Madonna, Baz Luhrmann e il biopic sull’icona del pop che forse non è del tutto morto

E se a fine Celebration Tour (24 aprile 2024) Madonna volesse riprendere in mano la propria storia, per tornare a raccontarla sul grande schermo, in prima persona?

ascolta:
0:00
-
0:00
Madonna, Baz Luhrmann e il biopic sull'icona del pop che forse non è del tutto morto - Madonna e Julia Garner - Gay.it
Madonna e Julia Garner, la foto social
2 min. di lettura

Ci ha lavorato per due intensi anni, con sceneggiature infinite scritte e riscritte, casting maniacali e logoranti, per poi accantonare il tutto dinanzi al Celebration World Tour pensato e realizzato per festeggiare i 40 anni della propria folgorante carriera. Il biopic su Madonna co-scritto e diretto da Madonna pareva morto e sepolto, quanto Universal lo ha accantonato nel momento in cui la popstar ha preferito dedicarsi alla musica, alla sua musica e ai suoi fan, che volevano celebrarla dopo 4 decenni di successi.

Eppure quella pellicola, che Madonna ha più volte ribadito di dover dirigere perché “solo io posso conoscere la mia storia”, potrebbe presto risrogere. A parlarne Baz Luhrmann, regista australiano di Moulin Rouge che solo un anno fa ha portato al cinela la vita di Elvis, con Austin Butler protagonista. Nel presentare Faraway Downs, serie Hulu che ha preso a piene mani dal suo film Australia, Luhrmann ha rivelato come lui e Madonna abbiano cullato l’ipotesi di lavorare insieme. Un giorno.

“Abbiamo parlato più volte sul fare determinate cose, ma in realtà lei le stava creando da sola“, ha precisato il regista 61enne a Yahoo!, facendo riferimento proprio al biopic di Madonna. “Non potrò fare un biopic la prossima volta, e certamente non un musical. Scelgo il mio viaggio creativo in base a ciò che mi renderà veramente coinvolto. E in questo momento significherebbe troppo tornare indietro sulla stessa strada”. “Detto questo, Madonna ha avuto una grande influenza su tutti noi”, ha aggiunto Luhrmann. “Quando inizi a scavare nel suo lavoro, ti rendi conto di quanto fosse fantastica, di come difendesse i diritti dei gay e di come fosse una provocatrice. Merita una pellicola davvero bella”.

Luhrmann ha poi rimarcato come proprio Madonna dovrebbe essere raccontare Madonna.

“Il bello di Elvis è che quando qualcuno muore e gli anni passano, arriva un momento in cui puoi usare la sua storia di vita come una tela per esplorare idee più grandi”. “Ma è piuttosto complicato se sono ancora in giro. Forse allora devono essere loro a farlo”.

In due anni Madonna si è affidata prima a Diablo Cody, sceneggiatrice premio Oscar per Juno, e poi ad Erin Cressida Wilson, sceneggiatrice di Secretary e La ragazza del treno. Sul fronte casting mezza Hollywood ha provato a far suo l’ambito ruolo, con Florence Pugh, Bebe Rexha, Alexa Demie e Sydney Sweeney sconfitte in volata da Julia Garner, volto di Ozark. Poi è arrivato l’improvviso e brusco stop, che sembrava potesse essere definitivo. E se a fine Celebration Tour (24 aprile 2024) Madonna (“la più grande artista pop della storia“) volesse riprendere in mano la propria storia, per tornare a raccontarla sul grande schermo, con o senza Baz Luhrmann?

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
Olivia Rodrigo in bad idea right? (2023)

Olivia Rodrigo è la rockstar (e attivista) che meritiamo: il suo Guts Tour contro le leggi anti-aborto

Musica - Riccardo Conte 26.2.24
Eurovision 2024 Eden Golan October Rain

Boicottare Eurovision 2024 e la partecipazione di Israele? “October rain” di Eden Golan va esclusa?

Musica - Redazione Milano 27.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24

Hai già letto
queste storie?

Un Bastardo e l’Eredità di Pinochet, il doc queer arriva a Roma. Trailer e sinossi - Bastardo. La herencia de un genocida 2 - Gay.it

Un Bastardo e l’Eredità di Pinochet, il doc queer arriva a Roma. Trailer e sinossi

Cinema - Redazione 10.11.23
Saltburn fa rinascere Sophie Ellis-Bextor, è boom di streams per "Murder On The Dancefloor" - sophie ellis bextor saltburn copia - Gay.it

Saltburn fa rinascere Sophie Ellis-Bextor, è boom di streams per “Murder On The Dancefloor”

Musica - Redazione 10.1.24
FEMME (UTOPIA)

Femme è il thriller queer in drag di cui abbiamo bisogno, il trailer – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 16.2.24
Sei nell'Anima, data d'uscita e primo teaser trailer del film dedicato alla vita di Gianna Nannini - Gianna Nannini SEI NELLANIMA. Il biopic 1 - Gay.it

Sei nell’Anima, data d’uscita e primo teaser trailer del film dedicato alla vita di Gianna Nannini

Cinema - Redazione 1.2.24
Dolly Parton in difesa della comunità trans: "Siamo tuttə figli di Dio e il modo in cui siamo è ciò che siamo" - Dolly Parton - Gay.it

Dolly Parton in difesa della comunità trans: “Siamo tuttə figli di Dio e il modo in cui siamo è ciò che siamo”

Musica - Redazione 6.11.23
Tutto quello che sappiamo su "Nuovo Olimpo" di Ferzan Ozpetek. Ecco trailer, gallery e data d'uscita - Nuovo Olimpo 6 - Gay.it

Tutto quello che sappiamo su “Nuovo Olimpo” di Ferzan Ozpetek. Ecco trailer, gallery e data d’uscita

Cinema - Federico Boni 19.9.23
Berlino 2024, i vincitori del Teddy Award. All Shall Be Well miglior film LGBTQIA+ - All Shall Be Well - Gay.it

Berlino 2024, i vincitori del Teddy Award. All Shall Be Well miglior film LGBTQIA+

Cinema - Federico Boni 26.2.24
C'è Ancora Domani maggior incasso del 2023 davanti a Barbie, per la prima volta il Cinema italiano è donna - barbie ce ancora domani - Gay.it

C’è Ancora Domani maggior incasso del 2023 davanti a Barbie, per la prima volta il Cinema italiano è donna

Cinema - Federico Boni 29.12.23