Valentina, mamma lesbica e insegnante discriminata dallo Stato: “io ho “punteggio 0” alla voce “figli”, ma una figlia ce l’ho”

La dolorosa storia di Valentina, sua moglie Gianna e la piccola Costanza, che solo per lo Stato italiano ha un'unica mamma.

Valentina, mamma lesbica e insegnante discriminata dallo Stato: "io ho “punteggio 0” alla voce “figli”, ma una figlia ce l'ho" - mamme - Gay.it
2 min. di lettura

L’urgenza di una legge che abbracci finalmente anche le famiglie arcobaleno è sempre più chiara, dinanzi alla mostruosa discriminazione che mamme, papà e figli sono costretti a subire quotidianamente. L’ultima denuncia in tal senso arriva da Valentina Lucci, 45enne insegnante che abita a Sulmona insieme alla moglie Gianna, infermiera, e alla figlia Costanza, 5 anni fa nata tramite inseminazione artificiale a Bruxells, con seme donato da un cittadino danese. La mamma biologica di Costanza è Gianna, mentre Valentina, per la legge italiana, non è nessuno. A raccontare la sua storia è Fabio Giuffrida, via OpenOnline.

Quando Valentina ha partecipato ad un bando interno alla sua scuola per provare ad accedere al ruolo di materia, la discriminazione si è palesata in tutta la sua mostruosità.

Ho subito ricevuto la valutazione del mio profilo e sapete qual è stata la cosa che mi ha fatto più male? Vedere “punteggio 0” alla voce “figli”. Ma io una figlia ce l’ho. Perché io no e il mio collega, che qualche anno fa è diventato padre, sì? Cosa cambia tra me e lui? Perché devo essere sorpassata da chi ha un figlio, esattamente come me, e dunque può avere, come è giusto che sia, 6 crediti in più?

Domanda amaramente lecita, per una mamma h24 che per lo Stato italiano semplicemente non esiste. Costanza ci chiama “mamma Vale” e “mamma Gianna”, è un vulcano, è curiosa, bellissima, esplosiva, è la mia vita. Siamo inseparabili, sottolinea con orgoglio Valentina, che da subito ha spiegato alla figlia la verità sulla sua famiglia. “Mia figlia ama Spiderman ma è anche una patita di trucchi e gioielli. Non ha preso di certo dalle sue mamme! Le piace il calcio ma vuole fare la ballerina. Un giorno stravede per il colore rosa, l’indomani per l’azzurro“. Come figure maschili di riferimento ci sono gli amatissimi nonno e zio, i ‘papà’ di Costanza, che per lo Stato italiano ha incredibilmente una sola mamma.

Per superare questo vergognoso vuoto legislativo Valentina dovrebbe intraprendere il lungo e faticoso iter di adozione della figlia di sua moglie. Sua figlia. “Sa perché non l’ho fatto? Perché dura anni e devi pure presentarti davanti a un giudice. Ci vogliono soldi, tempo e causa tanto stress. Lo Stato, invece, dovrebbe tutelarci facendo un’integrazione alla Legge Cirinnà, ne abbiamo bisogno, ma non solo noi. Nella stessa situazione ci sono tante altre mamme e tanti altri papà. Le leggi dello Stato non sono al passo con la società. Sa quante colleghe e quanti genitori restano sbalorditi quando dico che per lo Stato io non sono la mamma di Costanza?“.

Uno Stato chiamato ad intervenire, il prima possibile.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Lorenzo Licitra è Gesù in Jesus Christ Superstar, la prima foto ufficiale - Lorenzo Licitra e Gesu - Gay.it

Lorenzo Licitra è Gesù in Jesus Christ Superstar, la prima foto ufficiale

Culture - Redazione 28.2.24
Liarmouth, Aubrey Plaza di The White Lotus nel primo film di John Waters dopo 20 anni - Aubrey Plaza - Gay.it

Liarmouth, Aubrey Plaza di The White Lotus nel primo film di John Waters dopo 20 anni

Cinema - Redazione 28.2.24
Alberto De Pisis

Alberto De Pisis, tra carriera, amori e speranze per il futuro: “Mi piacerebbe diventare papà” – intervista

Culture - Luca Diana 28.2.24
Hiv sentenza Bari su U uguale U Gay.it

U = U, sentenza storica, assolto un uomo accusato di aver trasmesso l’Hiv: se non è rilevabile non si può trasmettere

Corpi - Daniele Calzavara 28.2.24
Lessons in Tolerance, la prima commedia ucraina contro l'omofobia esce al cinema tra plausi e proteste - Lessons in Tolerance film - Gay.it

Lessons in Tolerance, la prima commedia ucraina contro l’omofobia esce al cinema tra plausi e proteste

Cinema - Federico Boni 28.2.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il percorso di Federico Massaro dopo l’uscita di Vittorio Menozzi

Culture - Luca Diana 27.2.24

Continua a leggere

Grande Fratello Letizia Petris lesbica Vittorio Gay

Grande Fratello, le parole di Beatrice Luzzi suscitano polemiche: “Letizia Petris è lesbica”

Culture - Luca Diana 7.11.23
Corea del Sud, Kim Kyu-jin prima storica donna dichiaratamente lesbica a partorire - Kim Kyu jin e Kim Sae yeon - Gay.it

Corea del Sud, Kim Kyu-jin prima storica donna dichiaratamente lesbica a partorire

News - Redazione 8.9.23
Reneé Rapp in Mean Girls (2024)

Regina George di Mean Girls è queer? Risponde Reneé Rapp

Cinema - Redazione Milano 16.1.24
Nyad, Annette Bening è l'atleta lesbica che nuotò da Cuba alla Florida. Il trailer - NYAD - Gay.it

Nyad, Annette Bening è l’atleta lesbica che nuotò da Cuba alla Florida. Il trailer

Cinema - Redazione 30.10.23
some-prefer-cake-2023

A Bologna “Some Prefer Cake” 15° edizione del festival di cinema lesbico

Cinema - Francesca Di Feo 22.9.23
Corte d'Appello di Torino: "Mamme di due gemelli non possono essere riconosciute come madri legittime" - Famiglie Arcobaleno Sentenza Cassazione - Gay.it

Corte d’Appello di Torino: “Mamme di due gemelli non possono essere riconosciute come madri legittime”

News - Federico Boni 29.9.23
donne-lesbiche-guadagnano-di-piu

Le lesbiche guadagnano di più delle donne etero a causa degli uomini

News - Francesca Di Feo 10.1.24
bottoms

Bottoms fa il boom: la commedia queer è un successo al box office americano

Cinema - Redazione Milano 29.8.23