Addio a William Friedkin, regista di Cruising e The Boys in the Band

Regista anche di l’Esorcista e Il Braccio Violento della Legge, Hollywood piange la morte di un gigante.

ascolta:
0:00
-
0:00
Addio a William Friedkin, regista di Cruising e The Boys in the Band - Addio a William Friedkin regista di Cruising e The Boys in the Band - Gay.it
3 min. di lettura

A poche settimane dai suoi 88 anni, e atteso a Venezia fuori concorso con la sua ultima fatica The Caine Mutiny Court-Martial, è morto William Friedkin, 51 anni fa premio Oscar alla regia per Il braccio violento della legge, nel 2013 Leone d’oro alla carriera e padre, tra i tanti film da lui girati, dell'”horror più spaventoso di tutti i tempi”, ovvero l’Esorcista.

Sposato 4 volte, Friedkin, tra i principali esponenti della Nuova Hollywood, ha diretto nel corso degli anni anche due cult assoluti per la cinematografia LGBTQIA+. The Boys in the Band, nel 1970, e Cruising, nel 1980.

Addio a William Friedkin, regista di Cruising e The Boys in the Band - boys in the band - Gay.it

Arrivato in Italia con il titolo Festa per il compleanno del caro amico Harold, The Boys in the Band adattava per il grande schermo l’omonima pièce teatrale di Mart Crowley. The Boys in the Band fu il primo film hollywoodiano a trattare il tema dell’omosessualità. Protagonisti otto giovani gay della borghesia intellettuale di New York e un ospite casuale, che si dichiara eterosessuale, tutti invitati ad una festa di compleanno che si trasforma in una velenosa seduta di analisi terapeutica collettiva e in un feroce gioco al massacro. Interpretato dagli stessi attori che portarono la commedia al successo di Broadway, The Boys in the Band venne non poco criticato, perché ritraeva in modo negativo e pessimistico gli omosessuali, mai così raccontati, mostrati, fino a quel momento.

Addio a William Friedkin, regista di Cruising e The Boys in the Band - cruising - Gay.it

Cruising con Al Pacino adattò invece l’omonimo romanzo di Gerald Walker, ambientato nel mondo underground degli omosessuali di New York: all’epoca il tema suscitò non poche polemiche, poichè era una delle primissime volte che la comunità gay del Greenwich Village diventava soggetto narrativo. Nel film ‘scandalo’ Pacino interpreta un investigatore incaricato di indagare su una serie di delitti commessi da un maniaco ai danni degli uomini gay della Grande Mela. L’agente finge di essere omosessuale per infiltrarsi all’interno della comunità, frequenta i cruising bar e alla fine riesce a catturare l’assassino. Ma quella vicinanza al mondo LGBTQIA+ lo cambia per sempre…

La produzione del film fu un calvario. Tra Pacino e Friedkin non scoccò mai la scintilla, con reciproche accuse di presunti e inadeguati comportamenti. L’attore si rifiutò di promuovere la pellicola e non ne ha mai più parlato. Alcuni bar di New York negarono le riprese. Il regista, pur di evitare un divieto totale dai censori USA, cancellò 40 minuti di girato. Scene che riguardavano l’interno di leather bar S&M dove venivamo mostrati “espliciti atti omosessuali mentre Pacino assisteva al tutto“. La stessa comunità LGBTQIA+ di New York attaccò pesantemente e boicottò il film, a loro dire devastante nella rappresentazione che ne faceva. Nell’ultima stagione di American Horror Story: NYC, Ryan Murphy ha omaggiato proprio Cruising, 10 anni fa celebrato anche da James Franco con il documentario Interior. Leather Bar, in cui  Franco e Travis Mathews hanno provato a rigirare proprio quei 40 mitologici minuti di girato poi scomparsi.

All’epoca stroncato, Cruising è stato come spesso capita rivalutato nel tempo, in quanto “spaccato dell’epoca di decadenza della cultura gay“, tra i Moti di Stonewall e la crisi dell’aids. Solo un regista come William Friedkin, eternamente libero, sempre avanti e spregiudicato, poteva 44 anni or sono accettare di girarlo, dopo aver vinto l’Oscar e sbancato i botteghini, pagandone a carissimo prezzo le conseguenze.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Shannen Doherty Addio

Addio Shannen Doherty, sempre al fianco dei fragili, in bilico tra forza e vulnerabilità

Serie Tv - Mandalina Di Biase 15.7.24
Capire il mostro: cosa fare di Alice Munro? - Matteo B Bianchi11 - Gay.it

Capire il mostro: cosa fare di Alice Munro?

Culture - Federico Colombo 15.7.24
Lil Nas X - Rodeo Gay

Da Lil Nas X a Orville Peck: sei mai stato in un rodeo gay? VIDEO

Culture - Mandalina Di Biase 16.7.24
JD Vance vice Donald Trump

Chi è JD Vance, vice di Trump, estremista anti-LGBTI e anti-aborto, è contro matrimonio egualitario e affermazione di genere dei minori

News - Redazione Milano 16.7.24
L'Eras Tour di Taylor Swift è una bellissima illusione: non la capite? - taylor - Gay.it

L’Eras Tour di Taylor Swift è una bellissima illusione: non la capite?

Musica - Riccardo Conte 15.7.24
B&B rifiuta coppia omosessuale a Busca in provincia di Cuneo

B&B di Busca che rifiuta omosessuali scovato da Gay.it: Booking.com non elimina l’annuncio, la titolare fornisce nuove versioni omofobe ai quotidiani

News - Giuliano Federico 16.7.24

Continua a leggere

Berlino 2024, i vincitori del Teddy Award. All Shall Be Well miglior film LGBTQIA+ - All Shall Be Well - Gay.it

Berlino 2024, i vincitori del Teddy Award. All Shall Be Well miglior film LGBTQIA+

Cinema - Federico Boni 26.2.24
The Darkness Outside Us, Elliot Page porta al cinema il romanzo queer sci-fi di Eliot Schrefer - The Darkness Outside Us - Gay.it

The Darkness Outside Us, Elliot Page porta al cinema il romanzo queer sci-fi di Eliot Schrefer

Cinema - Redazione 22.4.24
I film LGBTQIA+ della settimana 11 marzo/17 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 11 marzo/17 marzo tra tv generalista e streaming

Culture - Federico Boni 11.3.24
I film LGBTQIA+ della settimana 12/18 febbraio tra tv generalista e streaming - Film febbraio 2024 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 12/18 febbraio tra tv generalista e streaming

Cinema - Federico Boni 12.2.24
Rosso, Bianco e Sangue Blu potrebbe diventare una trilogia - Rosso bianco e sangue blu foto - Gay.it

Rosso, Bianco e Sangue Blu potrebbe diventare una trilogia

News - Redazione 14.5.24
Sidney Sweeney sarà la leggendaria pugile dichiaratamente queer Christy Martin al cinema - Sidney Sweeney sara la pugile dichiaratamente queer Christy Martin al cinema - Gay.it

Sidney Sweeney sarà la leggendaria pugile dichiaratamente queer Christy Martin al cinema

Cinema - Redazione 9.5.24
"Duino" inaugura il Lovers 2024, recensione. L'indimenticato e irripetibile primo amore - OFF Duino 06 - Gay.it

“Duino” inaugura il Lovers 2024, recensione. L’indimenticato e irripetibile primo amore

Cinema - Federico Boni 17.4.24
Lovers 2024, i vincitori. Trionfa la coppia di pensionati in crisi di Les Tortues di David Lambert - OFF Les Tortues Turtles 02 - Gay.it

Lovers 2024, i vincitori. Trionfa la coppia di pensionati in crisi di Les Tortues di David Lambert

Cinema - Redazione 21.4.24