Salvatore – Shoemaker of Dreams, prime clip dal doc di Luca Guadagnino su Ferragamo

Sarà Lucky Red a distribuire in Italia Salvatore – Shoemaker of dreams, che sarà presentato in anteprima mondiale alla Mostra di Venezia domenica 6 settembre.

Salvatore - Shoemaker of Dreams, prime clip dal doc di Luca Guadagnino su Ferragamo - FERRAGAMO 03 - Gay.it
3 min. di lettura

https://www.youtube.com/watch?v=5jT0roXr5uE

Salvatore – Shoemaker of Dreams di Luca Guadagnino, il docufilm sull’icona della moda italiana e mondiale Salvatore Ferragamo, sarà presentato fuori concorso alla 77. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, in partenza oggi al Lido (qui il programma completo). Un’emozionante storia umana, artistica e imprenditoriale, raccontata dalla voce narrante dell’attore Michael Stuhlbarg, e arricchita da immagini inedite e testimonianze uniche che vedono tra i protagonisti, accanto ai membri della famiglia Ferragamo, il regista Martin Scorsese, la costumista Deborah Nadoolman Landis, e numerosi studiosi, docenti, stilisti, giornalisti, critici di moda e cinematografici. Non mancherà, all’interno del docufilm, la voce di Salvatore Ferragamo: saranno presenti infatti le registrazioni d’epoca, restaurate per l’occasione, di interviste radiofoniche rilasciate in Australia e di alcuni capitoli della sua autobiografia narrati dallo stesso Ferragamo. Oggi ecco arrivare due clip dal progetto diretto dal regista italiano, che vedono protagonista Wanda Miletti, moglie di Ferragamo, e il premio Oscar Martin Scorsese.

Sarà Lucky Red a distribuire in Italia Salvatore – Shoemaker of dreams, che sarà presentato in anteprima mondiale, fuori concorso, alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia domenica 6 settembre.

Siamo felici di tornare a lavorare con Luca Guadagnino con questo film potente e emozionante, – dichiara Andrea Occhipinti il ritratto di un uomo straordinario che ha lasciato un segno indelebile nel costume italiano e mondiale. Un racconto appassionante.

Da apprendista ciabattino a Napoli al viaggio in America in cerca di fortuna, dalle esperienze a Hollywood al ritorno in Italia, dal rischio del fallimento alla rinascita nel suo laboratorio di Firenze fino alla definitiva consacrazione e al successo imprenditoriale: Salvatore – Shoemaker of Dreams mostra il mistero e il fascino di una figura complessa, un’icona della moda italiana e mondiale che non ha mai perso di vista l’importanza dei legami famigliari.

Scritto dalla giornalista di moda e autrice Dana Thomas, il docufilm Salvatore – Shoemaker of Dreams si avvale della fotografia di Clarissa Cappellani e Massimiliano Kuveiller e del montaggio di Walter Fasano, che ritrova il regista Luca Guadagnino dopo il successo di Chiamami col tuo nome e Suspiria. Il progetto prende vita nel 2017 quando, ispirato dalla lettura dell’autobiografia del calzolaio e imprenditore italiano, il regista Luca Guadagnino contatta la famiglia Ferragamo. Un percorso durato tre anni in cui la Fondazione e il Museo Salvatore Ferragamo hanno lavorato a fianco del regista e della sceneggiatrice Dana Thomas, mettendo a disposizione competenze e conoscenze di carattere storico. Di centrale importanza la famiglia Ferragamo che ha dato la possibilità al regista Luca Guadagnino di accedere agli archivi del marchio che custodivano al loro interno interviste, aneddoti e informazioni inedite oltre alle ultime e preziose testimonianze di Wanda Miletti, moglie di Salvatore.

È con grande emozione che abbiamo appreso la notizia che il film sulla vita di mio padre sarà presentato alla Mostra del Cinema di Venezia – afferma Ferruccio Ferragamo, Presidente della casa di moda e figlio di Salvatore – È un onore per me e per la mia famiglia tutta che un autore come Luca Guadagnino si sia appassionato alla nostra storia familiare trasformandola in un racconto per il grande schermo”.

Cosa è il genio? Come nasce un sistema, che sia il cinema o la moda? E l’ossessione furiosa di una ricerca costante di idee e creazione come si sposa con la tradizione e i valori della famiglia? Salvatore Ferragamo (1898-1960), protagonista e testimone del XX secolo, è la risposta a queste domande”, ha detto Guadagnino.

Credo come produttore che la storia di questo incredibile uomo, nelle mani di un regista brillante e sensibile ma anche intellettualmente raffinato e ironico com’è Luca Guadagnino possa dar vita ad un racconto la cui visione sarà in grado di arrivare e affascinare non solo il pubblico italiano ma in generale una audience internazionale”, ha spiegato Francesco Melzi d’Eril, che, con Gabriele Moratti per MeMo Films, ha prodotto Salvatore – Shoemaker of Dreams.

Salvatore Ferragamo nasce il 5 giugno 1898 a Bonito, a un centinaio di chilometri da Napoli, undicesimo di 14 figli. I genitori, Antonio e Mariantonia Ferragamo, lavorano le terre di loro proprietà, ciascuna di quattro ettari o poco più. Sono poveri e la vita è difficile. Molti dei fratelli di Salvatore sono stati costretti a lasciare l’Italia e ad emigrare negli Stati Uniti per cercare fortuna. Di lì a poco anche Salvatore li seguirà.

Fuori concorso alla 77. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (qui i film in corsa per il Queer Lion) verrà presentato anche Fiori! Fiori! Fiori!, doc di 12 minuti di Luca Guadagnino girato in pieno lockdown da Covid-19. Il regista è sceso in Sicilia da Milano armato soltanto di uno smartphone e di un tablet, per bussare alle porte degli amici d’infanzia e capire con loro come hanno vissuto questo momento eccezionale che ha unito il mondo intero.

Obbligato dall’inerzia, ho cominciato a ripensare profondamente ai luoghi della mia formazione, alla mia Sicilia, fino a cercare di trovare nel paesaggio mutante della primavera il significato delle mie radici e il senso del mio presente.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Alex Wyse in concerto

Alex Wyse contro i pregiudizi: “Siate liberi di essere ciò che siete. Nessuno può porci confini”

Musica - Emanuele Corbo 13.6.24
Mahmood RA TA TA - Il velo e anche la tuta sono del brand palestinese Trashy Clothing

Mahmood fa “RA TA TA” con un velo palestinese che ha un significato

Musica - Mandalina Di Biase 13.6.24
Fabio Tuiach assolto in appello dopo l'iniziale condanna a due anni. La sua non era diffamazione omofoba - Fabio Tuiach a processo - Gay.it

Fabio Tuiach assolto in appello dopo l’iniziale condanna a due anni. La sua non era diffamazione omofoba

News - Redazione 13.6.24
Sanremo 2025, parla Carlo Conti: "Meno canzoni, separati big e nuove proposte. Torna il Dopofestival" - Carlo Conti - Gay.it

Sanremo 2025, parla Carlo Conti: “Meno canzoni, separati big e nuove proposte. Torna il Dopofestival”

Culture - Redazione 13.6.24
The Room Next Door di Pedro Almodovar, 1a immagine e sinossi del film con Tilda Swinton e Julianne Moore - The Room Next Door di Pedro Almodovar - Gay.it

The Room Next Door di Pedro Almodovar, 1a immagine e sinossi del film con Tilda Swinton e Julianne Moore

Cinema - Redazione 13.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24

Continua a leggere

Venezia 2024, la leggendaria Isabelle Huppert presidente di giuria della Mostra del Cinema - Isabelle Huppert - Gay.it

Venezia 2024, la leggendaria Isabelle Huppert presidente di giuria della Mostra del Cinema

News - Redazione 8.5.24
The History of Sound, il film d'amore con Paul Mescal e Josh O'Connor sarà a Venezia? Parla il regista - The History of Sound il film damore con Paul Mescal e Josh OConnor sara a Venezia - Gay.it

The History of Sound, il film d’amore con Paul Mescal e Josh O’Connor sarà a Venezia? Parla il regista

Cinema - Redazione 12.6.24
daniel craig queer guadagnino

Queer: “È fantastico, dura 3 ore e sarà a Venezia”. Luca Guadagnino: “È il film che avevo in testa da 35 anni”

News - Redazione 20.5.24