’attuale situazione di grave messaggio discriminatorio in tragica commedia dell’assurdo”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Mahmood per Paper Magazine

Mahmood apre il dibattito: “Sputo o lubrificante?”, e i fan si scatenano. I commenti più divertenti

Musica - Emanuele Corbo 19.6.24
Erika Colaianni e la compagna Manuela si sposano

Erika Colaianni e la compagna Manuela si sposano! La proposta di matrimonio durante il concerto di Ultimo – video

Culture - Luca Diana 15.6.24
Justin Timberlake Arrestato Ubriaco Gossip Droghe

Justin Timberlake arrestato, guidava ubriaco. Il gossip impazza: “Popper e Truvada nel sangue”. Ma è davvero così?

Musica - Emanuele Corbo 19.6.24
X Factor 2024

X Factor 2024 è una bomba, abbiamo visto le audition: le nostre prime impressioni

Culture - Luca Diana 19.6.24
Stonewall Inn, oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate: "Non riuscirete ad intimidirci" - Stonewall Inn oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate - Gay.it

Stonewall Inn, oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate: “Non riuscirete ad intimidirci”

News - Redazione 19.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24

Leggere fa bene

Perugia, in otto a processo per insulti omofobi sui social: “Odiare costa!” - Perugia Pride 2019 - Gay.it

Perugia, in otto a processo per insulti omofobi sui social: “Odiare costa!”

News - Redazione 26.1.24
Settimo torinese, insulti omofobi sui manifesti del candidato Pd Antonio Augelli: "Fr*cio" - Settimo insulti omofobi manifesti elettorali Antonio Augelli - Gay.it

Settimo torinese, insulti omofobi sui manifesti del candidato Pd Antonio Augelli: “Fr*cio”

News - Redazione 15.5.24
Serbia, attivisti LGBTQIA+ in piazza dopo un'aggressione omofoba da parte della polizia (VIDEO) - Da Se Zna Serbia - Gay.it

Serbia, attivisti LGBTQIA+ in piazza dopo un’aggressione omofoba da parte della polizia (VIDEO)

News - Redazione 8.3.24
africa-burundi-lapidare-omosessuali

Africa, il presidente del Burundi invita la popolazione a lapidare gli omosessuali

News - Francesca Di Feo 2.1.24
Adele in concerto risponde al fan omofobo: "Sei stupido? Stai zitto!" (VIDEO) - Adele - Gay.it

Adele in concerto risponde al fan omofobo: “Sei stupido? Stai zitto!” (VIDEO)

Culture - Redazione 3.6.24
Russia, il primo caso di "estremismo LGBTQIA+" finirà in tribunale: arrestati manager e direttrice del club queer Pose - VIDEO - russia club pose orenburg - Gay.it

Russia, il primo caso di “estremismo LGBTQIA+” finirà in tribunale: arrestati manager e direttrice del club queer Pose – VIDEO

News - Francesca Di Feo 22.3.24
uganda uomo arrestato

Uganda, la Corte Costituzionale conferma la terribile legge omobitransfobica

News - Redazione 4.4.24
Poliziotto costretto ad esami psichiatrici per verificare se fosse gay, il Tar condanna il ministero - carcere - Gay.it

Poliziotto costretto ad esami psichiatrici per verificare se fosse gay, il Tar condanna il ministero

News - Redazione 18.4.24