Come reagiscono gli etero di fronte a un bacio gay?

Livelli chimici di disgusto nella saliva analoghi a quelli registrati di fronte a immagini di alimenti ripugnanti.

Una recente ricerca condotta nello Utah (Stati Uniti), dal dipartimento di sociologia della Queen’s University utilizzando un campione di 120 individui eterosessuali, ha registrato le reazioni dei partecipanti intenti ad osservare immagini di diversa tipologia.

Ai volontari sono state sottoposte fotografie di cibo ripugnante e foto di baci tra uomini. I ricercatori hanno esaminato i campioni di saliva dei partecipanti registrando i loro livelli di stress e di disgusto. Quello che è balzato agli occhi è che nei campioni raccolti si è evidenziato che i valori chimici durante l’esposizione a queste immagini erano praticamente uguali.

Non è stata riscontrata alcuna correlazione tra il disgusto espresso fisiologicamente e i personali pregiudizi sulle coppie omosessuali. Anche coloro i quali non hanno espresso nessun tipo di giudizio negativo sulle coppie di uomini dello stesso sesso hanno avuto la medesima risposta fisiologica.

I risultati dello studio possono fornire alcuni elementi che non hanno una correlazione diretta con i sentimenti di odio o di omofobia”, ha spiegato la ricercatrice Karen L. BlairI livello di disgusto possono significare sia un vero sentimento di negazione nei confronti di un bacio gay, sia una risposta di ansia o stress. Non siamo riusciti a distinguere queste diverse reazioni psicologiche”, ha proseguito la ricercatrice.

I risultati dello studio non possono fornire indicazioni sulle motivazioni che sono alla base delle azioni violente commesse da alcuni uomini contro le coppie omosessuali”, ha concluso Blair.

Ti suggeriamo anche  Esorcismo sulla figlia: per la famiglia è stata 'contagiata' dalla sorella lesbica

6 commenti su “Come reagiscono gli etero di fronte a un bacio gay?

  1. Io sono di Milano, ma reagisco istintivamente come quelli dello Utah. Non credo sia disgusto indotto, ma disgusto innato, ne sono certo.
    E’ una reazione abbastanza naturale per un uomo eterosessuale al 100%. Concordo con il commento di Claudio Donato: “è l’ennesima riconferma che la sessualità soggiace a meccanismi naturali del tutto insopprimibili. Chissà quale ormone scatterà ma di certo qualcosa scatta, al fine di mantenere “coerente” l’orientamento di ciascuno.”,
    a cui faccio i complimenti per la sua sincerità ed oggettività.
    Anche se nel mio caso, come nella maggioranza degli altri uomini,
    non succede se sono una o più donne, anzi ci sono riscontri positivi, salvo che sia una situazione un po’ cruenta allora succede lo stesso. Ma non c’è nessun condizionamento, è proprio una programmazione genetico – ormonale, come dimostrano anche tantissimi studi in merito.
    Molte mio amiche mi confessano che i gay gli fanno tenerezza, gli succede lo stesso se vedono due donne insieme. Non bisogna negare la natura delle cose per essere politically correct a tutti i costi.

    1. C’è da dire che Donato ha parlato di situazione sessuale: è perfettamente comprensibile sentirsi a disagio in una situazione sessuale con un sesso per il quale non si prova attrazione, o al limite anche ad assistere a una slinguazzata duratura, effusioni prolungate…ma un bacetto? Non voglio negare la componente naturale/innata di questo comportamento, ma è presto per negare l’influenza dell’ambiente circostante. Specialmente se consideri che la ricerca è stata condotta nello Utah, dove fino al 2003 si andava in galera per “sodomia”.

      1. Sinceramente a me fa un po’ senso/disagio anche quello nella foto dell’articolo, si vede che sono OMOFOBICO, oppure più semplicemente che la mia natura è diversa. Se poi sono scene di sesso completo provo proprio disgusto, anche se in parte quelle poche che ho visto mi fanno anche un po’ ridere… Non mi sento in colpa, sono contento così, ognuno è quello che è. Non ho niente contro queste persone, ma vorrei anche io potere essere libero di essere come sono! Ormai c’è la NORMALOFOBIA.

        La ragazza che ha scritto che questa repulsione è indotta e non innata, non so su quali basi lo abbia concluso, a me non lo ha indotto nessuno e nemmeno a mille persone che conosco che hanno le stesse reazioni, anche perchè se mai adesso ti educano alla tolleranza, se ti fa ribrezzo sembra che sei un mostro, quindi l’ambiente non è come nello Utah, se mai è conduttivo alla tolleranza ed accettazione. Se fossi anche cresciuto su di un’isola deserta, penso che sarebbe la stessa cosa. Ancora con riferimento al commento di Claudio Donati, la natura sicuramente protegge la procreazione.

        Qua alcune donne dicono addirittura che sono più sexy ed eccitanti i baci gay, ma io conosco moltissime donne a cui non piacciono per niente, mi sembrano un po’ strane queste donne qua, che postano su questi siti, forse un po’ deviate loro, che scrivono che i baci etero le annoiano . Tra l’altro i gay sono quasi sempre più promiscui, più brutali e meno romantici delle copie etereo, questo è proprio dato di fatto, quindi se mai è il contrario. Le lettrici femmine del manga porno gay saranno un milionesimo della popolazione mondiale.
        Ah, sì, quasi dimenticavo: non discendiamo in modo diretto dalla scimmie, ma abbiamo un antenato in comune con le scimmie antropomorfe, che sono quindi nostre cugine… Non è una cosa che si dice, ma è un dato di fatto. In ogni caso non capisco cosa possa centrare qua. Una che non sa nemmeno questo si mette a disquisire di sessualità umana e di come io dovrei reagire alla vista di un bacio gay… proprio solo su Internet…

        In ogni mi sono reso conto che ho fatto male a partecipare a questa discussione, me lo sentivo;
        non ha senso disquisire se/quanto faccia schifo un bacino o bacione gay, spaccare il capello ed analizzare queste cose. Cosicché non posterò ulteriori commenti o risposte.

        1. “Ho fatto male a partecipare a questa discussione”
          Lol, te la prendi per così poco? Io ho solo educatamente messo in dubbio la tua opinione (scusa se non credo che tu abbia la verità assoluta in tasca), le altre persone hanno solo detto la loro, così come hai fatto tu. Forse è davvero meglio se non rispondi, anche perché dici un sacco di cose ridicole (“Normalofobia”? Gay brutali?)

          1. LAST COMMENT
            Non me la sono presa, francamente non me ne frega niente che tu abbia messo in dubbio la mia opinione, si vede che a te fanno ribrezzo solo alcune situazioni, mentre a me più o meno tutte, sono cose soggettive, nessun problema, Amen.

            Ma confermo al 100% che ho fatto male a postare un commento, perchè su questi blog diventa tutto una polemica senza fine. Non ha senso discutere se/quanto deve fare schifo un bacio gay ed a chi esattamente dovrebbe fare/non fare schifo, sono argomenti per persone che non hanno veramente nulla a cui pensare.

            Gay brutali: nell’attività sessuale i maschi omosessuali sono in genere più “violenti” delle coppie eterosessuali, infatti presentato spesso lacerazioni che purtroppo facilitano la trasmissione di malattie sessuali. Non è una cosa ridicola, è un dato di fatto medico – statistico.

            Normalofobia: basta vedere i commenti su questo sito e come vanno le cose al giorno d’oggi.. Se ti fa schifo qualsiasi situazione gay, sei retrogrado, omofobico e quant’altro e vieni discriminato. Invece le donne che scrivono che a loro piace tanto guardare i gay che fanno sesso perché sono più sensuali, mentre le scene di sesso etereo sono invece così noiose, quando in altri tempi sarebbero state considerate un po’ sceme, allora adesso sono simpatiche, aperte e moderne.
            E’ uno dei mali del nostro secolo: il trionfo del buonismo e del politically correct che provoca la morte del buon senso comune.
            NO MORE COMMENTS
            Concordo che se anche tu a tua volta non mi rispondi, sarebbe la cosa migliore; mi auguro che anche tu abbia cose migliori da fare.

          2. Certo che ho di meglio da fare, ma se spendo cinque minuti non muoio mica.

            Non vedo proprio dove sia la discriminazione di cui parli, e nemmeno l’elevazione di chi ama osservare coppie gay: ci sono un paio di ‘mi piace’ su quei commenti perché qualcuno li ha trovati simpatici, punto. Piuttosto, a me sembra che sia tu a volerti elevare rispetto agli altri, a definirti “normale”. Secondo te è normale, è “buon senso” gridare allo schifo e fare scenate quando si vedono effusioni fra due uomini, ma non è normale il contrario. Fra l’altro, se io venissi a dirti che mi fa schifo assistere a gesti d’affetto fra te e la tua ragazza, non mi manderesti a fanculo seduta stante? E se lo fai, dovrei sentirmi discriminato? Il “trionfo del politically correct”, la “discriminazione” di cui tu e altri vi lamentate, non è altro che vittimismo.

            Le lacerazioni di cui parli, poi, sono dovute al sesso anale, non al fatto che il sesso avvenga fra due uomini. Non è detto che in una coppia gay ci debba essere per forza il sesso anale (alcuni non lo fanno praticamente mai), e ci tengo a ricordare che lo fanno pure le coppie etero.

Lascia un commento