Body shaming su Sam Smith, ecco cosa è successo e perché siamo così indietro

Che succede quando a sfidare l'espressione di genere sono i corpi non conformi?

ascolta:
0:00
-
0:00
Sam Smith
Sam Smith
2 min. di lettura

Ognunə è libero di esprimere chi è. A patto che rispecchi i nostri standard di bellezza.

È il caso di Sam Smith, che esibendosi sul palco del Capital’s Jingle Bell Ball insieme a Kim Petras, sulle note di Unholycanzone che ha raggiunto la vetta della classifica Billboard, primato storico per due artisti non binary e transgender – ha indossato una scintillante tutina super aderente, generando una conversazione solo per i motivi sbagliati.

Il web non ci ha pensato due volte a criticare aspramente l’outfit dell’artista, in una valanga di meme, confronti, e battute al vetriolo con un pizzico di immancabile grassofobia.

Non siamo tenutə a farci piacere tutto quello che fa un’artista solo perché queer, ma quando le nostre critiche sono lecite e quando scomodano senza paura quei bias retrogradi che dovremmo imparare ad archiviare?

Come hanno detto parecchi utenti, se Smith avesse avuto un corpo conforme agli standard non ci sarebbe stata la stessa reazione: “È parecchio disgustoso vedere persone umiliare Sam Smith per la sua apparenza quando ci sono tantə di noi, me inclusə, che hanno una fisicità simile” scrive unə fan “Che Dio perdoni una persona queer vestirsi o esprimersi senza pentimenti, a quanto pare è permesso solo alle persone magre”.

Molti altri hanno notato che la jumpsuit indossata da Smith potrebbe essere benissimo un outfit di Harry Styles, ma al contrario di Smith, quest’ultimo passa per icona di stile: “Vedo molta gente distruggere Sam Smith per aver indossato questa favolosa tuta ma applaudire Harry Styles per indossare praticamente la stessa cosa. Che schifo” scrive un altro tweet.

Quando commentiamo gli outfit delle celebrità, il più delle volte, stiamo dando libero spazio a quei retaggi culturali che nella vita quotidiana siamo tenutə a tenerci per noi. Ma che faccia piacere o meno ai nostri canoni estetici, anche la moda è un mezzo per esplorare sé stessə, conoscersi e riconoscersi.

Proprio per questo limitarlo a specifici standard non fa bene a nessunə, ma al contrario ci opprime ancora di più.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da SAM SMITH (@samsmith)

Smith, in compenso, si espostə successivamente sui social ringraziando la Maison Valentino per averlə fattə sentire “una star del cinema”.

L’artista ha quest’anno raccontato in un’intervista con GQ di essere spaventatə dalla moda ma con l’aiuto del suo stylist Ben Reardon, ha imparato ad accogliere il proprio corpo e prendersi più libertà: “Mi ha introdotto a capi che si adattavano al mio corpo e rispecchiavano quello che sentivo dentro. E mi sono divertitə”.

Nel 2018 pubblicò una foto senza maglietta, scattata da Ryan Pfluger, definendola un primo passo nella “giusta direzione” per sentirsi più a suo agio con il proprio corpo.

Leggi anche: Sam Smith parla della sua identità di genere: “Mi sono sempre sentitə non binary”

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Jordan Bardella Gay.it Roberto Vannacci

Ai Patrioti piace così, Vannacci è troppo anti-gay,: l’omosessualità e le voci manipolatorie su Bardella gay

News - Mandalina Di Biase 21.7.24
Vladimir Luxuria Isola dei Famosi 2024

Palinsesti Mediaset 2024/2025. Vladimir Luxuria non condurrà più l’Isola dei Famosi. Verissimo incontra Amici

Culture - Redazione 17.7.24
Maria De Filippi e Amadeus, Festival di Sanremo

“Festival di Sanremo” cercasi: su Canale 5 arriva “Amici-Verissimo”, sul Nove “Suzuki Music Party”

Culture - Luca Diana 18.7.24
Katy Perry video

“Ho visto le stelle”: tutte pazze per il vibratore di Katy Perry (un po’ meno per il suo singolo)

Musica - Emanuele Corbo 19.7.24
Palinsesti Rai 2024/2025, slitta Sanremo, fuori Serena Bortone. Promossi Insegno, Sechi, Barbareschi e Giletti - Palinsesti Rai - Gay.it

Palinsesti Rai 2024/2025, slitta Sanremo, fuori Serena Bortone. Promossi Insegno, Sechi, Barbareschi e Giletti

Culture - Federico Boni 19.7.24
Storie queer oltre i nostri confini, Senegal, Marocco e Corea del Sud, ma anche Turchia e Iran - cover 1 - Gay.it

Storie queer oltre i nostri confini, Senegal, Marocco e Corea del Sud, ma anche Turchia e Iran

Culture - Federico Colombo 20.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
(Phonoplay International)

Adorabile Jodel, in Svizzera arriva il primo gruppo per uomini gay!

Lifestyle - Redazione Milano 31.1.24
Chi è Eliot Sumner, figliə non-binary di Sting che interpreta Freddie Miles in Ripley - eliot sumner freddie ripley - Gay.it

Chi è Eliot Sumner, figliə non-binary di Sting che interpreta Freddie Miles in Ripley

Serie Tv - Redazione 8.4.24
Mahmood inSAFE FROM HARM A FILM BY WILLY CHAVARRIA

Mahmood, il video integrale di Willy Chavarria designer di collezioni non binarie

Lifestyle - Mandalina Di Biase 13.2.24
Vittoria Schisano e Alessio Piccirillo vincono il Premio Eccellenze Italiane - Sessp 27 - Gay.it

Vittoria Schisano e Alessio Piccirillo vincono il Premio Eccellenze Italiane

News - Federico Colombo 7.2.24
Guglielmo Scilla e la trasformazione fisica: "Allenarmi è diventato un viaggio liberatorio, ho faticato ad accettarmi" (VIDEO) - Guglielmo Scilla 2 - Gay.it

Guglielmo Scilla e la trasformazione fisica: “Allenarmi è diventato un viaggio liberatorio, ho faticato ad accettarmi” (VIDEO)

Corpi - Redazione 19.6.24
Jeremy Allen White (Calvin Klein)/ Gerrard Woodward (BRLO)

E se lo spot con Jeremy Allen White fosse interpretato da un uomo bear?

Corpi - Redazione Milano 2.2.24
@ludovicadesantis_pht

Any Other e il diritto di ricordare, l’intervista

Musica - Riccardo Conte 31.1.24