The Constitution, ma che bello e profondo il melò etico che arriva dalla Croazia

Una bella sorpresa al cinema: correte a vedere Due insolite storie d’amore di Rajko Grlic. Piangerete, oh se piangerete!

The Constitution, ma che bello e profondo il melò etico che arriva dalla Croazia - The Constitution home - Gay.it
3 min. di lettura

Nuove proiezioni fino al 9 maggio: al Cinemino di Milano e all’Apollo 11 di Roma, esordio a Genova (Cinema Cappuccini) e a Bologna (Cineteatro Orione), oltre che a Mezzago (cinema Bloom).

The Constitution, ma che bello e profondo il melò etico che arriva dalla Croazia - The Constitution 2 - Gay.itÈ l’amore, quello puro, come direbbe Veronesi, il protagonista di un gran bel melò croato, The Constitution di Rajko Grlic: due insolite storie d’amore, come recita il sottotitolo italiano del film distribuito da Cineclub Internazionale in collaborazione con Tycoon Distribution. C’è un’umile infermiera serba che vive in uno scantinato col marito ubriacone e dislessico. Lui cerca di vincere un concorso per essere ammesso nella polizia croata dove sarebbe il primo serbo in assoluto ed abita sotto a un professore gay, colto e sensibile che accudisce il padre gravemente malato in casa ed è disperato per aver perso un anno prima l’amore di una vita, un violoncellista che ‘osava’ passeggiare con lui mano nella mano in un parco. Il maestro – in senso socratico – insegna storia e diritto, ma viene picchiato da una gang omofoba quando, diventata Katharina per ballare in casa sulle note dell’amore e poi andare in un bar, viene riconosciuto al pronto soccorso dall’infermiera avida che ha un segreto inconfessabile alle spalle ma vuole che il marito Ante passi l’esame da poliziotto grazie alle lezioni private di Vjeko sulla Costituzione Croata.

The Constitution, ma che bello e profondo il melò etico che arriva dalla Croazia - The Constitution 3 - Gay.itÈ un melò passionale, cambia registro e diventa un thriller sulla paranoia e l’odio reciproco tra i due popoli slavi del sud lacerati dalla Guerra d’Indipendenza croata (1991-1995), ventiquattromila morti e mezzo milione di profughi: una ferita che ancora brucia sulla pelle e nelle coscienze di due repubbliche che da Belgrado a Zagabria – dov’è ambientato il film – ancora è causa di odio profondo e criminalità diffusa.

Dopo il capolavoro gay 120 Battiti al Minuto, ecco un altro commovente film sul corpo, mutilato, offeso, morente, lacerato dai ricordi atroci: “Lui abbracciava il mitra e io ero incinta di quattro mesi”. E quello femminile, “con un buco da cui è uscita tutta la felicità” e se n’è andata con le anime di morti che ancora camminano nelle strade, medicate alla benemeglio, minacciate da cibo forse avvelenato, intriso di urina e sangue.

The Constitution, ma che bello e profondo il melò etico che arriva dalla Croazia - The Constitution 5 - Gay.itScene bellissime: la lezione con l’allievo figlio di un deputato corrotto, il saluto nazista davanti al militare morente, il ricordo straziante della cosa più importante, ‘LYUBAV’, l’amore in croato, aspro come quella lingua se non vissuto pienamente e a lungo, dolce come ambrosia se eterno, come quello tra Vjeko e Bobo, evocato dalla musica soave di quest’ultimo, meglio che in Philadelphia, molto meglio.

La Croazia è uno dei Paesi creati dopo la dissoluzione della Jugoslavia. Durante la transizione dal socialismo al capitalismo, la Croazia è stata orribilmente deturpata dalla cultura dell’odio per il diverso, l’omofobia, depredata dai tanti che hanno sfruttato la guerra come alibi. Questo processo ha fatto sì che un gruppo di circa duecento famiglie trasformassero un paese relativamente ricco fino alla fine degli anni Ottanta, in uno degli stati attualmente più corrotti e indebitati d’Europa e con il minor tasso di crescita economica.

Le statistiche indicano che il numero di cittadini con un titolo di studio che emigrano è maggiore in Croazia rispetto a qualunque altro paese europeo. Quando si chiede a queste persone perché se ne vadano, la risposta è sempre la stessa: “Non voglio che i miei figli crescano circondati dall’odio“.

I due popoli più numerosi tra gli slavi del sud hanno un passato comune limitato a soli settant’anni – dal 1918 al 1991.

The Constitution, ma che bello e profondo il melò etico che arriva dalla Croazia - The Constitution 4 - Gay.itIn quel lasso di tempo lasciarono che la politica li riempisse d’odio, al punto che gli Ustascia, i fascisti croati che agivano sotto il controllo del Terzo Reich, commisero un genocidio senza precedenti per “ripulire” la Croazia dai serbi, che in quel momento costituivano il 18% della popolazione.

Quanto sono bravi gli attori Nebojsa Glogovac, vibrante nel ruolo gender di Vjeko-Katharina, Dejan Acimovic, Ksenija Marinkovic! Meritati i sette premi vinti, da Montréal a Lecce passando per Santa Barbara.

È davvero una bella sorpresa, etico e profondo, umanista e animalista, capace persino di sussulti ironici come il vertiginoso blowjob mentre si recitano gli articoli della Costituzione Croata.

Da vedere assolutamente.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24

Leggere fa bene

Andrew Scott in Estranei (2023)

Estranei è molto più di una storia d’amore gay

Cinema - Riccardo Conte 27.2.24
Scream 7 sarà diretto dal suo creatore Kevin Williamson. E torna Neve Campbell! - Scream - Gay.it

Scream 7 sarà diretto dal suo creatore Kevin Williamson. E torna Neve Campbell!

Cinema - Redazione 13.3.24
Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente - close to you 01 - Gay.it

Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente

Cinema - Federico Boni 19.4.24
CARY GRANT IN NORTH BY NORTHWEST

Ma quindi Cary Grant era gay o no? La figlia smentisce tutto

Cinema - Redazione Milano 12.12.23
Cannes 2024, sarà Palma d'Oro per il musical trans-gangster Emilia Pérez di Jacques Audiard? - Emilia perez poster 1 - Gay.it

Cannes 2024, sarà Palma d’Oro per il musical trans-gangster Emilia Pérez di Jacques Audiard?

Cinema - Federico Boni 21.5.24
The Last Year of Darkness, il doc che racconta una Cina di giovani orgogliosamente queer - The Last Year Of Darkness - Gay.it

The Last Year of Darkness, il doc che racconta una Cina di giovani orgogliosamente queer

Cinema - Redazione 4.12.23
Our Son, primo trailer per il film con Luke Evans e Billy Porter coppia gay divorziata in guerra per il figlio - Our Son - Gay.it

Our Son, primo trailer per il film con Luke Evans e Billy Porter coppia gay divorziata in guerra per il figlio

Cinema - Redazione 22.11.23
Back to Black, Marisa Abela è Amy Winehouse nel primo trailer del biopic - Back to Black Marisa Abela e Amy Winehouse nel primo trailer del biopic - Gay.it

Back to Black, Marisa Abela è Amy Winehouse nel primo trailer del biopic

Cinema - Redazione 11.1.24