Annalisa, quel lato caratteriale “debole”, diventato ora il suo punto di forza

Un tallone d'Achille che ha perseguitato l'artista per anni. E che oggi lei rivendica come superato. Ma che in verità è ancora presente. Per fortuna.

ascolta:
0:00
-
0:00
Annalisa il suo tallone d'Achille ora punto di forza
Annalisa il suo tallone d'Achille ora punto di forza
4 min. di lettura

Sulla voce di Annalisa mai nessuno ha avuto da ridire. Non ci sarebbe motivo perché sì, siamo in democrazia, ma davanti a certe evidenze è inutile proferire parola. Sarebbe come tornare a sostenere che sia il Sole a ruotare intorno alla Terra. Inconcepibile, insomma. Se invece si parla di comunicazione ed emotività, ecco allora che la cantante di Carcare sin dai tempi di Amici è stata spesso criticata. “Sei brava ma non comunichi” le dicevano, “Hai sempre il freno a mano tirato”, “Sei fredda”. Commenti che a 25 anni fanno male se sogni di diventare una professionista nel mondo della musica.

Effettivamente ‘Nali’, come la chiamano i fan, è stata una mosca bianca nel panorama degli artisti sfornati dal programma di Canale 5, almeno tra quelli che si sono veramente distinti per un talento da fuoriclasse. Fino a quel momento il pubblico si era affezionato a cantanti certamente più a loro agio davanti alla telecamera e, per motivi diversi, pure più televisivi. Difficile non empatizzare con la storia di Marco Carta, adorabile testa calda della settima edizione, impossibile non farsi travolgere da quel vulcano che è Alessandra Amoroso. Infine, come rimanere indifferenti davanti all’istintività vulcanica e sincera di Emma?

Poi è arrivata Annalisa Scarrone, l’allieva perfetta come più volte ricordato da Rudy Zerbi. Frangetta rossa a coprirle la fronte, mai una parola fuori posto, si è sempre distinta per discrezione e compostezza. Qualità che per qualcuno sono un ostacolo, se vuoi entrare nel cuore della gente attraverso la musica. Perché nell’immaginario comune l’idea di artista contempla sempre una certa componente di sregolatezza. Certamente con gli anni la popstar ha superato alcune insicurezze – più che comprensibili – degli esordi, eppure anche oggi che ci fa scatenare sulla pista da ballo (cosa impensabile fino a poco tempo fa, se si pensa alla sua discografia) c’è chi la considera la regina di ghiaccio del pop nostrano.

Posto che ognuno è libero di essere come vuole senza dare giustificazioni (non a caso sarà la madrina del Roma Pride 2024) e posto che non bisogna snaturarsi per compiacere gli altri, la stessa Annalisa di recente ha affrontato l’argomento. E allora Nali, oggi che ha 38 anni, chi è davvero?

Una fine calcolatrice che tiene tutti a debita distanza o una donna che semplicemente fa il suo senza sgomitare e sbraitare? Spoiler: siamo convinti che la risposta giusta sia la seconda, e ci auguriamo con tutto il cuore che l’artista non se la prenda se ci addentriamo in questo tentativo di giocare a “giù la maschera”. “Pensavo fosse un problema dei miei inizi, ora non lo sento più, per niente” ha commentato in un’intervista per Billboard Italia.

A forgiare il suo carattere è stato, com’è naturale che sia, l’ambiente in cui è cresciuta. Figlia di due professori, Annalisa ha ereditato da loro il rigore e la serietà, oltre alla consapevolezza di dover tenere sempre i piedi per terra:

Mi hanno spinto a cercare un piano B nel caso non fosse andata bene. Mi hanno sempre sostenuto ma con realismo. E questo risponde in parte anche alla domanda precedente: se io non mi sento preparata al massimo, preferisco non espormi. È per quello che sembro distante, non è disinteresse.

Di mamma e papà ha parlato anche ai microfoni di Vanity Fair:

I miei genitori sono liguri, punto primo. Mia mamma classicamente ligure, una che non si lascia mai trasportare dalle emozioni, mi ha passato un grande senso del dovere, della giustizia e dell’educazione. Mio padre è più aperto ed emotivo, si vede quando si emoziona. Io sono a metà tra questi due poli.

In equilibrio tra emotività e discrezione, la popstar cerca proprio nella musica il modo per mettersi a nudo senza reticenze: “[…] Mi metto in mostra e cerco di dirti qualcosa di me che non riesco a esprimere in altro modo. Ho una grande esigenza di esprimermi ma il mio carattere non è in sintonia con questa necessità. Allora canto”.

Un carattere che a che fare anche con la terra da cui proviene, la Liguria. Lo ha detto lei stessa e lo hanno ribadito nei mesi scorsi alcuni video sul web in cui, con ironia, si è provato a dare una spiegazione “scientifica” della seriosità della cantante. Un’attitudine tutta ligure quella per cui si è perennemente “scazzati” e si faticherebbe a sorridere.

Luoghi comuni, caratteri ereditari e geografici a parte, crediamo che l’apparente (e sottolineiamo questo aggettivo con tutti gli evidenziatori che un astuccio può contenere) freddezza di Annalisa sia in realtà capacità di restare lucida. Un punto di forza, quindi. Una lucidità che in 14 anni di carriera le ha permesso di rimanere focalizzata sul proprio percorso, senza abbandonarsi all’euforia più sfrenata nei momenti fortunati e allo sconforto in quelli più difficili.

Annalisa il suo tallone d'Achille ora punto di forza
Annalisa il suo tallone d’Achille ora punto di forza

La sua storia ci ricorda l’importanza di porsi degli obbiettivi sulla propria strada e di lavorare sempre con dedizione perché i risultati prima o poi arrivano. Per questo Annalisa è un esempio di perseveranza, di quel “crederci sempre, arrendersi mai” che ci è stato tramandato da Simona Ventura e che la cantante sembra aver fatto proprio. Di freddo, in lei, c’è solo il sangue, fondamentale per sopravvivere in un ambiente spietato come quello musicale. E guardatela ora come splende dalla vetta che ha conquistato centimetro dopo centimetro al termine di una scalata che non tutti avrebbero retto. E che non è di certo finita.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Nemo The Code significato e come è nata

Nemo, il magnifico testo non binario di “The Code” è nato così: ecco cosa racconta davvero

Musica - Mandalina Di Biase 13.5.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
Taiwan, la drag queen Nymphia Wind si esibisce per la presidente uscente Tsai Ing-wen (VIDEO) - Nymphia Wind - Gay.it

Taiwan, la drag queen Nymphia Wind si esibisce per la presidente uscente Tsai Ing-wen (VIDEO)

News - Redazione 17.5.24
Sergio Mattarella 17 maggio giornata internazionale contro omofobia transfobia bifobia

17 maggio, Mattarella contro l’omobitransfobia: “Non è possibile accettare di rassegnarsi alla brutalità”

News - Redazione 17.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

Annalisa e Nada, Amore disperato

Annalisa e Nada cantano insieme “Amore disperato” al Forum di Assago: guarda il video

Musica - Luca Diana 11.4.24
Jennifer Lopez, 5 milioni di dollari per cantare nell'omofoba Dubai. Pioggia di critiche - Jennifer Lopez - Gay.it

Jennifer Lopez, 5 milioni di dollari per cantare nell’omofoba Dubai. Pioggia di critiche

Musica - Redazione 13.2.24
Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale - olly alexander - Gay.it

Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale

Culture - Redazione 1.3.24
Taylor Swift per THE TORTURED POETS DEPARTMENT (2024)

Il nuovo album di Taylor Swift: no, non è Patti Smith (ma lei lo sa già)

Musica - Riccardo Conte 22.4.24
Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24
Michele Bravi ritratto da Mauro Balletti per 'Tu cosa vedi quando chiudi gli occhi?'

L’atlante di Michele Bravi, tra poesie e pornostar – l’intervista

Musica - Riccardo Conte 9.4.24
BigMama Gay.it Sanremo 2024 "La rabbia non ti basta"

BigMama a Sanremo 2024: “Speriamo di essere la voce di chi non ha voce”

Musica - Redazione Milano 20.12.23
Marco Mengoni annuncia il tour negli stadi nel 2025 e rivela: “Vorrei ma non ho ancora trovato l’amore” - Marco Mengoni - Gay.it

Marco Mengoni annuncia il tour negli stadi nel 2025 e rivela: “Vorrei ma non ho ancora trovato l’amore”

Musica - Redazione 28.1.24