Brit Awards 2021, Sam Smith escluso dalle categorie di genere perché non-binario: “Bisogna cambiare le regole”

"Non vedo l'ora che arrivi un momento in cui le premiazioni sapranno riflettere la società in cui viviamo", ha amaramente sottolineato Sam Smith, dal 2019 dichiaratamente genderqueer.

Brit Awards 2021, Sam Smith escluso dalle categorie di genere perché non-binario: "Bisogna cambiare le regole" - Sam Smith - Gay.it
2 min. di lettura

Nel corso della propria carriera Sam Smith ha vinto tutto quel che c’era da vincere. Un premio Oscar, un Golden Globe, quattro Grammy Awards, tre Billboard Music Awards, un American Music Award e tre BRIT Awards. Proprio questi ultimi premi hanno lasciato di sasso Sam, da anni dichiaratamente genderqueer, tanto dall’aver chiesto l’utilizzo dei pronomi Them/They quando ci si rapporta alla sua persona.

Smith è stato infatti escluso da tutte le categorie di genere ai Brit Awards 2021, di fatto perché non-binario, non corrispondendo completamemte al genere maschile o al genere femminile . Dal 1977, anno di nascita dei Grammy inglesi, i BRIT Awards sono suddivisi tra uomini e donne, per quanto riguarda i migliori cantanti dell’anno. Lo scorso anno tornato nei negozi con Love Goes, idoneo a correre per la categoria Miglior Disco inglese dell’anno, Sam si è sfogato sui social.

I BRITS sono stati una parte importante della mia carriera, uno dei miei primi risultati è stato vincere il Critics Choice nel 2014. La musica per me ha sempre riguardato l’unificazione, non la divisione. Non vedo l’ora che arrivi un momento in cui le premiazioni sapranno riflettere la società in cui viviamo. Celebriamo tutti, indipendentemente da sesso, etnia, età, abilità, sessualità e classe sociale.

Un portavoce dei BRIT Awards ha così replicato a Sam, tra gli artisti pop britannici di maggior successo dell’ultimo decennio.

Sam Smith è uno straordinario artista inglese e siamo d’accordo con quello che ha detto oggi. I britannici sono impegnati a far evolvere lo spettacolo e le categorie di genere sono sotto esame. Ma qualsiasi cambiamento fatto per essere più inclusivo deve proprio portare a questo: se involontariamente un cambiamento conduce a una minore inclusione, rischia di essere controproducente per la diversità e l’uguaglianza. Dobbiamo consultarci più ampiamente prima di apportare modifiche, assicurandoci di farlo nel migliore dei modi.

Un anno fa una storica modifica al regolamento dei Brit è diventata realtà grazie a Rina Sawayama, icona pop nata in Giappone ma nel Regno Unito da 26 anni. Fino all’anno scorso non era mai stata presa in considerazione perché non è cittadina britannica. A febbraio del 2021, dinanzi alla denuncia pubblica di Sawayama, è arrivata la modifica dei Brit, quest’anno attesi il prossimo 11 maggio.

Il Festival del Cinema di Berlino ha proprio quest’anno vissuto la sua prima storica edizione con i premi recitativi neutri rispetto al genere. Non più attore e attrice, ma Orso d’argento per la miglior interpretazione da protagonista e per la miglior interpretazione da non protagonista. Il primo andato a Maren Eggert, il secondo a Lilla Kizlinge.

https://www.instagram.com/p/CMUSoNlnyjE/

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Stefano Lani 16.3.21 - 21:18

Non credo si sia mai offeso a partecipare nella parte maschile,e non si sarebbe offeso neppure ora che si e' dichiarato Gender Fluid. Non credo che debbano per forza mettere altre categorie d'inclusione,basta chiedere se proprio devi.

Trending

queer palm, festival di cannes, i vincitori

Festival di Cannes. Tutti i film vincitori della Queer Palm dal 2010 ad oggi

Cinema - Gio Arcuri 17.5.24
Nemo The Code significato e come è nata

Nemo, il magnifico testo non binario di “The Code” è nato così: ecco cosa racconta davvero

Musica - Mandalina Di Biase 13.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24
15 persone famose che non sapevi fossero non binarie - 10 persone famose che non sapevi fossero non binarie - Gay.it

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie

Corpi - Gio Arcuri 13.5.24
Sergio Mattarella 17 maggio giornata internazionale contro omofobia transfobia bifobia

17 maggio, Mattarella contro l’omobitransfobia: “Non è possibile accettare di rassegnarsi alla brutalità”

News - Redazione 17.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

Madonna, concerto gratuito a Copacabana per chiudere il Celebration Tour? - Brasile per Madonnau - Gay.it

Madonna, concerto gratuito a Copacabana per chiudere il Celebration Tour?

Musica - Redazione 12.3.24
@bigmamaalmic

La Niña, Gaia e Sissi, chi sono le tre Ladies Marmalade di Big Mama?

Musica - Redazione Milano 13.2.24
Annalisa madrina del Roma Pride 2024: “Mi riempie di orgoglio come poche cose al mondo” - ANNALISA MADRINA DEL ROMA PRIDE 2024 - Gay.it

Annalisa madrina del Roma Pride 2024: “Mi riempie di orgoglio come poche cose al mondo”

News - Redazione 28.3.24
Celebrità, alleati e icone LGBTQIA+ che ci hanno lasciato nel 2023 - Lutti 2023 - Gay.it

Celebrità, alleati e icone LGBTQIA+ che ci hanno lasciato nel 2023

News - Federico Boni 28.12.23
Annalisa e Nada, Amore disperato

Annalisa e Nada cantano insieme “Amore disperato” al Forum di Assago: guarda il video

Musica - Luca Diana 11.4.24
Cosa intendiamo per affermazione di genere?

Genere non binario (ENBY): il sondaggio Genderation Data Drive per una raccolta dati sulle identità Non-Binary

News - Redazione Milano 9.4.24
We Are the World, l'imperdibile doc Netflix che racconta la notte che ha cambiato il pop - The Greatest Night in Pop A2021 2 4 462 1a 001 - Gay.it

We Are the World, l’imperdibile doc Netflix che racconta la notte che ha cambiato il pop

Cinema - Federico Boni 1.2.24
La Badante Peppi Nocera

Peppi Nocera: “La Badante sono io e Grindr ha distrutto la cultura del rimorchio” – intervista

Musica - Giuliano Federico 19.1.24