DDL Zan, Monica Cirinnà fa chiarezza: “minime modifiche, il PD crede in questa legge, non ci tiriamo indietro”

"Questa non è una legge contro la libertà di espressione, ma una legge che serve a riconoscere e tutelare la dignità delle persone", ha precisato la senatrice PD.

DDL Zan, Monica Cirinnà fa chiarezza: "minime modifiche, il PD crede in questa legge, non ci tiriamo indietro" - Monica Cirinnà - Gay.it
2 min. di lettura

La scorsa settimana in commissione giustizia alla Camera è andato in scena uno ‘strappo’ sul DDL Zan che le associazioni LGBT d’Italia non hanno digerito, chiedendo rispetto e nessun ulteriore compromesso sulla nostra pelle.

Se il relatore nonché deputato PD Alessandro Zan ha assicurato che nulla cambia all’interno della legge contro l’omotransfobia e la misoginia dinanzi all’emendamento Costa approvato e tanto criticato, è oggi Monica Cirinnà, madre delle unioni civili, a prendere parola. E a ‘fare chiarezza‘.

Negli ultimi giorni, diverse associazioni LGBT+ hanno preso posizione sull’andamento dei lavori parlamentari sulla proposta di legge contro misoginia e omolesbobitransfobia, ed in particolare sulla mediazione raggiunta con alcuni settori di Forza Italia sulla riformulazione dell’emendamento Costa“, esordisce la senatrice, che ha poi assicurato come il PD ascolti “con attenzione queste voci e la preoccupazione che esprimono, nello spirito di collaborazione e reciproco rispetto che da sempre caratterizza il suo rapporto con il movimento”.

Un movimento che, come spesso ripeto, non può che essere e rimanere avanguardia rispetto ad una politica che, però, deve avere “il coraggio di avere coraggio” per prendere le decisioni necessarie a proteggere e migliorare la vita dei cittadini. L’autonomia dei rispettivi ruoli è un valore non importante, ma vitale. Da preservare, nel confronto aperto, costante.

Ed è qui che la Cirinnà si addentra nell’emendamento Costa che ha terremotato le associazioni LGBT, da giorni sul piede di guerra di fronte all’ipotesi di una legge che possa tramutarsi in ‘contentino’.

Ma l’intesa sulla riformulazione del testo Costa, la mediazione che abbiamo messo in atto, si è resa necessaria per proteggere la legge dai molti voti segreti che ci saranno in Aula, consolidando la maggioranza e allargando il campo dei parlamentari disponibili a sostenere la legge: non certo per svuotarla o, peggio ancora, per gratificare i molti oscurantisti che purtroppo siedono in Parlamento. Il Partito democratico, a partire dal relatore Zan, ha lavorato per limitare al minimo le modifiche, infatti il testo approvato offre solide garanzie di protezione poiché ribadisce semplicemente la libertà di opinione previste dalla nostra Costituzione. Questa, infatti, non è una legge contro la libertà di espressione, ma una legge che serve a riconoscere e tutelare la dignità delle persone.

“Il nostro Segretario, fin dal suo insediamento, ha più e più volte ricordato la necessità e l’urgenza di approvare questa legge”, scrive la senatrice Cirinnà. “Come responsabile del Dipartimento Diritti, ribadisco che – superato questo difficile passaggio – essa può e deve essere approvata senza ulteriori modifiche. La mia speranza è che la data del 3 agosto per l’arrivo delle legge in aula alla Camera, sia rispettata, così da poterla recepite in via definitiva al senato senza modifiche, evitando così le tre letture. Il Partito democratico crede in questa legge, ha sostenuto Alessandro Zan nel lungo e complesso lavoro di preparazione del testo e continua a sostenerlo in queste ore. Non ci tiriamo indietro. Né lo faremo mai. Perché prima di ogni cosa vengono le persone”.

Al 3 agosto, data dell’approdo alla Camera del DDL, l’ardua sentenza.  Nell’attesa Silvio Berlusconi, capo di Forza Italia, ha già annunciato il no al DDL del proprio partito, lasciando comunque libertà di coscienza ai propri parlamentari.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 27.7.20 - 10:23

In un precedente articolo nel quale le organizzazioni che ci rappresentano stigmatizzavano i ritardi e la paura ( ben giustificata) che il decreto Zan venga snaturato , ho contato almeno una decina di " organizzazioni" . L'Italia dei mille comuni e dei mille campanili non si smentisce mai ! Quando comprenderemo che a coltivare ognuno il proprio orticello si fa il gioco dei nostri nemici ? Nemici , si perché finché restiamo invisibili ed innocui siamo quasi tollerati ; ma guai a voler essere considerati come ogni altro essere umano , con propria dignità, degni di rispetto e di diritti civili?

Trending

Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
David Utrilla - da 37 anni vive con Hiv

A volte dimentico di avere l’Hiv: la nostra serie per raccontare l’importanza dell’equazione U=U

Corpi - Daniele Calzavara 2.3.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard - Xavier Dolan - Gay.it

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard

News - Federico Boni 1.3.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24

I nostri contenuti
sono diversi

sondrio-manifesti-pro-vita-risposta-lgbtqia

“Manifesti Pro Vita disumani” la risposta LGBTQIA+ a Sondrio è esemplare

News - Francesca Di Feo 12.12.23
La Corte Suprema di Hong Kong ha ordinato al governo di riconoscere le unioni tra persone dello stesso sesso - hong kong lgbt - Gay.it

La Corte Suprema di Hong Kong ha ordinato al governo di riconoscere le unioni tra persone dello stesso sesso

News - Federico Boni 5.9.23
Thailandia, parlamento approva quasi all'unanimità 4 progetti di legge sul matrimonio egualitario - Thailandia parlamento 3 - Gay.it

Thailandia, parlamento approva quasi all’unanimità 4 progetti di legge sul matrimonio egualitario

News - Redazione 22.12.23
giorgia-meloni-uomo-dell-anno (2)

Giorgia Meloni “Uomo dell’Anno” per Libero: se il potere è concepibile solo al maschile

News - Francesca Di Feo 29.12.23
Vannacci è ovunque e continua nei suoi deliri: "Omosessuali ultraprotetti, si sentono intoccabili" - 6D3046CB E0AC 431B 8685 F78A3416FE24 - Gay.it

Vannacci è ovunque e continua nei suoi deliri: “Omosessuali ultraprotetti, si sentono intoccabili”

News - Redazione 25.9.23
Bersani su Vannacci: "Se diamo dell’anormale a un gay, possiamo dare del cogli*ne a un generale?”. Il video è virale - bersani - Gay.it

Bersani su Vannacci: “Se diamo dell’anormale a un gay, possiamo dare del cogli*ne a un generale?”. Il video è virale

News - Redazione 4.9.23
Chi è Mike Johnson, il nuovo speaker della Camera Usa che voleva bandire il sesso gay - Mike Johnson 2 - Gay.it

Chi è Mike Johnson, il nuovo speaker della Camera Usa che voleva bandire il sesso gay

News - Federico Boni 27.10.23
Gabriel Attal, il nuovo premier di Francia è il primo dichiaratamente gay nonché il più giovane di sempre - Gabriel Attal - Gay.it

Gabriel Attal, il nuovo premier di Francia è il primo dichiaratamente gay nonché il più giovane di sempre

News - Redazione 9.1.24