Barbara D’Urso: “Che bello, una trans al Grande Fratello!”

L’ex conduttrice del Gf, che adesso presenta ‘Mattino 5’ ed è in teatro con ‘Il letto ovale’, ammette il suo debole per il mondo gay e confessa: “Mi piacerebbe lavorare con il grande Almodovar”.

Una nuova sfida professionale per la bellissima Barbara D’Urso, al timone di ‘Mattino5’, contenitore quotidiano di Canale 5. Esordio con il boom di ascolti. Un nuovo successo che si unisce ai tanti collezionati negli anni dalla D’Urso. Nel suo passato la conduzione del ‘Grande Fratello’ (famoso il suo ‘ragazziiii’) e più edizioni della ‘Fattoria’. Ma anche fiction e tanto teatro. Un’artista poliedrica, che ammette di avere un grande passione per il mondo omosessuale e per i film di Almodovar. A proposito, guai a discriminare i gay in sua presenza. Barbara ammette: “potrei reagire male!”

Dopo tanti impegni televisivi in prima serata, una nuova sfida con un programma quotidiano tutte le mattine. Cambiano i telespettatori, cambia anche il suo modo di condurre?

Non faccio molta differenza tra il mio modo di condurre i programmi del mattino rispetto a quelli della sera. Immagino di rivolgermi alle stesse signore che mi seguivano durante la conduzione del Grande Fratello o della Fattoria. Certo, sto più attenta agli argomenti ed al modo di trattarli.

‘Mattino 5’ è un contenitore dal taglio giornalistico, che si occupa di vari argomenti con un occhio puntato sull’attualità, ma anche

sulla cronaca rosa.E’ vero, il programma ha una stretta collaborazione con ‘Videonews’, per cui è connotato da una forte attenzione per la cronaca e l’informazione.

Ti suggeriamo anche  Eminem rivela: "Uso Tinder e Grindr"

La direzione di Canale 5 si è detta molto soddisfatta dell’ottimo esordio di ‘Mattino5’, che ha registrato un boom di ascolti. Questo successo le dà una carica in più per affrontare il risveglio mattiniero?

Certo, quello è ovvio. Sapere che il pubblico ti segue con affetto ti dà una grossa marcia in più. Essendo un programma quotidiano gli ascolti credo varieranno continuamente anche in base agli argomenti trattati ed alla presenza di temi politici nel nostro contenitore. Di sicuro, al di là degli ascolti, il mio entusiasmo è tanto, per cui non soffro molto quando suona la sveglia al mattino presto.

Oltre alla tv, in questo periodo lei è impegnata tutti i giorni in teatro con ‘Il letto Ovale’. Come fa a conciliare questo doppio impegno con il ruolo di mamma?

In realtà è quasi un mese che non vedo i miei figli, per cui sono veramente in grande astinenza. Però se non si lavora non si mangia, quindi si lavora!

Lei è stata una delle conduttrici più amate del Grande Fratello. Ha gettato quest’anno per vedere cosa succede dentro la casa? Cosa ne pensa?

La sera, essendo impegnata con lo spettacolo a teatro, non riesco a guardarlo. Lo seguo la mattina e mi piace molto l’idea che sia entrata una trans.

Ti suggeriamo anche  Stefania Pezzopane: "Apriamo le adozioni a gay e single!"

Proprio qualche giorno fa ne ha parlato in studio con Vladimir Luxuria, che è stata ospite.Mi piace molto l’idea che finalmente una trans sia trattata come un qualsiasi essere umano, e non come un alieno.

Durante la puntata abbiamo visto una sua grande attenzione nei confronti del mondo omosessuale, soprattutto la delicatezza nell’usare un termine piuttosto che un altro.

L’attenzione nei confronti di questo mondo, che io amo moltissimo, mi sembra il minimo. Ripeto mi ha fatto molto piacere avere Valdimir Luxuria ospite in studio, perché abbiamo avuto modo di affrontare insieme a lei un tema così delicato come quello della transessualità.

Sono molti i trans che subiscono ancora oggi violenze per strada. Perché così tanta rabbia nei loro confronti?

Io considero inaudito tutto questo. Non è possibile che molti trans vengano ancora malmenati per strada. Questa violenza rappresenta un grosso problema. La gente deve imparare a considerare queste persone come ‘normodotate’.

Lei che rapporto ha con il mondo omosessuale?

E’ un rapporto che vivo moltissimo. Tanti miei amici omosessuali hanno una sensibilità di gran lunga superiore a quella di qualsiasi donna. I gay sono persone di grande cultura e di grande intelligenza.

Osservare dall’esterno la realtà omosessuale è un conto. Ma se dovesse scoprire una ipotetica omosessualità di suo figlio, come reagirebbe da  mamma?

Ti suggeriamo anche  Barbara D'Urso a Lorenzo Fontana, 'Caro Ministro, la famiglia è qualunque tipo di amore'

Vuoi la verità? Non lo so! Perché è chiaro che è una cosa molto difficile da affrontare. E’ facile guardare questa realtà dall’esterno, ma penso che ci voglia una grande dose di intelligenza per sostenerla e risolverla dentro di sé. Non vorrei sembrare immodesta, ma credo che riuscirei a gestire una situazione del genere nella maniera più delicata possibile e con grande sensibilità.

Ha mai assistito ad episodi di violenza nei confronti di persone omosessuali?

Per fortuna no, perché essendo io ‘terrona’ reagirei in malo modo.

C’è un sogno che lei vorrebbe realizzare sia a livello personale che a livello professionale?

Il mio sogno professionale più grande è quello di lavorare con Almodovar, perché mi piace molto come regista. Sul piano privato quello di cercare di essere il più serena possibile e di rendere tranquille le persone che mi stanno intorno.

Qual è un film di Almodovar che l’ha particolarmente colpita?

Tutti!

Nei ritagli di tempo libero Barbara D’Urso cosa si concede?

Mi piace moltissimo leggere, per cui, quando ho un po’ di tempo tutto per me, mi immergo nella lettura di un buon libro.

E noi ci auguriamo che trovi il tempo di leggere anche Gay.it.

di Michele Sabia