Omosessualità e omeopatia: nuova ricetta a base di erbe per “guarire”

Secondo l’omeopata, l’omosessualità è un sintomo di pazienti borderline.

Jean-Yves Henry è un medico francese sostenitore dell’omeopatia che negli ultimi anni ha deciso di intraprendere degli studi (non scientifici) per trovare una cura all’omosessualità. A base di erbe.

Il medico generico opera tra Vaud e Ginevra, in Svizzera, e dal 2009 ha pubblicato sul suo sito web dedicato all’omeopatia alcuni studi attraverso i quali si potrebbe guarire dall’omosessualità. Da quasi 10 anni questo omeopata sostiene difatti una cura a base di erbe per diventare etero. Ma solo negli ultimi mesi ha acquisito notorietà, dopo numerose polemiche e denunce, dato che l’omosessualità non è più considerata malattia dal 1990. 

Henry sostiene difatti che l’essere gay non è una patologia ma un “sintomo particolare di pazienti borderline“. Ha infine individuato gli ingredienti giusti, dividendoli anche a seconda che il paziente sia maschio o femmina. Argentum nitricum, Pulsatilla o Platina per i ragazzi, Lachesis, Sepia o Natrum muriaticum per le ragazze.

Il consigliere di Stato alla Salute di Ginevra avvia un’inchiesta

Mauro Poggia è il consigliere di Stato ginevrino alla Salute e dopo essere venuto a conoscenza di questo omeopata, ha deciso di avviare un’indagine. Il consigliere Poggia, intervistato dal giornale Le Courrier, ha spiegato che il semplice fatto che il dottore classifichi l’omosessualità come malattia è sufficiente per avviare un’indagine, e ha chiesto quindi alla Commissione di vigilanza alle professioni sanitarie di verificare.

Il 14 agosto, nel corso del Tg della televisione locale Rts, il medico ha affermato di nuovo le sue opinioni, considerandosi in regola con quanto prevede la legge. O quasi: “L’omosessualità è un sintomo come un altro, come potrebbe esserlo il mal di testa o il raffreddore del fieno eccetera. Non capisco bene dove sia il problema“.

Ti suggeriamo anche  La Stonewall italiana: la prima manifestazione LGBT si tenne a Sanremo

Se la commissione confermerà che Henry ha utilizzato dei metodi riguardanti l’omeopatia per curare dei pazienti mentre esercitava la professione di medico, sarà immediatamente espulso dall’albo, in quanto tentare di curare l’omosessualità è illegale. Non potrà invece proporre sanzioni o radiazioni se ha utilizzato i suoi studi solamente in veste da omeopata. 

Credits: Wired

Storie

Giovanna Vivinetto, l’insegnante trans licenziata denuncia la scuola

Parte la denuncia ai danni della scuola Kennedy di Roma, dove Giovanna era insegnante.

di Alessandro Bovo