Bahamas: messo al bando Brokeback Mountain

Censurato il film sulla storia d’amore tra due gay cowboys

NASSAU – Proprio alla vigilia della sua uscita nei cinema delle Bahamas l’organo di censura del governo ha messo al bando il film “I segreti di Brokeback Mountain” causando le proteste dei movimenti gay e dei diritti civili. Secondo quanto riportato dall’Associated Press il responsabile delle relazioni del Plays and Films Control Board, Chavasse Turnquest-Liriano, avrebbe dichiarato che “il comitato ha deciso di mettere al bando il film perché mostra omosessualitàomosessualitàità e volgarità, e riteniamo tutto questo non sia un valore per il pubblico delle Bahamas.”

Proteste per questa censura sono giunte anche dai proprietari dei cinema, che hanno espresso le loro riserve per il fatto che ci sia un gruppo ristretto di persone che decide ciò che uomini e donne adulti e maturi possano o non possano vedere. “Non posso davvero capire come si possa negare alla gente il diritto di compiere le proprie scelte”, ha detto Philip Burrows, direttore di un cinema. “I segreti di Brokeback Mountain”, diretto da Ang Lee, ha vinto il Leone d’Oro all’ultima mostra del cinema di Venezia e tre Premi Oscar.

Omofobia

Russia, l’indecente spot che attacca le famiglie arcobaleno – video

Uno spot vergognoso, ovviamente consentito a dispetto di tutti i Pride, i film e le serie con personaggi LGBT al loro interno, da anni vietati in Russia perché colpevoli di "propaganda gay". Sulla propaganda sfacciatamente omotransfobica, invece, nulla da obiettare.

di Federico Boni