Vivi e lascia Vivere, cliché sportivi con vista su un rassicurante coming out da vecchia Rai

Lasciano perplessi alcune svolte di scrittura nell'ultima fiction Rai di successo, scritta e diretta da Pappi Corsicato. Protagonista un 20enne apparentemente pronto ad un imminente coming out.

Vivi e lascia Vivere, cliché sportivi con vista su un rassicurante coming out da vecchia Rai - vivi e lascia vivere gay 1 - Gay.it
3 min. di lettura

Anche ieri sera, per il 3° giovedì consecutivo, Vivi e lascia Vivere ha sbancato l’Auditel, con 6.290.000 spettatori e il 23.5% di share. Un successo su tutta la linea la prima attesa serie televisiva del grande Pappi Corsicato, trainata da una bravissima Elena Sofia Ricci, con Iaia Forte, musa del regista, al suo fianco.

Una fiction ambientata a Napoli, quella scritta dallo stesso regista campano insieme a Giulia Calenda, Monica Rametta e Valia Santella, che si snoda anche attraverso le sottotrame ‘adolescenziali’ dei tre figli della protagonista, una donna di 50 anni costretta a reinventarsi dopo l’apparente morte del marito e la perdita del lavoro. Ed è proprio con uno dei tre figli, l’unico maschio, Giovanni, interpretato dal 21enne Giampiero De Concilio, che lo script si accartoccia malamente sul piano LGBT.

ATTENZIONE SPOILER

Vivi e lascia Vivere, cliché sportivi con vista su un rassicurante coming out da vecchia Rai - Schermata 2020 05 08 alle 14.18.43 - Gay.it

Ma andiamo con ordine. Giovanni è il capitano di una squadra  di pallanuoto. Dopo aver passato anni a praticare questo sport, improvvisamente lo abbandona perché folgorato dal nuoto sincronizzato. Visto una volta, per puro caso, se ne innamora e decide di praticarlo. Ad aiutarlo una coetanea, una ragazza con la quale nasce una chiara simpatia. Una sera Giovanni partecipa ad una festa e qui incrocia un ragazzo più alto di lui. Lo scontro è rapido e casuale, ma Giovanni ne rimane ipnotizzato, non riesce quasi a staccargli gli occhi di dosso.

Vivi e lascia Vivere, cliché sportivi con vista su un rassicurante coming out da vecchia Rai - Vivi e lascia Vivere - Gay.it

Si percepisce un vago interesse. Dopo cinque episodi in cui mai Giovanni aveva fatto intuire un’ipotetica attrazione per i ragazzi, si smuove qualcosa. Nella scena successiva, però,  qualcosa cambia, perché Giovanni fa sesso con la ragazza che lo ha iniziato al nuoto sincronizzato, sul divano di casa della giovane. Concluso il tutto va in bagno, in mutande, e qui trova il fratello maggiore di lei, appena uscito dalla doccia, nudo. Neanche a dirlo, è lo stesso ragazzo con cui si era scontrato in discoteca. Quando si dice la casualità. Anche in questo caso Giovanni rimane imbambolato, visibilmente affascinato, tanto da fissare il pene del ragazzo, costretto a coprirsi con l’asciugamano dall’imbarazzo. I due per un attimo si ritrovano faccia a faccia, sulla porta del bagno, mezzi nudi e a pochi centimetri l’uno dall’altro, prima di salutarsi definitivamente.

Vivi e lascia Vivere, cliché sportivi con vista su un rassicurante coming out da vecchia Rai - Vivi e lascia Vivere 2 - Gay.it

Tutto questo si è verificato nel corso della sesta puntata andata in onda ieri sera, con annesse perplessità legate alla caterva di luoghi comuni cavalcati nel rappresentare l’accettazione di sè di un adolescente, aderente e rassicurante ad un certo stereotipo sportivo. Vero è che la fiction non è ancora conclusa, ma prevedere un coming out da parte di Giovanni da qui all’ultima puntata è cosa alquanto scontata (in caso contrario, alzo le mani e chiedo umilmente perdono).

Narrativamente parlando, mi domando se fosse davvero necessario che Giovanni abbandonasse la pallanuoto,  sport maschio e fisico, per l’elegante nuoto sincronizzato.  Tra le altre cose, va ricordato come il più famoso ‘sirenetto’ d’Italia, Giorgio Misini, sia  felicemente fidanzato con una ragazza. E ancora, possibile che questo 21enne che ha trascorso metà della propria vita in spogliatoi maschili con aitanti coetanei perennemente in costume, non riesca a staccare gli occhi di dosso dal pene di uno sconosciuto?

Sono chiaramente piccoli passaggi di scrittura che in una fiction Rai del 2020, però, stonano, perché ancorati a certe rappresentazioni che mi auguravo archiviate. Come se determinati step fossero necessari, richiesti, dovendo essere presentati ad un ampio pubblico generalista, in realtà televisivamente parlando molto più maturo di quanto si voglia credere grazie soprattutto alla serialità internazionale. Ci si scandalizza giustamente con Povia, secondo cui chi ama spolverare la casa sarebbe automaticamente gay (mancato), ma anche qui ci ritroviamo davanti ad un ragazzo che deve inspiegabilmente e improvvisamente abbandonare lo sport praticato per una vita e darsi al sincro insieme a una decina di Esther Williams per capire realmente il proprio io.  Sarebbe davvero cambiato qualcosa, sul piano narrativo, se Giovanni avesse capito di provare attrazione per i ragazzi rimanendo lo stimato capitano della propria squadra di pallanuoto? Si può “osare” di più, cara mamma Rai. Siamo nel 2020.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard - Xavier Dolan - Gay.it

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard

News - Federico Boni 1.3.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Bledar Dedja sarebbe stato ucciso dopo aver incontrato un 17enne via Grindr

Perché il 17enne ha ucciso il 39enne Bledar Dedja adescato su Grindr e qual è il movente?

News - Redazione Milano 29.2.24
Douglas Carolo e Michele Caglioni arrestati il 29 Febbraio

Cosa non sappiamo di Douglas Carolo e Michele Caglioni, presunti assassini di Andrea Bossi

News - Redazione Milano 1.3.24
I SAW THE TV GLOW (2024)

I Saw The Tv Glow: guarda il trailer dell’attesissimo film horror trans* – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 29.2.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24

Continua a leggere

5 pubblicità queer natalizie che non dimenticheremo: ecco perché

Le 5 pubblicità queer natalizie che non dimenticheremo

Culture - Emanuele Cellini 19.12.23
Sanremo 2024, - 7 giorni. Secondo gli scommettitori sarà sfida a 3 tra Annalisa, Mango e Amoroso - Sanremo 2024 favorite - Gay.it

Sanremo 2024, – 7 giorni. Secondo gli scommettitori sarà sfida a 3 tra Annalisa, Mango e Amoroso

Culture - Redazione 30.1.24
Lost Boys & Fairies, prime immagini dalla nuova serie LGBTQIA+ della BBC - Lost Boys Fairies Gabriel SION DANIEL YOUNG Andy FRA FEE - Gay.it

Lost Boys & Fairies, prime immagini dalla nuova serie LGBTQIA+ della BBC

Serie Tv - Federico Boni 3.10.23
Federico Massaro

Federico Massaro, chi è il modello di cui tuttə parlano?

Culture - Luca Diana 16.12.23
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il percorso di Federico Massaro dopo l’uscita di Vittorio Menozzi

Culture - Luca Diana 27.2.24
Vittorio Menozzi e Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, Vittorio Menozzi e Federico Massaro sono sempre più distanti: che cosa succede?

Culture - Luca Diana 18.1.24
Quella volta che Teresa Mannino fece infuriare il Vaticano per un bacio a Paola Cortellesi - teresa mannino 1 - Gay.it

Quella volta che Teresa Mannino fece infuriare il Vaticano per un bacio a Paola Cortellesi

Culture - Redazione 8.2.24
Pechino Express 2024

Pechino Express, tutto quello che sappiamo sulla nuova edizione: cast, conduttori, itinerario e primi spot…

Culture - Luca Diana 7.10.23